La Bawer saluta l’A2 con una sconfitta, Imola passa al PalaSassi

La Bawer saluta l’A2 con una sconfitta, Imola passa al PalaSassi

La Bawer Matera prova a chiudere la stagione in modo positivo, portandosi in vantaggio per buona parte dell’incontro, ma, come al solito, nell’ultimo quarto cala di concentrazione e lascia i due punti ad Imola, nonostante la buona prestazione di Mastrangelo (22 pts, 9/10 dal campo uscendo dalla panchina).

In un PalaSassi non gremito di spettatori va in scena per la Bawer l’ultimo match della sua deludente stagione prima di retrocedere direttamente in Serie B. Ospite di turno è l’Andrea Costa Imola già qualificata per i playoff ma desiderosa di chiudere la regular season in bellezza anche per piazzarsi in una posizione più ottimale possibile in vista della post-season.

Coach Ponticiello decide di premiare Nicolò Bertocco, inserendolo in quintetto base insieme a Brian Chase, Federico Lestini, Diego Corral e Jiri Hubalek. Coach Ticchi risponde con il classico starting five composto da Gherardo Sabatini, Karvel Anderson, Patricio Prato, Leonard Washington e Michele Maggioli.

Parte bene la Bawer con due triple messe a segno da Lestini e Hubalek, ma Imola risponde subito con Maggioli, Prato e Washington. I padroni di casa mantengono un vantaggio di misura per la prima metà del quarto, fino al 12-13 firmato da Prato che vale il primo sorpasso del match. Il punteggio rimane invariato per un paio di minuti, dopodiché è Lestini con una schiacciata a portare i suoi nuovamente avanti di una lunghezza a 3′ dal primo mini-intervallo. Amoni e De Nicolao colpiscono dall’arco, ma è ancora l’ex Ferrara a permettere alla Bawer di impattare sul 18-18. Il primo quarto si chiude sul 24-23 a favore della Bawer.

Matera tenta l’allungo portandosi sul +5, ma il vantaggio si polverizza in un amen grazie ad Amoni e De Nicolao. La Bawer continua a mantenere un buon feeling con il canestro e tocca quota 40 a 4′ dal termine del primo tempo, contro i 34 della formazione ospite. Nella seconda metà del quarto, tuttavia, cala la concentrazione materana ed Imola riporta il match in equilibrio. Si va negli spogliatoi per l’intervallo lungo sul punteggio di 42-39 per i biancazzurri.

Parte forte la Bawer nel terzo quarto, portandosi addirittura sul +11 grazie ad un parziale di 10-2 che porta la firma di Mastrangelo, Cantagalli e Corral, un break che costringe coach Ticchi a chiamare timeout. Buona mossa per l’allenatore dell’Andrea Costa, infatti i biancorossi rientrano in campo con più grinta e piazzano un break di 7-1 che li porta sul -5 con 5′ da giocare nel terzo quarto. Imola continua ad accorciare il divario grazie a due contropiedi innescati in seguito ad altrettante palle perse da parte dei materani. Nell’ultimo minuto del terzo periodo Imola torna in vantaggio grazie alla tripla di Anderson ed ai due punti di Sgorbati. Si va all’ultimo mini-intervallo con Imola avanti sul punteggio di 57-61.

Hubalek realizza il canestro del -2 ma arriva puntuale la risposta di Anderson. La bomba di Mastrangelo da casa sua vale il -1 materano e, dopo situazioni di “botta e risposta”, arriva la super giocata di Bertocco che inchioda la schiacciata del pareggio (70-70 a 5′ dal termine). Anderson prende il ritmo e mette altri punti a referto ma Hubalek risponde colpo su colpo e tiene i suoi aggrappati all’Andrea Costa. La formazione ospite, tuttavia, torna a due possessi pieni di vantaggio rispetto ai biancazzurri. Un Mastrangelo ispiratissimo trova altri due punti ma Anderson e soci allungano sul +8, con i materani che – come spesso è accaduto nei match precedenti – sembrano aver gettato la spugna. L’ultimo minuto è di puro garbage time: la Bawer non riesce a chiudere la stagione con la vittoria e lascia ad Imola due punti preziosi in vista dei playoff. Finisce 78-88.

MVP Basketinside: Karvel Anderson (25 pts, 10/16 dal campo, 4 assist)

BAWER MATERA – ANDREA COSTA IMOLA 78-88 (24-23; 18-16; 15-22; 21-27)

MATERA: Chase 2, Mastrangelo 22, Corral 10, Cantagalli 12, D’Agostino, Santarsia, Lestini 11, Bertocco 4, Loperfido, Zaharie, Hubalek 17 (15 rimbalzi). Coach: Ponticiello.

IMOLA: Folli, Washington 12, Sgorbati 6, Maggioli 12, Amoni 11, De Nicolao 9, Prato 6, Preti 2, Anderson 25, Sabatini 5. Coach: Ticchi.

Fotogallery a cura di Roberto Linazole

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy