Lo scontro diretto va a Trieste: Treviglio capitola al supplementare

Lo scontro diretto va a Trieste: Treviglio capitola al supplementare

Treviglio cede a Trieste dopo un tempo supplementare (9-101) e perde uno scontro diretto importante sulla strada dei playoff.

Ci vuole un tempo supplementare per decretare la vincente di questo scontro diretto e al termine di 50’ di gioco è Trieste a spuntarla per 93-101 sulla Remer Treviglio: una partita molto combattuta sino alla fine che ha visto i ragazzi di Adriano Vertemati mantenere un minimo vantaggio sino all’ultimo e decisivo quarto nel quale i biancorossi sono riusciti a piazzare il sorpasso e quasi a portarsi a casa la vittoria; un successo solo rimandato ai minuti supplementari nei quali i tiri liberi l’hanno fatta da padrone con la mano dei triestini a rimanere ben ferma così come quella dei trevigliesi che dalla loro hanno pagato qualche errore di troppo dalla lunga distanza che alla fine ha pesato sulle sorti dell’incontro. Una sconfitta dolorosa per la Remer, soprattutto perché incassata da una diretta concorrente per i playoff, e ora sarà chiamata a una pronta reazione nei 3 match che restano da qui alla fine della stagione regolare (trasferta a Brescia, in casa con Treviso e chiusura a Legnano).

Adriano Vertemati schiera per la palla a due il quintetto base formato da Marino in regia, Turel e Kyzlink sugli esterni, Sorokas e Rossi sotto canestro; dall’altra parte coach Dalmasson manda in campo Bossi in cabina di regia, Nelson e Baldasso sugli esterni, Parks e Pipitone sotto le plance.

Il primo canestro del match è di Parks con un piazzato dalla media distanza, Treviglio invece ha un inizio macchinoso e trova i primi punti dopo più di 2’ con il capitano Lele Rossi. La contesa è accesa con Trieste che prova ad allungare ancora con Parks, Baldasso e Nelson, questa volta la Remer reagisce subito e piazza un parziale di 8-0 grazie alla coppia Kyzlink-Turel che la porta in vantaggio (13-9) con 4’10’’ sul cronometro. Reazione ospite con Parks e Canavesi ma è Treviglio ora a spingere con una tripla di Marino e un altro canestro di Kyzlink; ultimi minuti in cui la Remer mantiene le distanze con il 2/2 ai liberi di Kyzlink e Marino e i biancorossi a mantenersi a contatto con il canestro di Nelson chiudendo il primo quarto sotto 22-19.

La prima parte di secondo quarto è tutta di marca trevigliese: i ragazzi del coach Vertemati confezionano un parziale di 9-0 che li spinge sul 31-19, break costruito grazie ai canestri di Marino, Turel, Sorokas e Tambone che fanno esplodere il PalaFacchetti. A cavallo del quarto si svegliano gli ospiti con un contropiarziale di 10-2 grazie ai 4 punti di Parks e alle realizzazioni di Nelson, Pipitone e Baldasso, riportandosi a -5 (34-29). Reazione trevigliese con il canestro del capitano Lele Rossi ma i biancorossi sono decisi a impattare il risultato e si avvicinano ulteriormente con la tripla di Baldasso e la schiacciata di Parks per il -2 (36-34); con 1’30’’ sul cronometro s’infiammano i ragazzi del coach Vertemati con un parziale di 6-0 grazie ai canestri di Rossi, Kyzlink e Sorokas che mandano le squadre negli spogliatoi sul 42-34 biancoblu.

È Sorokas a riaprire le danze con un canestro dalla media distanza, Trieste però risponde immediatamente con un parziale di 7-0 con i liberi di Nelson, la tripla di Prandin e il canestro da sotto di Pipitone, riportandosi a -3 (44-41); il lituano della Remer ridà fiato ai suoi ma gli ospiti sono rientrati in campo con il coltello tra i denti e accorciano ancora con due canestri in area di Pipitone e Parks, complici anche alcune sviste della difesa biancoblu, raggiungendo il -1 (46-45). Botta e risposta tra Rossi e Prandin in penetrazione, Treviglio vuole però rimettere le cose in chiaro e piazza due triple con Marino e Kyzlink che ricacciano indietro i triestini (54-47), con Bossi a ripagare con la stessa moneta con 4’ sul cronometro. Chillo fa 1/2 dalla lunetta, rispondono subito i biancorossi con due canestri dei soliti Pipitone e Bossi che ricuciono il divario a 1 sola lunghezza (55-54), con coach Vertemati costretto al time out per cercare di fermare il rientro ospite. La reazione biancoblu arriva con il canestro da sotto di Chillo, Trieste però è più pimpante e piazza il sorpasso con i canestri di Coronica e Pecile (57-58); si entra nell’ultimo minuto e c’è il contro-sorpasso trevigliese con la penetrazione di Kyzlink e la tripla di Tambone (62-58), risposta triestina con un’altra bomba di Bossi (62-61), Tambone fa 1/2 ai liberi e chiude il terzo quarto sul 63-61 a favore della formazione di casa.

Iniziano gli ultimi 10’ di gioco e Treviglio si affida ai liberi di Chillo e Sorokas per mantenere il vantaggio, Trieste però dimostra di essere più ispirata e prima accorcia con i canestri dalla media distanza di Pecile e Canavesi e poi piazza il sorpasso con il gioco da tre punti di Parks (66-68). Marino impatta subito in penetrazione (68-68), gli ospiti non demordono e allungano con 4 punti di Canavesi (68-72) che costringono il coach Vertemati a un nuovo time out con 6’50’’ sul cronometro. Al rientro sul parquet Turel fa 1/2 dalla lunetta (69-72), seguono una serie di attacchi inconcludenti da entrambe le parti chiusi dalla perentoria schiacciata Lele Rossi su assist di Tommy Marino (71-72) che fa esplodere il PalaFacchetti, preludio al sorpasso trevigliese con il 2/2 ai liberi di Sorokas (73-72) con poco meno di 5’ da giocare. La reazione triestina non si fa attendere e arriva con il canestro dalla media di Pecile e l’1/2 dalla lunetta di Parks, botta e risposta da 3 punti tra Marino e Parks (76-78) ad aprire una serie di azioni in cui nessuna delle due squadre riesce a bucare la retina fino al canestro in penetrazione di Pecile che firma il +4 biancorosso (76-40) con 1’28’’ sul cronometro, costringendo Vertemati al time out. Al ritorno sul parquet Marino fa 2/2 ai liberi (78-80), gran difesa trevigliese che costringe Parks all’errore nell’azione successiva e altro 2/2 dalla lunetta del play senese della Remer per il pareggio (80-80); Pecile s’inventa un canestro impossibile cadendo all’indietro in area per il vantaggio Trieste (80-82) con poco più di 30’’ da giocare, Treviglio si affida ancora ai liberi con il 2/2 di Sorokas (82-82), altra gran difesa biancoblu che annulla il possesso triestino ma non riesce a trovare il sorpasso con la tripla allo scadere di Tambone che si spegne sul ferro.

Si va ai supplementari ed è Parks a riaprire le danze con un canestro da sotto per una Trieste che si porta oltre il possesso di vantaggio con il 2/2 dalla lunetta di Nelson e l’1/2 di Bossi (82-87). Treviglio fa fatica a trovare la via del canestro per la difesa molto fisica dei biancorossi, ci riesce dopo 2’ con la penetrazione di Marino (84-87) a cui però risponde subito Bossi da sotto (84-89), la Remer prova a colpire senza esito dalla lunga distanza e coach Vertemati preferisce ricorrere al time out per riordinare le idee dei suoi con 1’55’’ da giocare. Al rientro Marino e Kyzlink sbagliano ancora da 3 punti e Trieste chiude i conti con i canestri di Parks e Canavesi (84-93) a 1’ dalla sirena; l’ultimo giro di orologio si gioca ai liberi con il 4/4 di Marino e il 2/2 di Pecile, Kyzlink riesce finalmente a trovare la conclusione dalla lunga distanza e va a segno anche in penetrazione (93-99),  il protagonista dalla linea dei liberi è però Nelson che fa 6/6 e chiude regala a Trieste una vittoria importantissima con il punteggio finale di 93-101.

Titolo di MVP assegnato a Jordan Parks: lo statunitense è risultato decisivo su entrambi i lati del campo e chiude con una doppia doppia di tutto rispetto da 27 punti e ben 19 rimbalzi, per un positivo 28 di valutazione finale; importanti per la vittoria biancorossi anche la prestazione di Nelson (19 punti, 6 rimbalzi e 6 assist) e la doppia cifra di Canavesi (14 punti) e Pecile (12 punti, 4 assist e tanta personalità nel quarto quarto).

Per Treviglio non bastano le ottime prestazioni di Marino (25 punti, 8 assist, 31 di valutazione), Kyzlink (19 punti, 5 rimbalzi, 4 assist), Sorokas (doppia doppia da 17 punti e 10 rimbalzi) e Rossi (10 punti, 9 rimbalzi).

 

Remer Treviglio 93–101 Alma-Agenzia per il Lavoro Trieste (parziali: 22-19, 42-34, 63-61, 82-82)

Remer Treviglio: Ferri, Chillo 4, Kyzlink 19, Sorokas 17, Rota n.e., Marino 25, Spatti, Tambone 9, Rossi 10, Turel 9. All. Vertemati

Alma-Agenzia per il Lavoro Trieste: Parks 27, Bossi 8, Coronica 2, Gobbato n.e., Nelson 19, Ferraro n.e., Pecile 12, Baldasso 8, Prandin 5, Pipitone 6, Canavesi 14. All. Dalmasson

StatisticheTreviglio: 20/35 da 2, 10/35 da 3, 30/70 totale, 23/28 ai liberi; Trieste: 34/56 da 2, 6/27 da 3, 40/83 totale, 15/20 ai liberi

Arbitri dell’incontro: Valerio Grigioni di Roma (RM), Alessandro Saraceni di Zola Predosa (BO), Umberto Tallon di Bologna (BO)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy