Latina Basket in caduta libera cede la vittoria e la salvezza a Bari

Latina Basket in caduta libera cede la vittoria e la salvezza a Bari

Reduci da tre giorni di polemiche infuocate sui media e sulla stampa, le due squadre del Latina Basket e della Liomatic Group Bari scendono in campo sul parquet del PalaBianchini. 

E’ necessario che gli atleti di ambedue le squadre mettano da parte acredini e ripicche, rabbia e risentimento e disputino una gara con lucidità per guadagnarsi la salvezza nel caso del Bari e la gara 5 nel caso del Latina.

Inizia con il possesso Latina Basket questo incontro di gara 4 dei PlayOut, ma subito la palla é intercettata dal Bari che va in tripla con Ruggiero. 

Passano due minuti ed il canestro neroazzurro é ancora inviolato. É Gagliardo a segnare questi primi due punti per la squadra di casa. Dopo un paio di azioni in cui la difesa nerazzurra impedisce le realizzazioni del Bari, é Tavernelli che si rende autore di un gioco da 2 + 1 grazie ad un fallo di Laquintana. Le squadre sembrano abbastanza equilibrate, anche negli errori. Ciò impedisce al risultato di avanzare in maniera decisiva. A 5 minuti di gioco, dopo un tiro dall’area di Bisconti il punteggio é fermo sul 5 pari. La doppia cifra la raggiunge il Bari con Bonessio e a 3 e 45 dal termine il punteggio é di 7 a 10. Il Bari continua ad attaccare con il gioco nelle mani del giovane Laquintana il quale serve bene sia Ruggiero che Cardillo. I ragazzi nerazzurri sembrano non avere uno schema che funzioni stasera per attaccare i Pugliesi. Il tempo si chiude 9 a 14.

Il secondo quarto parte con il possesso del Bari ed un canestro di  Bonessio, seguito da due triple di Ruggiero. Risponde Canavesi con una realizzazione da due e un gioco da 2+1 grazie ad un fallo di Cardillo. Coach Billeri sul 13 a 22 e sul parziale di 4 a 8 nei primi due minuti di gioco, chiama timeout. Al rientro, servito da Arrigoni, Tavernelli va a segno, ma immediatamente risponde Ruggiero (13 punti personali 3/3 da 3 e 2/3 da 2 fino a questo punto) che, intercettato un passaggio di Canavesi va solo ad appoggiare la palla nel cesto. Finalmente una tripla di Canavesi porta la differenza a +6 per il Bari. 21 a 27 ed ancora 3 minuti e 30 da giocare. Di nuovo Canavesi, servito da Tavernelli, realizza altri due punti. Stavolta é la panchina Pugliese a chiamare il timeout sul 23 a 27 con poco più di 2 minuti da giocare. Plateo è l’autore della tripla che sancisce il passaggio in avanti del Latina e 28 a 27 é il punteggio ad un minuto dall’intervallo lungo. Bonessio realizza 1/2 dalla lunetta dopo aver subito un fallo da Tavernelli. Ruggiero realizza il suo 4/4 dai 6 e 75 portando il Bari in vantaggio 28 a 31. dopo un timeout di coach Billeri e con nulla di fatto per i nerazzurri, si va a riposo.

Si rientra in campo. Un rimbalzo recuperato dal Bari frutta una realizzazione da due di Cardillo, a cui risponde Canavesi sempre da due punti. Sembra che qualcosa sia cambiato nella difesa dei nerazzurri che costringono il Bari a far suonare la sirena dei 24 in più di qualche occasione. Ma in attacco i pugliesi riescono ad intercettare con facilità più di qualche passaggio. Canavesi da 3 riporta la situazione a parità 33 a 6 minuti dalla fine. Una tripla di Tavernelli e due punti di Canavesi, con i suoi 16 punti personali, portano in vantaggio il Latina 38 a 36 a 5 minuti dal termine della terza frazione di gioco. Ma un libero di Bonessio ed una tripla di Laquintana ribaltano il vantaggio +2 a Bari. Mai lasciare libero Ruggiero al tiro. Il pugliese ne mette due consecutive delle sue da tre punti, il 6° tiro dai 6 e 75 (su 9) ed il 22° punto personale : 38 a 46 con un minuto e 45 da giocare e 10 a 15 di parziale dall’inizio del tempo.

Il Latina riesce ad aprirsi più di qualche varco ma il canestro sembra stregato e ributta fuori diversi tiri. Il tempo si chiude 39 a 46 con un Ruggiero con 17 di valutazione parziale.

Ultimo quarto. Diverse disattenzioni portano ambedue le squadre a perdere un paio di possessi per ciascuno. In questo incontro sono state rilevate più volte infrazioni di passi piuttosto che altri falli. Anche gli arbitri subiscono la tensione dell’incontro stando molto attenti al controllo del gioco. Finalmente a due minuti dall’inizio del tempo, l’ultimo entrato Tavernelli mette a segno una tripla. Dopo la pronta risposta di Cardillo ed un tecnico a Carrizo per simulazione sul 42 a 48 Billeri chiama timeout. Ruggiero in lunetta segna 1/2 ma sulla rimessa Bari perde palla. Carrizo serve Canavesi che realizza una tripla, il suo 18° punto personale. Ma il gioco 2+1 di Barozzi a seguito del 4 fallo di Tavernelli, porta il punteggio 44 a 52 a poco più di 5 minuti dalla fine dell’incontro. Il Bari si porta a vantaggio +10 dopo un tiro da 2 punti di Cardillo. Gagliardo commette fallo su Bisconti e coach Billeri chiama il secondo timeout. Bisconti mette a segno tutti e due i liberi. A nulla vale lo sforzo del giovane Tavernelli che realizza due punti sotto canestro. Carrizo commette un fallo in attacco e regala il possesso ai pugliesi che servono l’incredibile Ruggiero che porta a segno la sua 7° tripla. Mancano 3 minuti. Tavernelli realizza due liberi dopo aver subito fallo da Laquintana e porta a 17 i suoi punti personali : 48 a 59. Ma gli errori si pagano. Uno sconsiderato passaggio nel vuoto dello stesso Tavernelli consegna la palla nelle mani di Cardillo servendo un assist a Barozzi che schiaccia a canestro. Qui sembrano fermarsi le speranze del Latina di vincere la gara e portarsi a gara 5. Barozzi con una tripla da il colpo di grazia al Latina Basket. La gara finisce qui : 53 a 68.

Scemata tutta la rabbia accumulata tra gara 2 e gara 3, il Latina Basket è tornata ad essere la squadra di prima. Una NON squadra. Un insieme sicuramente di validi atleti che non hanno trovato il legante giusto, non hanno trovato equilibri, non hanno trovato la strada per integrare le discrete e qualche volta eccellenti peculiarità di ogni singolo elemento. Le energie si sono disperse in rabbia, risentimento, ma non sono state trasformate in GRINTA. Cosa ha in mente Lucio Benacquista per il futuro, ora non ci è dato saperlo.

Quello che sappiamo di certo è che la città di Latina era dal 1999 che non scendeva di categoria dalla B1 alla B2 e che la squadra della vecchia Associazione Basket Latina approdò nel campionato DNA nel 2001 rimanendovi per otto stagioni e qualificandosi per i play-off promozione in tre occasioni: nelle stagioni 2003-2004, 2007-2008 e 2008-2009.

Al termine della stagione 2008-0909 la squadra, dopo il 1º posto in stagione regolare, conquistò la prima promozione in Legadue della sua storia (purtroppo seguita da una stagione culminata con la retrocessione in DNA) battendo la Virtus Siena per 77-68 nella decisiva gara-5. Di quella finale, in campo, stasera c’erano due attori : Luca Bisconti e Marcello Billeri. Scherzo del destino, il primo vincente ed il secondo perdente ora come allora.

BENACQUISTA ASSICURAZIONI LATINA 53

LIOMATIC GROUP BARI  68

Parziali: 9-14; 28-31; 39-46

LATINA: Santolamazza, Pastore, Plateo 3, Tavernelli 19, Potì , Giora, Arrigoni 2, Carrizo 3, Gagliardo 6, Canavesi 20. All. Billeri.

BARI: Bisconti 9, Di Fonzo, Barozzi 8, Laquintana 5, Tomasello, Cardillo 9, Iacovelli, Bonessio 10, Bonfiglio, Ruggiero 27. All. Putignano.

Arbitri: Riccardo Bianchini di Bagno a Ripoli (FI) e Alessio Fabiani di Altopascio (LU).

                                                                               

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy