La Proger Chieti torna alla vittoria, battuta l’Orasì Ravenna

La Proger Chieti torna alla vittoria, battuta l’Orasì Ravenna

Torna alla vittoria dopo quattro sconfitte consecutive la Proger Chieti, battendo un coraggioso Orasì Ravenna.

Commenta per primo!

Torna alla vittoria dopo quattro sconfitte consecutive la Proger Chieti, battendo un coraggioso Orasì Ravenna. Pesano come un macigno i due punti conquistati oggi dalla truppa di coach Galli, mettendo una seria ipoteca per il discorso salvezza. Buona prestazione da parte di Monaldi e Armwood, veri mattatori di una squadra che in questa partita non ha mai mollato. Per i bizantini, mai in vantaggio durante l’incontro, prestazione maiuscola da parte degli attesissimi ex Deloach (21) e Raschi (16), coadiuvati dai 17 punti del centro Taylor Smith. La differenza sostanziale è stata la percentuale dall’arco dei 6.75, con il 45% da parte dei teatini contro il 29% dei ravennati.
Ora meritato riposo per la Final Eight di Coppa Italia della settimana prossima, poi la Proger dovrà affrontare due impegni esterni contro Treviso e Recanati.

CRONACA

A palla a due, Chieti schiera il solito quintetto con Monaldi, Lilov, Sergio, Allegretti e Armwood; rispondono i bizantini con Rivali, Casini,Raschi, Malaventura e Smith. Avvio sprint per le “Furie” che scendono sul parquet più determinati, con Allegretti e Armwood pericolosi in area bizantina, autori di 4 punti ciascuno già dopo cinque minuti di gioco. Ravenna ha un avvio decisamente diesel, lenta nelle azioni di attacco e indecisa in difesa, con coach Martino più volte sconsolato a bordo campo. Chieti sfodera
un break di 13-5, Ravenna chiama timeout per riordinare, inserisce in campo l’ex Deloach, ma la sostanza non cambierà: la Proger conduce il primo quarto per 25-16. 8 punti per Allegretti alla fine del quarto nelle file biancorosse, seguito da Armwood e Monaldi (6); nelle file giallorosse 5 punti per Rivali e Deloach.
Il secondo quarto si apre con un bel alley-hoop targato Deloach-Smith, permettendo a Ravenna di accorciare le distanze (25-18). Chieti non si scompone, e accumula tre punti con Lilov e vedovato. Coach Martino suona la carica, i suoi ragazzi recepiscono e macinano punti, arrivando a -3 (28-25). Dopo una serie di azioni offensive sbagliate, Sergio
mette la prima tripla dell’incontro, ma nell’azione seguente Raschi a campo aperto risponde sempre dai 6.75. Ravenna tiene duro e non ne vuole sapere di soccombere alla causa biancorossa, ma Sergio ha la mano calda e piazza da solo un break di 5-0 che porta le “Furie” sul +8 (38-30) quando mancano meno di tre minuti all’intervallo lungo.
La Proger, però, non ha fatto i conti con Raschi che rimette in carreggiata Ravenna con 4 punti (38-34). Chieti, frastornata, si rialza con una bomba di Monaldi, che inchioda il punteggio sul 41-36 prima dell’intervallo lungo.
Alla ripresa dall’intervallo lungo, Allegretti mette una tripla che porta Chieti sul +8 (44-36). Ravenna pigia subito sull’acceleratore, mandando letteralmente Chieti in bambola e portandosi sul -3 (46-43) grazie agli ex Deloach e Raschi. vanamente Ravenna tenta più volte il pareggio, e Monaldi ne approfitta mettendo una tripla che fa respirare i biancorossi. Proprio il play di Aprilia mette un autentico spettacolo, uscendo tra gli applausi meritatissimi di tutto il PalaLeombroni. Chieti si sollazza all’uscita del play,
e Ravenna comodamente ne approfitta, portandosi sul 56-53 al trentesimo, grazie ad una tripla di Deloach al termine.
Il quarto quarto si apre con una tripla dall’angolo di Sergio che fa tirare un sospiro di sollievo al pubblico di fede teatina. Deloach e Masciadri pungono (59-57), ma Armwood trova un prezioso gioco da tre punti con canestro più tiro supplementare (62-57). Smith avvicina Ravenna a -1, ma Chieti questa volta ha i nervi saldi, portando a casa due punti preziosissimi.

TABELLINO

PROGER CHIETI – ORASI’ RAVENNA 74 – 68

PROGER CHIETI: Piazza, Allegretti, Marchetti, Sipala, Piccoli, Vedovato, Sergio, Lilov, Monaldi, Armwood, De Martino. COACH: Galli

ORASI’ RAVENNA: Smith, Deloach, Malaventura, Casini, Molinaro, Rivali, Raschi, Manetti, Masciadri, Salari. COACH: A. MArtino

 

MVP Basketinside:

Diego Monaldi (PROGER CHIETI)

Micheal Deloach (ORASI’ RAVENNA)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy