La Fortitudo paga dazio nel finale, Ravenna si regala l’impresa

La Fortitudo paga dazio nel finale, Ravenna si regala l’impresa

I biancoblu dilapidano un vantaggio di 28 lunghezze e vengono rimontati in maniera clamorosa da Ravenna che vince 76-70

di Matteo Airoldi, @MatteoAiroldi88

 

Clamoroso al PalaDozza: una strepitosa OraSì Ravenna tutta cuore e grinta ha infatti sbancato il Madison di Piazza Azzarita 76-70, riuscendo a risalire la corrente dopo essere finita a -28 nel corso del terzo quarto e a completare una rimonta da incorniciare con un ultimo quarto in cui ha piazzato un parziale di  37-13 realizzato grazie ai guizzi di Rice (31 punti) e Grant (19 punti e 12 rimbalzi) e alle triple finali di Raschi. La Fortitudo, a cui non sono bastati i 18 punti a testa di McCamey e Cinciarini e i 14 di Legion, può però mordersi quindi voracemente le mani per aver dilapidato un vantaggio che nella maggior parte dei casi si rivela insormontabile. Ora sarà fondamentale ricercare e trovare al più presto le cause di un calo di tensione che non va assolutamente ripetuto per evitare di compromettere il cammino futuro di una squadra che punta decisamente in alto come quella biancoblu

Dopo un avvio un po’ contratto, la Consultinvest si sblocca grazie ad una tripla di Amici che dà il là al primo tentativo di fuga dei biancoblu alimentato anche dai canestri di Legion, McCamey e Gandini (11-3). L’ex Mantova è scatenato e sigla anche il canestro del +8. Quando Boniciolli decide di dargli un po’ di riposo e iniziare la girandola dei cambi ci pensa Cinciarini a raccogliere il testimone dal concittadino e siglare cinque punti ravvicinati che fanno scollinare alla Effe la doppia cifra di vantaggio (20-9). Il +11 felsineo resiste però soltanto pochi secondi perché Rice mette l’ultimo punto esclamativo sul primo quarto con un canestro da sotto (20-11). In apertura di seconda frazione sono le accelerazioni di McCamey e la difesa a dare un’ulteriore spallata alla OraSì che fatica terribilmente a far canestro (4/19 iniziale al tiro) e scivola fino al -18 (29-11). La tripla di Sgorbati illude i giallorossi che continuano a non riuscire a decifrare la difesa della Fortitudo che va negli spogliatoi sul 37-19 dopo aver toccato anche il +20. Sul finire del primo tempo da segnalare anche una scaramuccia ad alta tensione tra Amici e Grant che non se le mandano a dire dopo un canestro dello statunitense dell’OraSì.

In uscita dagli spogliatoi la Consultinvest decide che è arrivato il momento di azzannare la giugulare degli avversari e si affida alla vena realizzativa di Legion che non tradisce e segna 8 punti in meno di 5 minuti che assieme ai canestri di McCamey e Cinciarini che portano l’Aquila a +28 (56-28). Ravenna incassa il colpo e prova a reagire aggrappandosi ai muscoli di Grant e ai guizzi di Rice che permettono all’OraSì di non affondare ed anzi rifarsi sotto tra terzo ed ultimo quarto in maniera molto pericolosa. Proprio da un’iniziativa personale del play dei ravennati nasce il -11 giallorosso a 7’30” dall’ultima sirena. Bologna in attacco è in rottura prolungata e dietro concede a Raschi addirittura la bomba del -6 al culmine di un parziale di 28-6 (59-53). Nel momento più difficile della serata della Consultinvest ci provano Cinciarini con un piazzato e Fultz con una tripla a far respirare la Fortitudo che pur sbagliando qualcosa di troppo controlla bene i rimbalzi d’attacco: proprio da uno di essi nasce il fallo da tre punti subito da Cinciarini che riporta i biancoblu a +10 sul 67-57. Anche questa volta però l’OraSì trova le forze per rialzarsi e riportarsi addirittura a -2 grazie alle triple di Rice e Raschi (67-65). Lo stesso raschi non sbagli i liberi del -1. A pareggiare i conti ci pensa poco più tardi Grant con il libero del 68-68. Sempre dalla linea della carità a 34” dall’ultima sirena arriva il 2/2 del clamoroso sorpasso griffato da Rice (70-68). Mancinelli sblocca la Consultinvest con un 1/2 ai liberi. Liberi che non fallisce Grant per il +3 ravennate. Cinciarini sul ribaltamento di fronte fa soltanto 1/2 a gioco fermo e Rice mette in ghiaccio la clamorosa vittoria dei giallorossi.

TABELLINO:

Consultinvest Bologna – OraSì Ravenna 70-76 (20-11, 17-8, 20-20, 13-37)

Consultinvest Bologna : Demetri Mccamey 18 (6/9, 1/4), Daniele Cinciarini 18 (4/5, 1/2), Alex Legion 14 (7/9, 0/6), Alessandro Amici 7 (1/2, 1/2), Sylvere Bryan 4 (2/2, 0/0), Luca Gandini 3 (0/2, 1/3), Robert Fultz 3 (0/2, 1/2), Giovanni Pini 2 (1/3, 0/2), Stefano Mancinelli 1 (0/2, 0/2), Nazzareno Italiano 0 (0/0, 0/3), Marco Montanari 0 (0/0, 0/0), Pietro Boniciolli 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 13 / 21 – Rimbalzi: 32 7 + 25 (Sylvere Bryan 7) – Assist: 13 (Demetri Mccamey, Alex Legion, Alessandro Amici, Sylvere Bryan, Robert Fultz , Giovanni Pini 2)

OraSì Ravenna: Rayvonte Rice 31 (7/11, 3/6), Jerai Grant 19 (6/7, 0/0), Andrea Raschi 8 (0/2, 2/4), Jacopo Giachetti 5 (1/2, 0/1), Alberto Chiumenti 4 (2/5, 0/0), Donato Vitale 4 (2/2, 0/1), Giacomo Sgorbati 3 (0/0, 1/2), Matteo Montano 2 (1/3, 0/5), Stefano Masciadri 0 (0/1, 0/1), Alessandro Esposito 0 (0/0, 0/0), Francesco Cinti 0 (0/0, 0/0), Emmanuele Scaccabarozzi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 20 / 25 – Rimbalzi: 35 6 + 29 (Jerai Grant 12) – Assist: 15 (Andrea Raschi 5)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy