Le Naturelle si congeda dal Ruggi con una sconfitta, contro una XL sempre in controllo

Le Naturelle si congeda dal Ruggi con una sconfitta, contro una XL sempre in controllo

Primo quarto di studio, poi Montegranaro prende il largo e non si fa più raggiungere. Corbett, 20, concreto e chirurgico, ma bene tutti, mentre tra i romagnoli spiccano i 23 del ‘solito’ BJ Raymond, conditi da 10 rimbalzi e 9 falli subiti, e i 20 di Fultz. Piazzamento play off ancora aperto per entrambe.

di Alberto Dalmonte

Si affrontano XL Extralight Montagranaro, con Palermo Negri Corbett Amoroso Simmons e Le Naturelle Andrea Costa Imola con Fultz Bowers Crow Raymond Simioni.
Conclusioni sul ferro per entrambe, fino al bel servizio di Fultz per Simioni che viene fermato fallosamente. Un solo libero a segno, poi ci pensa Fultz a bruciare in entrata la difesa e portarsi sul 3-0. Si sbloccano gli ospiti con Negri, poi ancora errori di qua e di la, fino al bel jumper di Bowers, 5-2. Assist ancora al bacio di Fultz per Crow, che fa 7-2. Ancora Negri, dall’arco stavolta, 7-5. Anche Palermo trova la bomba, 7-8, poi, sull’errore di Raymond dall’arco, parte il contropiede gialloblu con Corbett, 7-10. Simioni ricambia l’assist per Fultz, 9-10 a metà quarto. Corbett riporta a +3 i suoi, ma la bomba di Raymond ridà il pareggio a Imola. Ancora Corbett, 12-14, che poi commette fallo su Bowers al tiro, 13-14 per un libero sbagliato. Una comoda palla persa da Imola consente a Simmons di andare per la schiacciata, Rossi gli oppone una stoppata da cineteca, ma per un grigio è fallo, e il ‘gladiatore’ non ci sta, reagisce male, e si becca pure il tecnico. Con 3 falli deve uscire, e torna Simioni. I tiri liberi sono un problema per entrambe, e il punteggio sosta sul 13-15 quando mancano 2′ alla sirena. La bomba di Fultz, liberato dal p’nr con Raymond, riporta avanti Le Naturelle, ma Petrovic e Treier realizzano le ultime due conclusioni, e il quarto si chiude sul 16-20. Decisioni arbitrali discutibili, col pubblico di casa in fibrillazione, e nervosismo palpabile. Male il 2/6 dalla lunetta per Imola, 7 punti fin qui per Fultz e Corbett.
Secondo quarto. Petrovic e Treier si divorano il canestro da sotto, poi Simioni segna finalmente entrambi i liberi, -2, ma risponde Testa con la bomba del 18-23. Difesa forte di Montegranaro, Imola fa girare la palla ma non trova punti con Simioni dall’arco, mentre Treier colpisce da 3, 18-26 ed è time out per Di Paolantonio. Solo 2/11 dall’arco per Imola, 5/11 per gli avversari, la differenza è anche qui. Magrini sblocca per i biancorossi, 20-26, poi arriva la risposta di Petrovic al terzo tentativo consecutivo. Fallo fischiato a Simioni a rimbalzo d’attacco, quando aveva palesemente un avversario aggrappato alla maglietta, ci pensa allora Raymond col 2+1 a ridare il -5 di casa e fare suo il rimbalzo in difesa. 23-28 al 5′, time out di coach Pancotto. Testa fissa il 23-30, ma gli risponde Raymond col tiro in faccia a Valerio Amoroso, 25-30, poi Corbett fa lo stesso contro Bowers, 25-32. Un solo libero per Magrini, mentre Corbett fa a fette la difesa di Imola, 26-34. Ancora un viaggio in lunetta, con Bowers, che fa 2/2, mentre al 19′ arrivano i primi due punti di Amoroso, 28-36. Un gancio mancino di Simmons ha ragione della difesa di Simioni, e sul -10 arriva il secondo time out di casa. Bowers non trova il fondo della retina in semigancio, mentre Palermo segna da 2. Simioni schiaccia il 30-40, e sull’ultimo attacco, dopo il time out a -6” di Pancotto, non succede nulla. La pessima performance dall’arco, 2/15, e i 7 rimbalzi offensivi concdessi ai gialloblu, sono il facile commento ai primi 20′ dell’Andrea Costa. Dall’altra parte, le accelerazioni di Corbett e la robusta prestazione difensiva di squadra dicono molto del vantaggio ospite.
Terzo quarto. Parte meglio la Poderosa, con 7 punti tra Simmons e Amoroso, mentre per Rossi ci sono 2 errori consecutivi da sotto. 30-47, quando Bowers trova la bomba del -14. Ancora errore da sotto di Rossi, e quarto fallo sull’alley oop per Simmons, 33-49 dopo i liberi. Ancora Simmons protagonista, con la stoppata mostruosa su Raymond. Fultz raggiunge la doppia cifra con la sua seconda bomba, 36-49, ma poi la difesa è di nuovo carente sull’attacco di Negri, 36-51. Ancora a segno Imola con Raymond che conquista il fallo su canestro, 39-51. Il lungo USA decide di caricarsi la squadra e ottiene un altro fallo, da Amoroso. Segna Simioni, e il parziale sale 11-4, e andrebbe oltre se Simioni non sbagliasse il tiro da sotto, ancorchè sanzionato da fallo. Time out di Pancotto, sul -10 a -5′. Segna un solo libero Simioni, 42-51, poi Bowers ruba palla in difesa, esCrow va con la bomba del -6. Si cerca Simmons, ma stavolta Simioni è asfissiante e addirittura stoppa il re delle stoppate di A2. Corbett toglie dalle canne i suoi con una tripla piena di ossigeno, e subito dopo si ripete, 45-57. Un altro tenico fischiato a un giocatore imolese, Bowers, che non si spiega il perchè, clima di fuoco al Ruggi, e altro tecnico, a Di Paolantonio. Segna i 2 liberi Corbett, 45-59, e piove carta in campo. Raymond, ancora, va segno da sotto, poi subisce fallo da Treier in difesa, e va a segnare entrambi i liberi, -10. Sull’errore di Testa, Simmons va ad inchiodare un tap in stellare, gli risponde Simioni, 51-61. Magrini segna un solo libero, mentre Mastellari segna i suoi primi 3 punti. Risponde Fultz, 54-64, ma ancora Mastellari buca dall’arco. 54-67, con un parziale di frazione all’insegna dell’equilibrio, con un arrembaggio imolese fino al -6, rintuzzato poi da Corbett e Mastellari.
Quarta frazione. Montegranaro si presenta senza USA, ma ci pensa Petrovic a fissare il +15. Time out di casa, azione confusa imolese, che produce un tecnico alla panca ospite, ma ancora il tiro libero non va. Altra azione d’attacco imolese, che trova alla fine i due punti con Rossi. Petrovic conclude a canestro una rubata a Rossi, 56-71, e Treier segna la bomba, la sua terza, per il massimo vantaggio, 56-74. Raymond conquista l’ottavo fallo, e fa 2/2 dalla linea della carità. Solo uno di Crow, 59-74, risponde da 2 Testa, 59-76. Rossi va in lunetta per il fallo di Petrovic, ma non va oltre uno segnato, mentre Bowers, con la riconosciuta eleganza, segna una tripla di gran classe, 63-76. Si rispondono da 3 anche Testa e Fultz, 66-79, e sul 68-79 firmato Crow, Pancotto chiama time out -3’20”. Ne esce male Palermo, che perde palla in impostazione e si fa scippare da Fultz, che va a segno per il -9. Ancora senza USA gli ospiti, Raymond va a segno per il -7, -2′.
Treier, dopo una serie di errori inusuali da sotto, trova finalmente i due punti, liberissimo, e stavolta è Di Paolantonio a fermare il tempo. Errore di Raymond da 3, Monegranaro gioca col tempo, ma Petrovic si fa stoppare da Crow. Dall’altra parte Mastellari spende il quinto fallo su Raymond, che fa 2/2, e 74-81. Petrovic trova ancora il canestro, ancora Raymond per il -7, a 20” dal termine. Fultz spende falli del bonus, ma la palla rimane saldamente dell’ XL, che trova un punto con Corbett. C’è tempo ancora per la tripla di Fultz, e finisce 79-84.
Tanti punti sprecati dalla lunetta, tanti rimbalzi lasciati agli ottimi atleti ospiti, per un Imola che non è riuscita a capitalizzare i 24 falli a favore, e che solo nel secondo tempo ha corretto il tiro pesante, riuscendo ad avvicinare i fuggitivi una volta nel terzo quarto, -6, poi nel quarto, -7, per due volte. Ultima gara al Ruggi per le Naturelle, che si chiude con una sconfitta, ma tanti applausi per tutti e soprattutto per BJ Raymond, che ha raccolto una carica di affetto alla fine commovente.

Le Naturelle Imola Basket – XL Extralight Montegranaro 79-84 (16-20, 14-20, 24-27, 25-17)
Le Naturelle Imola Basket: B.j. Raymond 23 (6/11, 1/8), Robert Fultz 20 (4/8, 4/7), Timothy jermaine Bowers 11 (1/5, 2/2), Alessandro Simioni 10 (3/7, 0/3), Nicholas Crow 8 (2/4, 1/4), Mattia Magrini 4 (1/1, 0/1), Emanuele Rossi 3 (1/4, 0/1), Marco Montanari 0 (0/0, 0/1), Nicola Calabrese 0 (0/0, 0/0), Saliou Ndaw 0 (0/0, 0/0), Thomas Wiltshire 0 (0/0, 0/0), Patricio Prato 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 19 / 29 – Rimbalzi: 32 6 + 26 (B.j. Raymond 10) – Assist: 10 (B.j. Raymond, Robert Fultz 3)
XL Extralight Montegranaro: Lamarshall Corbett 20 (5/7, 2/6), Kaspar Treier 11 (1/4, 3/7), Jeremy Simmons 10 (3/6, 0/1), Filippo Testa 10 (2/4, 2/4), Danilo Petrovic 10 (5/9, 0/1), Matteo Negri 7 (2/5, 1/2), Martino Mastellari 6 (0/0, 2/5), Valerio Amoroso 5 (1/2, 1/2), Matteo Palermo 5 (1/1, 1/2), Andrea Traini 0 (0/1, 0/3)
Tiri liberi: 8 / 11 – Rimbalzi: 45 10 + 35 (Jeremy Simmons 10) – Assist: 19 (Andrea Traini 9)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy