La Fortitudo crolla nel derby e avvicina Forlì alla salvezza

La Fortitudo crolla nel derby e avvicina Forlì alla salvezza

Forlì, con un secondo quarto perfetto, mette in cassaforte il derby e la permanenza in A2 (solo la matematica lascia qualche speranza a Bergamo) battendo la Fortitudo con l’impronosticabile punteggio di 91-67

di Simone Santolini

E’ la partita dell’anno a Forlì e lo sanno i 4000 sugli spalti ma anche i giocatori in campo che impiegano oltre 2 minuti per sbloccare il risultato. A farlo per la Fortitudo è Cinciarini e mentre dall’altra parte si sbagliano tiri facili la Consultinvest comunque non scappa. I 7 punti di Diliegro e le triple di Severini e Fallucca consentono a padroni di casa di chiudere avanti con il minimo scarto (17-16) a dispetto di un 7/21 al tiro.
Al rientro in campo gli attacchi tornano asfittici e occorrono oltre due minuti ed un fallo per muovere il punteggio con i liberi segnati da McCamey. Saranno gli unici punti dei felsinei per i successivi 5 minuti, frangente nel quale Forlì, trascinata da Jackson, costruisce un parziale di 18-2 che vale il punteggio di 35-20 con 2:38 da giocare. Anche nella fase finale la fortezza forlivese è inespugnabile e l’unico punto segnato dalla Fortitudo è il libero di Gandini che fa 1/2 prima di rientrare negli spogliatoi sul 43-21.
Terzo periodo nel quale i ritmi, inaspettatamente, non calano di una virgola e mentre sulla sponda fortitudo si collezionano palle perse e infrazioni di 24″, Forlì domina sotto le tabelle e trova il canestro con continuità, riuscendo chiudere il quarto con un rassicurante quanto impronosticabile +27 (70-43).
Nell’ultima frazione Chillo e Fultz (unici a salvarsi tra le file biancoblu) provano a contenere il divario ma alla fine devono arrendersi anche loro alla serata “perfetta” di Forlì che con il punteggio di 91-67 porta a casa il derby e avvicina in maniera quasi definitiva la salvezza, avendo lasciato il terzultimo posto a 8 lunghezze di distanza con 4 partite ancora da giocare.
Tra i padroni di casa da segnalare la prestazione di Jackson, non pervenuto nel primo quarto e capace poi di aggiornare il prorpio season high, mettendone a referto 30. Nelle file Fortitudo i soli a crederci fino in fondo sono i 3 italiani Chillo-Fultz-Cinciarini, unici ad arrivare in doppia cifra.

Unieuro Forlì – Consultinvest Bologna 91-67 (17-16, 26-5, 27-22, 21-24)
Unieuro Forlì : Darryl joshua Jackson 30 (1/3, 8/15), Yuval Naimy 15 (3/7, 2/9), Dane Diliegro 15 (6/9, 0/1), Giovanni Severini 14 (1/3, 4/5), Riccardo Castelli 7 (2/3, 1/1), Matteo Fallucca 5 (1/2, 1/4), Quirino De laurentiis 3 (1/3, 0/0), Iba koite Thiam 2 (1/2, 0/1), Luca Campori 0 (0/0, 0/1), Francesco Gallera 0 (0/0, 0/0), Simone Ravaioli 0 (0/0, 0/0), Davide Bonacini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 11 / 15 – Rimbalzi: 41 14 + 27 (Dane Diliegro 11) – Assist: 24 (Yuval Naimy 13)
Consultinvest Bologna : Matteo Chillo 18 (9/14, 0/0), Daniele Cinciarini 14 (7/11, 0/0), Robert Fultz 14 (0/2, 4/7), Teddy Okereafor 8 (2/4, 1/2), Demetri Mccamey 4 (1/2, 0/3), Luca Gandini 3 (1/2, 0/0), Guido Rosselli 2 (1/3, 0/2), Stefano Mancinelli 2 (1/4, 0/2), Giovanni Pini 2 (1/2, 0/0), Alessandro Amici 0 (0/4, 0/2), Marco Murabito 0 (0/0, 0/0), Marco Montanari 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 6 / 8 – Rimbalzi: 27 6 + 21 (Guido Rosselli, Stefano Mancinelli 5) – Assist: 15 (Guido Rosselli 5)
Jackson

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy