L’Alma Trieste centra il secondo successo surclassando Forlì

L’Alma Trieste centra il secondo successo surclassando Forlì

I giuliani strapazzano i romagnoli con un sonoro 103- 74. Protagonisti assoluti del match la coppia americana Parks e Green autori di 57 punti dei padroni di casa.

Commenta per primo!

In questa settima giornata di campionato al PalaRubini i padroni di casa dell’Alma-Agenzia per il Lavoro Trieste sfidano l’Unieuro Forlì. Partita molto importante per entrambe le formazioni, per i giuliani i due punti significherebbero continuare la scalata alle posizioni di vertice della classifica, mentre una vittoria per i forlivesi vorrebbe dire continuare ad essere la sorpresa in positivo di questo avvio di campionato.

Il primo quarto inizia con coach Dalmasson che schiera in campo Parks, Green, Prandin, Da Ros e Pecile; dall’altra parte il pari ruolo Garelli sceglie come starting five Ferri, Rotondo, Vico, Blackshear e Jeffrey. Gli ospiti partono bene con i primi due punti dell’incontro trovati dal jumper di Vico, ma Trieste non sta a guardare e capovolge subito il parziale grazie ai punti di Prandin e Parks (4-2). Gli alabardati continuano col loro show offensivo, prima Pecile con un comodo piazzato trova il sesto punto per l’Alma e poi Green con una coppia di liberi aggiorna il risultato sull’ 8-2. Coach Garelli è costretto a spendere un time-out per parlare e motivare i suoi giocatori, ma Forlì accusa un lungo black out offensivo senza trovare comunque la via del canestro per diversi minuti mentre nuovamente il duo Green-Pecile buca la difesa romagnola aggiustando così il parziale sul 13-2 giuliano. I triestini sono davvero inarrestabili e continuano ad ampliare il margine tra le due formazioni azione dopo azione grazie alle realizzazioni di Parks, Da Ros e Baldasso (19-2). Giocata da highlitgts quella sull’asse Green-Parks col primo che alza per il secondo che da fermo inchioda una schiacciata a due mani per il +21 Alma. Il primo quarto si conclude sul punteggio di 25-5 con un mini parziale in favore degli ospiti di 3-0.

Il secondo periodo comincia con lo stesso leitmotiv del parziale precedente ovvero con Trieste che continua a bersagliare da ogni posizione il canestro avversario, ma questa volta Forlì non sta a guardare lo spettacolo offensivo dei padroni di casa e tenta di rispondere colpo su colpo. Parks risulta davvero ispirato sia in attacco che in difesa ed in un amen raggiunge la doppia cifra alla voce punti realizzati, candidandosi fin da ora come il vero mattatore dell’incontro. C. Jeffrey però non ci sta e cerca di svegliare i suoi con 5 punti consecutivi per il 38-16, ma oggi i giuliani sono paragonabili ad un fiume in piena. La circolazione di palla, infatti, è fluida e le soluzioni offensive conseguentemente trovate portano ai facili canestri di Coronica e Green (43-19). Forlì con un sussulto prova a riaprire il match grazie ai punti di Vico e Bonacini (43-24), ma i Dalmasson’s boys non lasciano spazio a rimonte avversarie e rispondono con un parziale di 6-0 per il nuovo massimo vantaggio sul 49-24. Vico con la tripla piedi per terra porta a 27 i punti segnati dall’Unieuro, ma più bella Alma della stagione fino ad ora macina canestri a ripetizione con Pecile, Coronica e Parks arrivando quasi a doppiare gli ospiti (55-28). La preghiera di Vico a fine parziale serve a portare a 24 il margine tra le due squadre (55-31), ma la sensazione è quella che gli ospiti oggi non siano ancora realmente scesi in campo.

La terza frazione si apre con le due squadre che ripropongono in campo i due quintetti iniziali. Green fin dal primo pallone giocabile cerca di insidiare la palma di MVP virtuale di Parks con una recuperata ed il successivo gioco da tre punti per il 58-31 Alma. Vico con l’ennesima tripla di serata riporta i suoi sul -24, ma Parks e Green in un amen firmano un nuovo 5-0 per il 63-34 triestino. Apprensione per l’infortunio occorso a Pecile che costringe “Sunshine” ad abbandonare il campo. L’Unieuro prova a riaprire così il match con un parziale di 11-4 firmato soprattutto dai 7 punti di Blackshear, ma la tripla di Green serve a fermare parzialmente l’emorragia (70-45). Il gioco da tre punti di Rotondo e il canestro di Jeffrey firmano il 5-0 ospite per il -20, ma la tripla di Parks ed il gioco in post basso di Da Ros riportano a 24 i punti di margine tra le due squadre (75-53). Gli ospiti negli ultimi minuti propongono la zona due-tre che viene subito perforata dalla tripla di Pecile, tornato in campo per questi ultimi minuti; ma soprattutto dall’alley-oop sull’asse Da Ros-Green concluso da quest’ultimo con una spettacolare schiacciata in reverse. La frazione si concluderà poco dopo sull’80-55 per i padroni di casa.

L’ultimo quarto serve solo a rimpinguare e migliorare quelli che sono i tabellini personali dei 10 giocatori in campo. Trieste continua a deliziare il pubblico accorso numeroso al palazzetto di via Flavia con giocate davvero pregevoli ed ampliando il margine tra le due squadre. Sul +28 coach Dalmasson comincia a dar ampio margine alle sue rotazione mandando in campo i giovani inseriti questa sera nel roster. Pure Garelli dall’altra parte imita le scelte del coach mestrino facendo scendere sul parquet i propri giovani. La partita così si trascina stancamente fino al 40° minuto con l’Alma che raggiunge i 100 punti segnati dalla tripla di Bossi. I giuliani trovano due punti davvero importanti per la loro classifica, ma soprattutto ritrovano quel gioco offensivo e difensivo che fino ad ora era mancato alla compagine alabardata. Dall’altra parte davvero brutta invece la prestazione fornita da Forlì, che torna a casa con un -29 finale che rispecchia in toto la pessima partita disputata dai ragazzi romagnoli. MVPs della partita attribuito alla coppia Green-Parks, il primo autore di 29 punti e 36 di valutazione, il secondo 28 punti e 34 di valutazione finale.

Alma-Agenzia per il Lavoro Trieste: J. Parks 28 (10/15 da 2, 1/5 da 3, 5/6 tl), S. Bossi 8 (1/1 da 2, 2/5 da 3, 0/0 tl), A. Coronica (K) 6 (0/0 da 2, 2/2 da 3, 0/0 tl), J.D. Green 29 (4/5 da 2, 5/8 da 3, 6/8 tl), M. Ferraro 2 (1/1 da 2, 0/1 da 3, 0/0 tl), A. Pecile 10 (2/3 da 2, 2/7 da 3, 0/0 tl), L. Baldasso 2 (1/1 da 2, 0/1 da 3, 0/0 tl), E. Gobbato 0 (0/0 da 2, 0/0 da 3, 0/0 tl), A. Simioni 0 (0/0 da 2, 0/0 da 3, 0/0 tl), R. Prandin 6 (3/4 da 2, 0/2 da 3, 0/0 tl), V. Pipitone 0 (0/0 da 2, 0/0 da 3, 0/0 tl), M. Da Ros 12 (5/7 da 2, 0/1 da 3, 2/2 tl), all. E. Dalmasson

Unieuro Forlì: P. Rotondo 5 (2/3 da 2, 0/1 da 3, 1/2 tl), S. Vico 12 (1/3 da 2, 3/7 da 3, 1/2 tl), F. Paolin 2 (0/0 da 2, 0/1 da 3, 2/4 tl), A. Del Zozzo n.e., M. Ferri 0 (0/0 da 2, 0/2 da 3, 0/0 tl), D. Bonacini 5 (1/2 da 2, 1/2 da 3, 0/0 tl), F. Infante 4 (2/3 da 2, 0/0 da 3, 0/0 tl), C. Jeffrey 24 (11/13 da 2, 0/1 da 3, 2/3 tl), W. Blackshear 16 (5/12 da 2, 1/1 da 3, 3/4 tl), I. Thiam 6 (2/3 da 2, 0/0 da 3, 2/4 tl), S. Pierich n.e., all. G. Garelli

Fotogallery a cura di Dario Cechet

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy