LatinaBasket sottotono regala due punti alla Viola

LatinaBasket sottotono regala due punti alla Viola

Doveva essere una vittoria possibile. Non doveva far paura questo avversario dal passato altisonante. Non doveva far paura la prestanza fisica del roster neroarancio. Non doveva far paura il discreto seguito dei tifosi Viola che hanno supportato i loro ragazzi. Ma è andata esattamente così. Ha vinto la grinta e determinazione dentro e fuori dal campo.

Veniamo alla cronaca di questa partita imprevedibile che per certi aspetti ricalca quella della sconfitta di Mirandola.

Coach Billeri fa aprire le danze a Tavernelli, Arrigoni, Carrizo, Milani e Gagliardo.

I primi due minuti di gioco scorrono senza punti, tra palle perse e recuperate. Sarà Rugolo, a 2 minuti e 15, ad andare a segno dopo aver intercettato una palla nell’area nerazzurra : 2 a 0. Incredibile che il gioco si fermi ad un punteggio da partita di calcio per più di due minuti!  Segno, probabilmente, di una adeguata difesa da ambedue le parti. 

A 5 minuti di gioco la tripla di Milani, immediatamente seguita dalla tripla di Tavernelli porta il punteggio sul 7 a 2! Coach Ponticiello chiama il timeout. 

Al rientro Milani indovina ancora una tripla che fa raggiungere la doppia cifra al Latina : 10 a 2. Ma la Viola reagisce e con le realizzazioni di Fontecchio e Caprari raggiunge i neroazzurri. A due minuti dal termine 12 pari. É un gioco di triple stasera. Tavernelli e Milani rispondono alla provocazione di Caprari (che realizzerà 4 su 4 dai 6 e 75) e portano il punteggio finale del tempo 22 a 15. Un Milani da 3 su 3 dai 6 e 75 stupisce gli spalti del PalaBianchini.

Si rientra in campo con una realizzazione di Plateo. Il gioco è diventato un po falloso da ambedue le parti. Si avverte la tensione che viene alimentata anche da una discreta presenza di tifosi Viola. Continuano le alternanze di possessi e di palle intercettate. Tra una tripla di Plateo ed una di Carrizo si arriva a 5 minuti di gioco con un parziale di 34 a 25. É ancora la panchina Viola a chiamare il timeout. É quasi immediato anche quello chiamato da coach Billeri. Assistiamo ad un bel gioco soprattutto atletico, con rimbalzi, recuperi e stoppate da manuale. I Calabresi riescono a rosicchiare qualche punto. Gli ultimi 5 minuti di gioco vedono un parziale a favore dei Viola di 15 a 9. In ogni caso il tempo si chiude 43 a 40 per i padroni di casa.

Si rientra dall’intervallo lungo con una bellissima realizzazione di Piazza sotto canestro, a cui segue a ruota Rugolo con un 2+3. É il sorpasso, il primo dal 2 a 0 iniziale : 43 a 47 in un minuto di gioco. Una palla recuperata da Gagliardo manda Arrigoni in schiacciata : 47 pari. Ma la Viola riesce a farsi spazio nella difesa dei Pontini. A 5 minuti di gioco il punteggio é di 47 a 53. Coach Billeri chiama timeout. Al rientro la musica non cambia. I neroarancio allungano pericolosamente le distanze. + 10 a 3 minuti dal termine con una Viola determinata a portarsi via questi due punti. É una squadra più aggressiva e ostinata. Sicuramente molto più di quella che appare il Latina ai nostri occhi. Il parziale, con il quale chiudiamo il terzo tempo, é preoccupante : 12 a 27. 

Le squadre rientrano in campo. Un gioco un po’ confuso e senza realizzazioni nel primo minuto e mezzo, viene interrotto con due punti di Milani dall’area. Ma la Viola riesce sempre a trovare la via del canestro. I pontini non fanno tesoro delle palle recuperate e sprecano diverse occasioni, lasciando spazio agli avversari che realizzano punti su punti con azioni fotocopia. Una tripla di Arrigoni sblocca l’empasse in cui sono incastrati i neroazzurri e a 4 minuti di gioco il punteggio é di 67 a 75. Punto dopo punto Carrizo e compagni si avvicinano agli avversari. Manca 1 minuto e 26 e sul timeout chiamato da Ponticiello il punteggio é 75 ad 80. Rientriamo in campo con una palla intercettata da Tavernelli che serve Cecchetti sotto canestro : 77 ad 80. Lo stesso Tavernelli commette due falli consecutivi su Piazza che dalla lunetta mette dentro 2 + 2. Un altro fallo sistematico su Piazza regala alla Viola altri due punti. Un fallo a Cecchetti ed un fallo tecnico a Fontecchio, che non regala benefici ai neroazzurri, chiude una partita imprevedibile nel risultato, visto l’incipit dei primi due tempi. 83 a 91.

Cosa non ha funzionato? Viene da chiederselo visto che la gara era iniziata in maniera equilibrata, con i ragazzi del Presidente Benacquista padroni del campo. C’è da chiedersi se ha fatto la differenza l’assenza di Canavesi, se i Pontini soffrono della mancanza di un regista come è stato Piazza per questa Viola. Se basta un Carrizo un po’ sottotono perché i compagni non riescano a sentirsi una squadra compatta e trovare soluzioni anche senza un catalizzatore come Manuel. Sicuramente questi ed altri fattori hanno spazzato via la speranza, quasi certezza di portarsi a casa questa vittoria. Ora siamo a 22 punti, in terz’ultima posizione. A Perugia un solo imperativo : vincere.

BENACQUISTA ASSICURAZIONI LATINA   83

VIOLA REGGIO CALABRIA 91

 

Parziali: 22-15; 43-40; 55-67; 83-91

LATINA: Santolamazza 9 (2/3;1/2), Pastore ne, Plateo 13 (2/3;2/6),  Tavernelli 12 (2/4;2/6), Milani 11 (1/3;3/4),  Arrigoni 13 (2/6;1/1), Longobardi ne, Carrizo 8 (0/2; 2/3), Cecchetti 14 (5/6), Gagliardo 3(1/2 0/1). All. Billeri.

VIOLA REGGIO CALABRIA: Ricci 0 (0/1 da 3), Fontecchio 6 (3/7 da 2), Caprari 14 (0/2; 4/4), Fabi 9 (2/4;1/1,) Sabbatino 13(1/4;3/4), Piazza 17 (5/10;0/2), Quaglia 9 (1/1;1/1), Germani, Ammannato 8 (4/6 da 2), Rugolo 15 (6/7;1/2). All. Ponticiello.

Arbitri: Brindisi Federico di Torino e Pratillo Francesco di Casagiove (Caserta).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy