L’Alma Trieste si sblocca e annienta una Chieti mai stata veramente in partita

L’Alma Trieste si sblocca e annienta una Chieti mai stata veramente in partita

I giuliani controllano fin da subito le operazioni del match scappando fin dal primo quarto. La partita finisce 78-52 in favore di Trieste.

Commenta per primo!

Nella terza giornata di campionato al PalaTrieste si sfidano i padroni di casa dell’Alma e la Proger Chieti. Come annunciato già nella vigilia Dalmasson deve rinunciare ad Andrea Pecile, nemmeno portato in panchina per questo match. Nessun problema di uomini invece per coach Galli che può contare su tutti i giocatori del roster. Prima della partita è stato osservato un minuto di silenzio per la prematura scomparsa di Eugenio Rossetti, giocatore delle giovanili della Pallacanestro Trieste, venuto a mancare all’affetto dei suoi cari.
Quintetti Base: Trieste: Bossi, Da Ros, Coronica, Green, Pipitone. Chieti: Allegretti, Golden, Davis, Mortellaro, Piazza.

Il Primo quarto inizia con le squadre un po’ contratte, il primo canestro viene segnato solo dopo due minuti dall’inizio della contesa e porta la firma di Bossi con una bella penetrazione. Dopo aver tolto il tappo al canestro Trieste prova la prima fuga con le triple di Green e Da Ros per il primo break di 8-0 in favore dei giuliani. Coach Galli cerca di por rimedio a tale parziale chiamando time-out, ma Pipitone allunga il parziale sul 10-0. Solo dopo diverse azioni anche Chieti riesce a trovar la via del canestro con una penetrazione di Allegretti (10-2). Un ispirato Da Ros riporta i suoi sul +10; il vantaggio in doppia cifra però dura il tempo di un azione con il canestro firmato da Sergio (12-4). Da segnalare poi l’azione da highlights che porta la firma di Green, autore di una perentoria schiacciata che aggiorna il risultato sul 14-4 a 3 minuti dalla fine del periodo. Nuovamente Green, delizia il pubblico alabardato con una spettacolare bimane a difesa schierata (16-6). Il gioco da tre punti segnato da Da Ros consegna il massimo vantaggio all’Alma sul 20-8, ritoccato l’azione successiva dalla tripla dall’angolo di Lollo Baldasso. Il periodo si chiuderà poco dopo sul 23-8 per i padroni di casa.

Il secondo periodo inizia con Chieti che si porta subito sul -11 con 4 punti consecutivi di Mortellaro (23-12). Trieste smarrisce totalmente la via del canestro e non smuove il proprio tabellino nei primi 5 minuti di questa seconda frazione, ma dall’altra parte Chieti non riesce ad approfittare di questo blackout e quindi a ricucir almeno in parte lo strappo. I primi punti del quarto per i padroni di casa portano la firma di Simioni su tap-in (25-13). Davis e Golden dalla lunetta provano ad accorciare per gli ospiti, ma il canestro di Da Ros prima e quello di Green poi riportano Trieste su un margine rassicurante (29-14) a tre minuti dalla fine. Piazza sblocca i suoi dalla lunga distanza (29-17), ma Prandin dall’altra parte con un canestro in precario equilibrio riconsegna 14 lunghezze di margine ai giuliani. Il doppio botta e risposta Mortellaro-Da Ros serve solo a mantenere inalterate le distanze tra le due squadre. Il canestro in contropiede di Prandin, dopo il recupero di capitan Coronica e la seguente tripla di Simioni portano l’Alma su un comodo +19 (40-21). Il canestro di uno scatenato Da Ros serve a chiuder il quarto sul 42-21 in favore degli alabardati.

La terza frazione vede Trieste schierare in campo Bossi, Green, Simioni, Da Ros e Coronica e Chieti dall’altra parte rispondere con Mortellaro, Davis, Golden, Sergio e Venucci. Proprio quest’ultimo sblocca subito la contesa con una tripla dall’angolo (42-24). Da Ros, davvero un enigma irrisolto per la difesa abruzzese, Simioni e Green scrivono in un amen il +24 per Trieste (48-24) con coach Galli costretto nuovamente a chiamare time-out per gli ospiti. Uscendo dal time-out Golden trova due punti che servono come l’ossigeno per Chieti, ma Bossi punisce dalla lunga la zona ospite ricacciandoli sul -25 (51-26). Chieti pare proprio non averne più e i due liberi segnati da Davies servono solo per smuovere il tabellino ospite. Trieste dalla sua non vuole mollare nemmeno un centimetro e i canestri in rapida successione di Green e Da Ros sembrano chiudere già il match pur con 13 minuti ancora da disputare (58-28). I canestri di Mortellaro e Zucca sembrano poter riaccendere una flebile speranza, spenta subito da Parks nell’azione successiva (60-32). I padroni di casa perciò decidono di divertirsi e divertire il numeroso pubblico accorso questa domenica al palazzo con un eccezionale alley-hoop sull’asse Baldasso&Parks.

L’ultimo quarto continua sulla falsa riga dei precedenti tre con i padroni di casa che partono a razzo coi canestri di Baldasso, un’altra tripla per il giovane torinese, e del giovane Gobbato (67-33). I canestri di Zucca e Prandin servono ad aggiungere punti sul tabellone di entrambe le squadre, ma la sensazione è che ormai, oltre a qualche azione spettacolare, la partita non possa offrire molto di più al pubblico triestino. Dalmasson da ampia rotazione alla sua panchina gettando nella mischia pure De Marchi e Ferraro, secondo e terzo giovane a referto questa sera per i padroni di casa. Dall’altra parte Galli imita il suo collega dando ampio respiro alle sue rotazioni. La partita si trascinerà stancamente fino alla fine chiudendosi sul 78-52. L’Alma che incamera i primi due punti stagionali e schiodandosi da quota 0. Chieti invece incassa una pesante sconfitta, soprattutto non sembrando mai in grado di poter reggere il ritmo tenuto dai giuliani.

MVP BasketInside: Matteo Da Ros autore di 21 punti 9 rimbalzi e 5 assist e un complessivo 28 di valutazione finale.

Alma-Agenzia per il Lavoro Trieste:J. Parks 5 (2/6 da 2, 0/2 da 3, 1/2 tl), S. Bossi 5 (1/4 da 2, 1/5 da 3, 0/0 tl), A. Coronica (K) 0 (0/0 da 2, 0/1 da 3, 0/0 tl), J.D. Green 17 (7/12 da 2, 1/3 da 3, 0/1 tl), M. Ferraro 0 (0/0 da 2, 0/0 da 3, 0/0 tl), I. De Marchi 0 (0/0 da 2, 0/1 da 3, 0/0 tl), L. Baldasso 12 (0/3 da 2, 4/7 da 3, 0/0 tl), E. Gobbato 2 (1/2 da 2, 0/0 da 3, 0/0 tl), A. Simioni 7 (2/2 da 2, 1/1 da 3, 0/0 tl), R. Prandin 6 (3/5 da 2, 0/0 da 3, 0/1 tl), V. Pipitone 3 (1/2 da 2, 0/0 da 3, 1/2 tl), M. Da Ros 21 (8/11 da 2, 1/1 da 3, 2/4 tl), all. E. Dalmasson
Proger Chieti: T. Golden 11 (2/7 da 2, 0/2 da 3, 7/10 tl), C. Mortellaro 14 (6/14 da 2, 0/1 da 3, 2/4 tl), A. Piazza 3 (0/o da 2, 1/1 da 3, 0/0 tl), M. Allegretti 2 (1/2 da 2, 0/2 da 3, 0/0 tl), M. Venucci 3 (0/3 da 2, 1/4 da 3, 0/0 tl), M. Piccoli 0 (0/1 da 2, 0/2 da 3, 0/0 tl), D. Zucca 3 (1/1 da 2, 0/0 da 3, 1/2 tl), L. Sergio 4 (2/2 da 2, 0/3 da 3, 0/0 tl), C. Davis 12 (1/8 da 2, 0/3 da 3, 10/12 tl), C. Ippolito (0/0 da 2, 0/0 da 3, 0/0 tl), M. Clemente n.e., all. M. Galli

Fotogallery a cura di Dario Cechet

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy