POUT G3 – Legnano travolge Piacenza e passa in vantaggio nella serie

POUT G3 – Legnano travolge Piacenza e passa in vantaggio nella serie

Con un primo tempo devastante di Raffa e una grande prova di squadra, Legnano batte agevolmente Piacenza e passa in vantaggio nella serie. Agli ospiti non basta Appling.

di Giovanni Colombo

Per gara-3 della finale playout di A2 la Axpo Legnano ospita al PalaBorsani la Bakery Piacenza. Coach Mazzetti schiera i Knights padroni di casa con Ferri, Raffa, Bianchi, Thomas e Bozzetto. Coach Di Carlo risponde con Green, Appling, Pastore, Castelli e Cassar.

PalaBorsani praticamente esaurito e discreta presenza di tifosi ospiti.

Il match inizia col canestro ad alta percentuale di Thomas, ma Legnano sbaglia tantissimo in attacco, Piacenza difende bene e ne approfitta assestando un parziale di 0-9 con Castelli e Cassar protagonisti. Raffa dall’arco interrompe il digiuno legnanese, ma Pastore risponde con la stessa arma per il 5-12. Lo stesso Pastore però è richiamato in panchina per i tre falli prematuri a suo carico. Piacenza arriva fino all’8-14, poi però Legnano con un’altra tripla di Raffa e una bella azione avviata e conclusa da Bianchi si riporta a -1 sul 13-14. Il timeout non aiuta gli ospiti, che subiscono subito dopo una gran schiacciata di Thomas e i liberi di Raffa che portano avanti i Knights sul 17-14. Cassar segna da sottomisura ma prende un tecnico per una bestemmia detta all’arbitro reclamando un fallo. Il resto del quarto è un monologo di Legnano, che assesta un parziale di 10-0 con due triple di Ferri e Raffa infallibile dalla lunetta. Al primo riposo si va dunque sul 27-16, con Legnano che ha un parziale aperto gigantesco di 19-2.

E il parziale si allarga subito con l’inizio della seconda frazione, coi canestri di Thomas (altra schiacciata) e Raffa. Punteggio sul 31-16, e Piacenza troppo brutta per essere vera, imprecisa in attacco ma soprattutto assente in difesa. La tripla di Appling interrompe il parziale negativo ma è davvero l’unico sussulto ospite, e i canestri di Serpilli portano sul 38-19 i Knights, che doppiano Piacenza. Un’altra tripla di Appling e un canestro di Castelli non bastano a evitare che il divario si allarga, fino al 46-24 griffato da una tripla improbabile di Raffa. Piacenza riesce a non perdere la testa, e assesta un controparziale di 2-11 (con tra l’altro le triple di Pastore e Castelli) riportandosi a -13 sul 48-35. Mazzetti chiama timeout e al rientro sul parquet Raffa colpisce dall’arco. Al riposo lungo si va sul 51-37 per Legnano dopo il canestro sottomisura di Castelli. Raffa ha 22 punti, col 67% al tiro e 4/5 da tre.

Il terzo quarto inizia con una tripla di Thomas, liberissimo di tirare dopo un extrapass. Per oltre tre minuti non segna più nessuno, poi Appling completa un gioco da tre punti, ma Ferri risponde con una tripla che vale il 57-40, e Piacenza perde per cinque falli un Cassar davvero negativo. Legnano, trascinata dagli ottimi Ferri e Bianchi torna oltre i venti punti di vantaggio, e sul 68-45 arriva il timeout per gli ospiti dopo un brutto turnover che è valso un canestro in campo aperto di Raffa. Il rientro sul parquet non è però positivo per la Bakery, che subisce l’ennesima schiacciata di Thomas. Legnano poi arriva al massimo vantaggio di +26 sul 73-47 con la tripla di Raffa. All’ultimo riposo si va sul 74-50, con Piacenza che al di là del punteggio appare totalmente fuori dal match.

L’ultimo quarto inizia con ulteriori. punti per Legnano che con Thomas e Raffa arrivafino al +28, sul 78-50. Thomas prima di chiudere il suo sontuoso match andando a rifiatare in panchina fa un’altra schiacciata, che vale l’80-52.  Il match non ha più nulla da dire pur mancando oltre metà quarto al termine. Piacenza si rifà un po’ sotto nel punteggio, ma senza mai tornare a meno di 17 punti di distacco. E proprio con questo margine finisce il match, sul 92-75 per Legnano che è apparsa squadra vera come mai in stagione si porta dunque in vantaggio 2-1 nella serie, e vincendo gara 4, ancora al PalaBorsani domenica 19 maggio, avrà la possibilità di chiudere la serie. Piacenza, per tornare a giocare in casa un’eventuale gara-5 dovrà cambiare tanto in ogni aspetto, dalla precisione al tiro (42% da due) all’intensità a rimbalzio, fino a una difesa tutta da rivedere.

Legnano-Piacenza 92-75 (27-16, 51-37, 74-50)

Legnano

Raffa 30, Thomas 21, Bianchi 7, Ferri 9, Bortolani 11, Bozzetto 3, Serpilli 9, Corti 2

Piacenza

Castelli 14, Appling 27, Cassar, Spera e Perego 4, Guerra 6, Pastore 13, Bracchi 3

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy