Kuba e Evangelisti trascinano Torino, Manital – Assigeco 2-0

Kuba e Evangelisti trascinano Torino, Manital – Assigeco 2-0

Commenta per primo!

Gara 2 meno emozionante e mano combattuta al Ruffini, i gialloblù provano ad amministrarla, giocando però a strappi e subendo il ritorno di Casalpusterlengo in più occasioni. Kuba Wojchechowski si conferma l’uomo decisivo, è lui l’MVP di gara due : timido nei primi due quarti, quand si sblocca e gioca sull’entusiasmo è incontenibile come nel secondo tempo. L’Assigeco si consola con l’ottima prova di Fiorito e Marino, il palcoscenico ora cambia e sarà un’altra partita anche se Torino ora ha tre match ball in cassaforte per chiudere la serie.

LA CRONACA

Si comincia, con spalti abbastanza gremiti e gialloblù che schierano Tommasini, Baldi Rossi, Evangelisti, Gergati e Wojciechowski, Zanchi gli oppone Chiumenti, Ricci, Planezio, Marino e Prandin.

PRIMO QUARTO – E’ un ispirato Baldi Rossi l’autore dei primi 5 punti per Torino,mentre aprono le marcature per i rossoblu Chiumenti e Prandin.Il primo sorpasso Manital è opera di Kuba, Tommasini (tripla)e Baldi Rossi,ma la replica dell’Assigeco è altrettanto immediata : Chiumenti trasforma un tap in, Marino finalizza dall’arco con le due formazioni di nuovo appaiate (12-10) a 3’.Prosegue l’interessante duello a suon di canestri Baldi Rossi Chiumenti sotto i tabelloni. L’ottima vena dalla lunga distanza di Evangelisti e Sandri nei minuti conclusivi trascina i padroni di casa al primo vantaggio a cifra doppia (22-12).

SECONDO QUARTO – Per i lodigiani è Ricci a trasformare il primo piazzato, subito imitato dal compagno Bellina (tripla), la Manital rompe il ghiaccio dopo un paio di possessi infruttuosi grazie a Conti che arpiona un rimbalzo offensivo e realizza nel pitturato. Al 4’ Baldi Rossi è costretto ad abbandonare il parquet dopo uno sfortunato contrasto in area. Gergati ingaggia un duello con Fiorito che tiene banco per un paio di possessi con un gioco da tre punti e una penetrazione per il Torinese e due triple per il lodigiano. In questa fase è decisiva l’esperienza di Parente, abile a subire uno sfondamento ed a inventarsi due conclusioni pesanti che riportano Torino al massimo vantaggio (36 -25). Il divario cresce sul finale di quarto grazie alle incursioni di Gergati, Kuba e Sandri, intervallate solo dal canestro di Prandin. Evangelisti dalla lunetta e Ricci dalla media arrotondano il punteggio al 43 – 29 dell’intervallo lungo.

TERZO QUARTO – Si comincia con Kuba che “mura” un tentativo di penetrazione di Planezio dopo un paio di attacchi sterili è Marino a rompere gli indugi per gli ospiti.La Manital concede un contropiede a Ricci, che fa innervosire Pillastrini costretto al time out. Il black out gialloblù dura 4’ sino alla tripla di Tommasini, l’Assigeco riesce a rifarsi sotto con Marino a cronometro fermo dopo un’ingenuità di Gergati in attacco. L’esterno gialloblù si fa perdonare pescando prima Kuba e poi realizzando in contropiede, ristabilendo così le distanze (50-40).La tripla di Evangelisti è il segnale che i gialloblù hanno ritrovato sicurezza in attacco, i rossoblu si affidano ancora ai liberi di Marino ed ad una conclusione pesante di Venuto. Evangelisti si inventa ancora una prodezza : pregevole il suo “arcobaleno” che batte la difesa ospite, Kuba finalmente decolla e mette il punto esclamativo con due schiacciate di gran fattura, che cancellano una prova sin qui un po’ incolore. La Manital conduce 61 – 45.

ULTIMO PERIODO – Aumenta l’aggressività difensiva dei casalini che aprono il quarto con due triple di Fiorito, ed gran canestro di Venuto sempre dall’arco che riapre parzialmente i giochi.L’attacco della Manital intanto si è inceppato, Kuba commette un ingenuità in attacco sanzionata da un antisportivo, Fiorito è scatenato dai 6e75 e l’Assigeco è di nuovo a contatto al 5’ sul 61-59.Il canestro scaccia crisi è un sottomano di Evangelisti, la seguente tripla di Wojciechoski è una boccata d’ossigeno per i gialloblù, con Zanchi che chiama time out (4’ da giocare sul cronometro). E’ di nuovo Kuba a infiammare il Ruffini al ritorno in campo prima con un piazzato poi con una tripla, ma Fiorito, con l’ennesimo tiro da tre e Chiumenti non demordono. Wojciechoski e Sandri intanto si intendono a memoria e l’ultimo giro di lancette inizia con il canestro del giovane Vencato. La Manital tuttavia non si lascia sorprendere e gestisce il vantaggio senza troppi patemi e con Tommasini e Sandri chiude i giochi e si porta sul 2-0 (77-66).

MANITAL TORINO – ASSIGECO CASALPUSTERLENGO 77-66
PARZIALI: 22-12; 43-29; 61-45

TORINO:Gergati 11, Evangelisti 14, Sandri 5, Wojchechowski 18, Tommasini 10, Conti 4, Baldasso ne, Viglianisi, Parente 6, Baldi Rossi 9. All. Pillastrini.

ASSIGECO: Fiorito 18, Bellina 5, Marino 12, Prandin 6, Venuto 6, Chiumenti 11, Vencato 2, Planezio, Ricci 6, Janelidze ne. All. Zanchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy