La Fortitudo non lascia scampo neanche a Cagliari e fa 13!

La Fortitudo non lascia scampo neanche a Cagliari e fa 13!

I biancoblu battono gli isolani 80-65 e consolidano il primato in classifica

di Matteo Airoldi, @MatteoAiroldi88

La Fortitudo Lavoropiù Bologna chiude il suo 2018 con la tredicesima vittoria stagionale: al PalaDozza gli uomini di coach Martino non hanno infatti lasciato scampo  neppure alla Hertz Cagliari, sempre più sola in fondo alla cassifica e sconfitta 80-65. Trascinati da Fantinelli (11 punti) e Hasbrouk (16 punti), i biancoblu hanno quasi subito raggiunto la doppia cifra di vantaggio che hanno poi amministrato senza fatica, nonostante qualche passaggio a vuoto che ha permesso a Cagliari, a cui non sono bastati Miles (12 punti e 7 assist) e Janelidze (13 punti), di non perdere completamente la bussola. Alla fine però, le giocate di Maarten Leunen (19 punti e 11 rimbalzi) hanno chiuso ogni discorso con diversi minuti di margine.

Ci mette poco meno di cinque minuti la Fortitudo Lavoropiù Bologna a prendere le misure all’Hertz Cagliare e a tentare la fuga grazie ad una tripla di Hasbrouck e ad una schiacciata di Rosselli che costringe coach Iacozzi al timeout. Fantinelli, primo biancoblu a raggiungere la doppia cifra di vantaggio, fa il resto e a ritorno in campo ispira il +10 dei biancoblu (21-11) che non si fermano e, approfittando dei tanti errori al tiro degli isolani (6/18 al tir a fine primo quarto), li colpiscono con l’arma del contropiede chiudendo la prima frazione sul 30-15. Allegretti e Janelidze provano i apertura di secondo quarto a rendere meno amaro il passivo ma la Fortitudo tiene dritta la barra de timone e con un altro mini-parziale di 9-2 chiuso dal jumper di Sgorbati e dal sottomano di Rosselli ristabilisce le distanze (39-22). Cagliari rialza momentaneamente la testa riportandosi a -11 (39-28), ma un tecnico alla panchina rossoblu fa di nuovo impennare l’Aquila che lavora bene a rimbalzo e risale a +16 (44-28) prima di commettere qualche banale errore di troppo e di vedersi erosi 5 punti dal tesoretto per mano di Rullo e Rovati che all’intervallo fissano il risultato sul 44-33 interno.

Rosselli e Hasbrouck aprono le danze del secondo tempo con i canestri del +15 biancoblu (48-33) che a seguito delle triple di Hasbrouck e Leunen, intervallate da quella di Rullo, diventa addirittura +18 (56-38). Anche questa volta però la Fortitudo non chiude i conti e si espone alla reazione di Cagliari, che spinta dall’energia di Janelidze torna addirittura sotto la doppia cifra di svantaggio (56-47) creando qualche apprensione di troppo in casa Fortitudo. Preoccupazioni che si sciolgono come neve al sole quando la Fortitudo ricomincia a correre e  macinare gioco e punti chiudendo il quarto con la tripla – non certo allo scadere – di Rosselli che vale il 66-53 felsineo all’ultimo mini-intervallo. Ad inizio quarto quarto Martino concede il riposo ad alcuni titolari ma i canovaccio non cambia perché la Fortitudo, nonostante qualche episodio in cui ci si mette in mezzo anche la sfortuna, controlla Cagliari senza patemi chiudendo ogni discorso a metà frazione con alcune giocate chirurgiche di Leunen.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy