Imola sfiora ‘quota 100’ e non lascia scampo alla Dinamo Cagliari

Imola sfiora ‘quota 100’ e non lascia scampo alla Dinamo Cagliari

Gran prova di squadra dei romagnoli, che mostrano la faccia giusta in casa, quella che è mancata nelle ultime due uscite, con un ottimo primo tempo e una buona ripresa nella quale cedono il terzo quarto agli ospiti. Oltre al ‘solito’ Raymond, bene Montanari che segna 3 triple.

di Alberto Dalmonte

Al Pala Ruggi arriva la Hertz Cagliari Dinamo Academy, reduce da 4 vittorie nelle ultime 7 gare, e che per l’occasione ritrova Diop, finora autore di due sole presenze.
Fultz Bowers Crow Raymond Simioni da una parte, Miles Rullo Picarelli Johnson Janelidze dall’altra.
Palla a due per l’Andrea Costa, che va subito al tiro, trovando la tripla con Raymond. Cambio di fronte, e il tentativo di Miles viene stoppato spettacolarmente da Crow, che segue il contropiede e va in acrobazia ad appoggiare il lay up. Dopo alcuni tentativi a vuoto, la Hertz Cagliari trova i primi due punti con Johnson, che poi si ripete, dopo il 7-2 firmato Bowers. Simioni e poi di nuovo Timothy portano lo score sull’11-4, e coach Iacozza chiama time out. Esce bene la Dinamo con 2+1 di Miles. Le finte di Bowers da una parte, 13-7, e quelle di Miles dall’altra, 2 liberi, 13-8, muovono il punteggio. Ancora Bowers, impeccabile nell’arresto e tiro, trova il fondo della rete, ma dall’altra parte acquista fiducia Johnson, prima con la schiacciata, poi coi liberi sul fallo. Sul 20-14, errori a ripetizione, fino all’appoggio di Rossi; replica dalla lunetta ancora Johnson, 22-16. Botta e risposta Bowers e Miles, poi Rossi e Allegretti, ma rimette 8 punti di margine ancora Rossi, ancora dalla lunetta. Ultimi 9 secondi, dove Cagliari arremba verso il canestro imolese, e al terzo tap in trova il canestro con Diop. 27-21. Al Ruggi c’è un motivo in più per cantare: in tribuna, tra il pubblico, il gradito ritorno di Michele Maggioli, seguito dopo poco, da una sorpresa straordinaria: Vincenzino Esposito! Cori e standing ovation e tanta emozione.
Secondo quarto. Le Naturelle ripropone Raymond, che vince subito le spallate con Diop, 29-21, poi lo aspetta sull’arco, per segnare anche la bomba. Margine finalmente in doppia cifra, che Magrini porta a +14. Bucarelli si unisce agli scorer, 35-23, mentre falliscono sia Montanari che Janelidze le rispettive occasioni. Il giovane playmaker imolese si rifà, prima con un rimbalzo difensivo, poi riprovando dall’arco, e stavolta va a segno. Nebbia persistente negli attacchi sardi, e Iacozza richiama i suoi a -6′. Rossi fa 40, Janelidze, fin qui a secco, gli risponde, ma è Raymond a seminare il panico, col 2+1. Errori consecutivi per la Hertz, poi 2 punti in corsa di Fultz, e 3 di Simioni, 48-25. Cagliari è in bambola e sbaglia quasi tutto, mentre Imola azzanna alla giugulare e trova altri due contropiede su palle rubate con Fultz e Magrini: 52-25, massimo vantaggio per i romagnoli, frutto di un parziale di 25 a 4. Picarelli rompe il digiuno, 52-27, ma Raymond, al terzo fallo subito, fa 2/2 , e Crow trova una bomba in bello stile delle sue, in mezzo due punti di Picarelli. 57-29 all’ultimo minuto, quando nessuna delle contendenti trova il canestro, e si va all’intervallo sul +28. Buona prova balistica de Le Naturelle, col 54% complessivo, bene ai rimbalzi, 24-19, solo 2 perse contro le 9 degli ospiti, numeri invertiti nel conto degli assist, che confermano la buona prova di squadra dei romagnoli, finalmente con la faccia giusta, quella che è mancata nelle ultime due uscite.
Terzo quarto. Cagliari sembra più attenta in difesa, complicando le prime 3 azioni imolesi, e trova subito una tripla con Johnson, che malgrado le ‘attenzioni’ di Raymond va a segno da due subito dopo. L’Andrea Costa trova punti solo dalla linea della carità, 59-34, mentre Allegretti conclude con due punti una lunga azione dei sardi 59-36. A fronte della improvvisa sterilità offensiva dei biancorossi, per gli altri ne segna altri due Johnson. Ci vuole la ‘solita’ azione spalle a canestro di Raymond per segnare su azione, e altri 2 liberi li segna subito dopo: 63-38. Miles tocca quota 40 per i suoi, e Di Paolantonio chiama time out (-5′) sul fallo di Rossi ai danni di Miles. Che segna un solo libero, mentre la risposta di Crow è da 2, 65-41. Simioni raggiunge il quarto fallo a -4′, che porta un punto agli ospiti, mentre fa percorso netto lo stesso lungo padovano prima di tornare in panca: 67-42. Bucarelli trova il suo quarto punto, e Miles poco dopo il nono: 67-46. Imola ha perso brillantezza, ma riesce a tenere a distanza la squadra sarda, che svalica i 20 punti di svantaggio con la tripla di Bucarelli: 68-49. Diop conclude con la bimane un contropiede su persa di Montanari. Arriva la bomba di Raymond a ridare fiducia ai biancorossi, ma non c’è un attimo e Diop va di nuovo a segno, seguito da Miles: 71-55, finisce il terzo quarto con gli isolani che recuperano 12 punti, vincendolo 26-14.
Ultimo quarto. Due liberi di Bucarelli a segno, come la bomba di Montanari che poi, dopo il canestro di Diop, si ripete godendosi gli applausi del Ruggi. Sul 77-59 arriva il time out di Cagliari. Si riprende col fallo subito da Bowers, che trasforma i due liberi, mentre li sbaglia Johnson sul ribaltamento. Ci pensa Bucarelli a passare i 60, ma l’azione successiva Bowers supera gli 80: 81-61. Miles e Rossi segnano, per il 83-63, poi una rubata favorisce il contropiede di Magrini, e sul 85-63 arriva un altro time out ospite, -5’40”. Due punti di Bucarelli, fallo in attacco a Magrini, che poi subisce fallo da Janelidze, molto male fin qui, sull’arco, ma realizza solo un libero su 3. La bomba di Crow riduce le ultime speranze ai sardi, e quella dopo di Simioni le affossa definitivamente: 92-69. Arriva un libero di Rossi, mentre scorre il cronometro e si entra nell’ultimo paio di minuti. Arriva il momento di Ndaw, che tiene bene contro Janelidze. Ultimo minuito, entrano anche Wiltshire e Calabrese, che in quintetto con Simioni e Montanari, sembrano una squadra under 20. L’ultimo punto è di Bucarelli, e finisce 96-72. Dopo il mezzo passaggio a vuoto nel terzo quarto, arriva il 25-17 del quarto, e coach Di Paolantonio riesce a far giocare anche gli under e si gode la bella vittoria, necessaria a dimenticare le due trasferte spiacevoli di Ferrara e Ravenna. Solita prestazione super di Raymond (val. 37), in doppia cifra anche Crow, Magrini, Bowers e Simioni. Dall’altra parte, 31 di valutazione, con doppia doppia, di Johnson.

Le Naturelle Imola Basket – Hertz Cagliari 96-72
Le Naturelle Imola Basket: B.j. Raymond 25 (4/5, 3/3), Nicholas Crow 14 (3/5, 2/6), Mattia Magrini 13 (3/6, 2/6), Timothy jermaine Bowers 12 (5/9, 0/3), Alessandro Simioni 10 (1/2, 2/3), Marco Montanari 9 (0/1, 3/6), Emanuele Rossi 8 (3/7, 0/0), Robert Fultz 5 (1/2, 1/4), Saliou Ndaw 0 (0/0, 0/1), Thomas Wiltshire 0 (0/1, 0/0), Nicola Calabrese 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 17 / 24 – Rimbalzi: 38 6 + 32 (Emanuele Rossi 7) – Assist: 18 (Mattia Magrini, Robert Fultz 4)
Hertz Cagliari: Justin Johnson 20 (6/9, 1/4), Lorenzo Bucarelli 17 (5/8, 1/2), Anthony gillespie Miles jr 13 (5/13, 0/0), Ousmane Diop 10 (5/7, 0/1), Marco Allegretti 6 (3/6, 0/1), Giga Janelidze 2 (1/4, 0/2), Roberto Rullo 2 (1/4, 0/7), Andrea Picarelli 2 (1/2, 0/1), Andrea Rovatti 0 (0/0, 0/0), Ezio Gallizzi 0 (0/0, 0/0), Ferdinando Matrone 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 12 / 24 – Rimbalzi: 46 14 + 32 (Justin Johnson 17) – Assist: 9 (Justin Johnson, Lorenzo Bucarelli, Anthony gillespie Miles jr, Roberto Rullo 2)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy