Il morso degli Sharks espugna il PalaFacchetti

Il morso degli Sharks espugna il PalaFacchetti

Commenta per primo!

La Remer Treviglio non riesce a dar seguito al primo successo esterno conquistato a Verona domenica scorsa ed esce sconfitta dal match casalingo contro la Mec-Energy Roseto (69-73 il risultato finale), al termine di una partita molta combattuta che ha visto gli ospiti mantenere un minimo vantaggio per quasi tutti i 40’ minuti e i trevigliesi rimanere in corsa per la vittoria fino all’ultimo ma costretti alla fine a capitolare per troppe imprecisioni al tiro.

Il neo papà Vertemati manda in campo dall’inizio Marino in regia, Kyzlink e Turel sugli esterni, Sorokas e Rossi sotto canestro; dall’altra parte coach Trullo sceglie il quintetto formato da Allen in regia, Moreno e Weaver sugli esterni, Ferraro e Bryan sotto canestro.

Primi punti del match per gli ospiti che vanno a segno dalla lunga distanza con Allen, Treviglio risponde in contropiede con la schiacciata di Tomàs Kyzlink; fase di studio tra le due formazioni che difendono con attenzione e segnano poco, con il solo botta e risposta tra Allen e Rossi e muovere il punteggio. La Remer passa in vantaggio dopo 4’ con la penetrazione di Marino ma non riesce ad allungare, Roseto ritorna avanti con la tripla di Moreno (6-8), subisce il controsorpasso dei bergamaschi con il gioco da tre punti di Sorokas ma buca immediatamente la difesa orobica con l’assist dalla rimessa di Moreno per l’appoggio a canestro di Allen (9-10); la partita ora si gioca su ritmi decisamente alti e con Roseto che tiene le redini della contesa grazie alla tripla di Moreno e alla schiacciata di Bryan che la spingono sul +4 (11-15), costringendo Vertemati a chiamare il primo time out del match con 1’38’’ sul cronometro. L’ultimo minuto del quarto vede ridurre le distanze con il 2/2 ai liberi di Marino e il canestro di Sorokas, a fronte del piazzato di Bryan che permette agli abruzzesi di chiudere avanti la prima frazione di gioco con il punteggio di 15-17.

Non si segna per più di 2’ all’inizio del secondo quarto sino al canestro abbastanza fortunoso dell’ex Jacopo Borra a cui Treviglio risponde con il 2/2 dalla lunetta di Tambone; l’innesto di Borra crea parecchi grattacapi ai giocatori di casa che subiscono il lungo piemontese a rimbalzo e incassano da lui anche una penetrazione un 1/2 ai liberi, con gli abruzzesi che vanno sul +5 (17-22). Dopo il time out chiamato da Vertemati, Treviglio reagisce con un parziale di 6-0 grazie alle prime triple del match per i biancoblu firmate Marino e Kyzlink che valgono il sorpasso (23-22), Roseto non molla grazie ai canestri di Borra e Ferraro, intervallati dal sottomano di Sorokas, e si mantiene avanti (25-28). Gli abruzzesi difendono bene e la Remer, dopo alcune azioni offensive inconcludenti, riesce a bucare la retina avversaria con Chillo e Sorokas, presentandosi all’ultimo minuto avanti 30-28; Ferraro fa 2/4 ai liberi, a fronte di tre azioni offensive sfortunate per i bergamaschi, e Allen segna in penetrazione nell’ultima azione del quarto per il 30-33 con cui le due formazioni entrano negli spogliatoi.

Al rientro sul parquet parte bene la Remer con la tripla dall’angolo di Kyzlink e il gioco da tre punti di Sorokas, mentre Roseto mantiene il minimo vantaggio grazie alla bomba di Moreno e al piazzato di Weaver (36-38); seguono più di 3’ in cui non segna nessuno, tra errori grossolani e difese aggressive, sino al contropiede vincente di Allen a 4’51’’ dalla sirena, mentre l’attacco trevigliese si risveglia 1’ più tardi con il contropiede vincente lanciato da Kyzlink e chiuso da Turel. Gli Sharks riallungano con la tripla di Ferraro e il  2/2 ai liberi di Allen, Treviglio risponde con il gioco da tre punti di Kyzlink ma Roseto non molla e si spinge fino al +8 (41-49) con la schiacciata di Borra e il contropiede vincente di uno scatenato Allen che porta Vertemati a chiamare un nuovo time out con 1’46’’ ancora da giocare; purtroppo la storia non varia molto con Treviglio a segno da sotto con Chillo e Roseto a rispondere con Marini e con Allen sulla sirena (da sottolineare anche la stoppata di Moreno su Marino) che mandano le formazioni all’ultimo quarto con gli Sharks avanti di 10 lunghezze (43-53).

Borra riapre le danze in penetrazione, rispondono Turel dalla lunga distanza e Rossi in tap in per una Remer molto aggressiva in difesa in questo inizio di ultimo quarto e che impreziosisce il parziale di 7-0 con la tripla di Tambone che la riporta a -4 (51-55) e costringe coach Trullo al time out; al rientro Allen segna in alley oop su assist di Marini ma Treviglio ora è caldissima con Rossi durissimo in difesa su Borra e Marino e Kyzlink a togliere le ragnatele dalla retina abruzzese colpendo dalla lunga distanza fino al pareggio a quota 57. Roseto reagisce con un mini-parziale di 5-0 firmato Ferraro (tripla) e Marini, Treviglio non segna per più di 2’ e torna a farlo in bellezza con due contropiedi firmati Marino e Tambone per il -1 (61-62) a 2’40’’ dal termine; ora la partita è davvero infuocata con gli Sharks che vanno a segno con Ferraro e Bryan, Treviglio a colpire con l’1/2 ai liberi di Tambone e la schiacciata di Sorokas ma penalizzata oltremodo da decisioni arbitrali discutibili su alcuni contatti nell’area biancoblu. A 35’’ dal termine Tambone firma il -2 in schiacciata (66-68) ma è ancora una volta Ferraro il più freddo di tutti piazzando una tripla con 15’’ sul cronometro (66-71), con Vertemati che chiama time out; al rientro Sorokas trova la conclusione vincente dalla lunga distanza (69-71), Moreno fa 2/2 dalla lunetta (69-73) con 7’’ da giocare ma gli arbitri non giudicano irregolare il contatto Ferraro-Kyzlink sul tiro da tre punti del ceco e la disputa, al netto dello 0/2 ai liberi di Allen, si chiude qui con la vittoria degli abruzzesi per 69-73.

MVP che va a Innocenzo Ferraro, decisivo per buona parte della gara anche con le sue conclusioni dalla lunga distanza, che chiude con 16 punti, 7 rimbalzi, 5 assist, 2 palle recuperate e 3/5 da tre punti, cifre che gli valgono un ottimo 24 di valutazione totale; decisivi anche Borra (13 punti e 5 rimbalzi in 20’ di gioco), Allen (top scorer con 19 punti, 5 rimbalzi e 2 assist) e Moreno (11 punti, 7 rimbalzi, 5 assist).

Dall’altra parte non bastano le ottime prestazioni di Sorokas (17 punti, 7 rimbalzi, 3 assist, 6/6 da due punti e 1/2 da tre punti, per un 29 di valutazione complessiva) e Kyzlink (18 punti, 4 rimbalzi, 3 assist, 4/8 da due punti, 3/8 da tre punti), in una partita in cui tanto hanno contato le cattive percentuali al tiro (18/39 da due punti, 8/30 da tre punti, 26/69 totale) e qualche disattenzione difensiva di troppo, oltre ad alcune decisioni discutibili della terna arbitrale.

Remer Treviglio 69–73 Mec-Energy Roseto (parziali: 15-17, 30-33, 43-53)

Remer Treviglio: Savoldelli n.e., Chillo 5, Kyzlink 18, Sorokas 17, Marino 12, Spatti, Mezzanotte n.e., Tambone 10, Rossi 2, Turel 5. All. Vertemati

Mec-Energy Roseto: Allen 19, Borra 13, Ferraro 16, Papa, Marini 4, Mariani n.e., Trevisan n.e., Bryan 8, Marulli n.e., Moreno 11, Weaver 2. All. Trullo

StatisticheTreviglio: 18/39 da 2, 8/30 da 3, 26/69 totale, 9/11 ai liberi; Roseto: 22/37 da 2, 7/21 da 3, 29/58 totale, 8/15 ai liberi.

Arbitri dell’incontro: Mauro Belfiore di Napoli (NA), William Raimondo di Roma (RM) e Gianluca Capotorto di Palestrina (RM)

Fotogallery a cura di Luca Conti

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy