La Bondi è ancora in cantiere, Chieti vince a Ferrara

La Bondi è ancora in cantiere, Chieti vince a Ferrara

Decisivo il 13-25 dell’ultimo quarto

Commenta per primo!

30126584732_950ec38788_zNon inizia bene nemmeno tra le mura amiche il campionato dei biancoazzurri che perdono al cospetto di una solidissima Chieti 72-84. Troppo pochi i momenti in cui la squadra di coach Trullo riesce ad esprimere il proprio gioco fatto di accelerazioni. Non basta inoltre un ottimo Francesco Pellegrino (15 punti, 9 rimbalzi e 4 stoppate). I problemi di falli di Bowers ed una panchina nemmeno lontanamente sufficente (2 punti e -10 di valutazione complessiva per Mastellari, Soloperto ed Ibarra). I teatini dal canto loro reggono bene l’urto iniziale lavorando ai fianchi con Mortellaro (doppia doppia da 16 punti ed 11 rimbalzi) e Davis (14 punti nel secondo quarto). Il colpo mortale lo infliggono Golden molto bravo nelle scelte offensive e Sergio che firma il parziale decisivo.

Si inizia con Mortellaro che fa la voce grossa sotto canestro ben contrastato da Cortese che apre la gara con una tripla. Ancora Cortese penetra e schiaccia e coach Galli si rifugia in timeout (13-9 al ‘). Ferrara riesce nel suo gioco fatto di corse e transizioni, Chieti ci capisce poco complice anche un Davis ancora non i partita. La tripla di Bowers e le zingarate di Roderick scavano il primo solco (21-13 al 7′), i biancoazzurri tengono alti i giri del motore ed ancora Cortese colpisce dalla distanze, Chieti è quasi solo Golden e Mortellaro. Il buzzer beater di Sergio chiude i primi dieci minuti sul 29-19.

Si ricomincia con Pellegrino che attacca con decisione il ferro, Piccoli risponde con la tripla (35-24 al 13’). Batte un colpo Davis che con cinque punti consecutivi tiene i linea di galleggiamento i suoi. Ferrara inizia a calare le proprie percentuali ed a subire a rimbalzo dato i problemi di falli di Bowers. Ancora uno scatenato Davis dalla distanza riporta le ‘furie’ ad un possesso di distacco (39-36 al 17′), anche Piccoli si fa trovare pronto sugli scarichi colpendo dagli angoli, la Bondi torna a segnare con l’appoggio di Ibarra e si va al riposo sul 41-40.

Si riprende con i padroni di casa che tornano a correre, Pellegrino schiaccia, Moreno colpisce da tre e Roderick appoggia dopo la rubata. Parziale di 7-0 Ferrara. E’ proprio Pellegrino l’anima della Bondi, torna a segnare Golden con una bomba di puro talento mantenendo a contatto Chieti (52-47 al 25′). Ancora Golden si carica sulle spalle la squadra trovando il pari a quota 52, Ferrara ora fatica dato che la panchina produce poco o nulla e Roderick spara a salve. Torna Bowers sul parquet trovando canestri importanti, risponde Davis dall’altra parte ma le palle perse dei biancoazzurri iniziano ad essere molte. Gli ospiti ci provano con il tiro pesante che però non entra e il quarto termina sul 59 pari.

L’ultima frazione vede ancora Golden salire in cattedra, prima un jumper e poi l’appoggio firmano il sorpasso (60-65 al 32′). Il fragile castello di sabbia della Bondi crolla del tutto sotto le folate di Sergio che con otto punti consecutivi scava il solco definitivo (61-78 al 37′). Il parziale di Chieti è 2-19 al cospetto di una Ferrara completamente disunita in difesa e attacco, Bowers e Roderick rimpinguano i propri tabellini nel garbage time ma ormai i giochi sono fatti. Chieti vince con merito 72-84.

MVP Basketinside: Trae Golden (21 punti, 3 rimbalzi e 7 assist).

Bondi Ferrara – Proger Chieti 72-84 (29-19, 12-21, 18-19, 13-25)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy