L’ Andrea Costa non tradisce e ferma Montegranaro

L’ Andrea Costa non tradisce e ferma Montegranaro

Ancora Lorenzo Penna sugli scudi – 24 di valutazione – e una grande prestazione di squadra, che concede poco in difesa e gira bene in attacco anche in una serata poco brillante dall’arco. Per la Poderosa, bene gli americani, mentre ha influito l’uscita per infortunio di Rivali nel secondo quarto.

di Alberto Dalmonte

Andrea Costa Imola Basket – XL Extralight Montegranaro 73-65 (18-19, 18-10, 23-14, 14-22)
Andrea Costa Imola Basket: David Bell 16 (1/2, 3/7), Lorenzo Penna 15 (4/5, 1/2), Davide Alviti 12 (2/2, 2/6), Jeremiah Wilson 9 (3/8, 1/6), Alessandro Simioni 7 (2/3, 1/4), Patricio Prato 7 (2/3, 1/3), Giovanni Gasparin 3 (0/1, 1/3), Michele Maggioli 2 (1/6, 0/1), Davide Toffali 2 (1/1, 0/0), Tommaso Rossi 0 (0/0, 0/0), Matteo Turrini 0 (0/0, 0/0), Massimilian Cai 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 11 / 14 – Rimbalzi: 31 7 + 24 (Jeremiah Wilson 10) – Assist: 13 (Lorenzo Penna 5)
XL Extralight Montegranaro: Marshawn Powell 17 (4/7, 3/5), Lamarshall Corbett 15 (4/8, 2/5), Valerio Amoroso 9 (0/6, 3/8), Luca Campogrande 7 (1/1, 1/5), Kaspar Treier 6 (0/1, 2/5), Stefan Nikolic 5 (2/2, 0/0), Eugenio Rivali 2 (1/1, 0/0), Lorenzo Maspero 2 (1/2, 0/1), Dario Zucca 2 (1/1, 0/0), Ousmane Gueye 0 (0/1, 0/4), Giuseppe Altavilla 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 4 / 7 – Rimbalzi: 38 11 + 27 (Marshawn Powell 9) – Assist: 11 (Lamarshall Corbett 3)

Ospiti che scendono in campo con Rivali Corbett Campogrande Amoroso Powell, l’Andrea Costa risponde con Penna Gasparin Alviti Wilson Simioni.
Wilson vince il primo ‘spalle al canestro’ contro Powell, 2-0, replica Rivali, 2-2, ma la difesa imolese mostra subito uno dei suoi must e la rubata lancia Alviti in layup, 4-2.
Tripla di Amoroso, 4-5, ma replica di pari moneta Penna, 7-5. Powell si unisce al coro dei solisti, 7-7: primi 3′ scoppiettanti! Finalmente – si fa per dire – due minuti di errori, fino ai 2 liberi di Alviti, 9-7. 3 di Powell ridanno vantaggio alla Poderosa, che allunga 9-12 con Corbett. Attacco al ferro di Penna, 11-12, ma altra tripla di Amoroso, +4 ospite. Imola sta subendo e Cavina mette prima Maggioli, poi Bell, che però falliscono i loro primi tentativi. E’ ancora uno scatenato Penna a ottenere il 2+1, per tornare sotto, poi la rubata sul portatore di palla, che dà il +1, 16-15. Entra Nikolic, che dalla lunetta riporta pari i suoi. Tripla di Powell, risponde da 2 Toffali, 18-19. Primo quarto in archivio, con l’ottima prestazione balistica di Amoroso e Powell da una parte e la verve incontenibile di Penna dall’altra.
E’ Maggioli a riaprire le danze, 20-19, poi Bell trova finalmente 2 punti, dalla lunetta, 22-19, ma replica di potenza Powell, 22-21. Si rivede Prato, che sbaglia però il primo tentativo dall’arco, allora ci pensa Bell da 3, 25-21. Replica un decisissimo Powell, bravo a riprendere la palla dopo un suo errore. Arrivano i primi 2 di Prato, 27-23, poi, sottolineata da un boato, la ‘bomba’ di Simioni: +7 Andrea Costa Imola, time out ospite. Altri 2 di Prato, 32-23, ma arrivano i 3 di Corbett che ridanno energia ai blu di Ceccarelli. Qualche errore di troppo per i romagnoli, e allora ne approfitta Corbett per ribadire dall’arco, 32-29. Fortuna che c’è Penna, che prende il rimbalzo in attacco tra i lunghi ospiti e firma il 34-29. Nella stessa azione si infortuna, cadendo, Rivali. Un fallo su Penna in azione di tiro porta il giovane playmaker a segnare 2 punti dalla lunetta. Il quarto potrebbe chiudersi con un bel contropiede Penna-Toffali, ma la foga di quest’ultimo fà sfumare l’occasione e il primo tempo termina sul 36-29. Secondo parziale meglio amministrato dai padroni di casa, che lasciano a 10 gli ospiti, ‘colpevoli’ di ben 7 palle perse e 0 recuperate. Stranamente impreciso da 3 l’attacco di casa – 3/15 – ma per ora compensa bene con la buona vena in area. 14 punti di Penna in 14′, 12 di Powell in 17′.
Secondo tempo. Il terzo fallo di Gasparin manda Corbett in lunetta, che fa 1/2, e Wilson dall’altra parte trova la sua prima tripla: 39-30 e, subito dopo, in mezzo gancio, altri 2 punti: 41-28. Due punti assegnati a MGR per la stoppata irregolare di Alviti, 41-30, poi altri 2 di Simioni, 43-30; accorciano Maspero e Corbett, 43-34, allunga Simioni 45-34. Campogrande è perfetto in lunetta, 45-36. Un’azione al limite dei 24” regala 3 punti a Imola con Alviti e il +12. Powell replica da 2, Amoroso da 3, MonteGranaro torna a -7. Si rivede Bell, ma è ancora Alviti a timbrare col 3 dalla sua mattonella preferita: nuovo time out ospite sul 51-41. Un pessimo Gueye chiude duramente su Penna, mandandolo per le terre e in lunetta poco dopo, 52-41. Per lui invece altra panchina, fino al termine.
Imola ritrova la via del canestro dopo qualche azione confusa, prima con la correzione di Wilson su tiro di Prato, poi con la tripla di Bell servito da Penna in contropiede, 59-41. Bravo Zucca contro Maggioli, 59-43, poi succede solo confusione fino alla sirena, e Imola tiene a -16 la Ceccarelli band.
Ultimo quarto. Un antisportivo a favore di Imola non frutta alcun punto, mentre Campogrande è bravo a trovare due punti ‘coast to coast’ per i suoi, e Treier, fin qui abbastanza ectoplasmatico, con la tripla trova il -11, 59-48. Altra persa in attacco per i biancorossi, altri 2 punti in transizione per Nikolic, 59-50. Wilson è bravo a chiudere sotto canestro su Amoroso, ma lo scarico favorisce Campogrande che segna la tripla e obbliga uno spazientito Cavina a richiamare i suoi. Un parziale di 0-10 ha rimesso in partita gli ospiti, che anche dopo il time out dimostrano di volerci credere fino alla fine e sembrano più lucidi e aggressivi di Imola. Ci vuole la bomba di ‘GasGas’ Gasparin a ridare ossigeno a giocatori e pubblico di casa. Arriva il quarto fallo di un positivo e concreto Simioni, rientra Maggioli. Alviti e poi Bell, con 5 punti, rimettono Imola avanti di 12, prima che Treier trovi ancora 3 punti e il -9. Altri 3, questa volta di capitan Patricio Prato, ancora +12 biancorosso. Time out ospite, e si ricomincia con la bomba di Powell, mancano 2′, e la partita è ancora aperta. Corbett segna il -7 a 70” dalla fine, poi Bell trova il 2+1, 73-63, e subito dopo una persa sanguinosa di Zucca consente a Imola di entrare nell’ultimo minuto palla in mano. Errori di Wilson da sotto e Amoroso dall’arco, passano i secondi, altri 2 punti per Corbett, ma la partita finisce qui, con l’ennesima vittoria dei biancorossi al Ruggi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy