L’OraSì riparte dalla difesa: batte Piacenza e scaccia la crisi

L’OraSì riparte dalla difesa: batte Piacenza e scaccia la crisi

OraSì Ravenna – Assigeco Piacenza 71-56

di Luca Bolognesi, @lucabolla33

È un’OraSì che riparte dall’attenzione difensiva quella che batte nettamente in casa l’Assigeco Piacenza per 71-56, tornando alla vittoria dopo 3 sconfitte consecutive. Il break decisivo arriva nel secondo quarto quando Ravenna tiene gli avversari a secco per oltre 6’ e con il parziale di 22-4 prende il controllo del match, guidata in attacco dai canestri di Matteo Montano. Il bolognese, in doppia cifra con 15 punti assieme agli americani Rice e Grant (14), ha il merito di applicarsi al meglio anche a livello difensivo, portando un contributo su entrambi i lati del campo. Per Piacenza non basta invece la grande prestazione di Guyton, top scorer con 20 punti e 5 bombe.

LA PARTITA

Alla palla a due Coach Antimo Martino conferma la fiducia al suo quintetto base con Sgorbati e Rice esterni, Giachetti in regia e la coppia Masciadri-Grant sotto i tabelloni. Per Coach Zanchi Sanguinetti e Formenti affiancano capitan Infante e i due americani Guyton e Arledge, che apre il match con una schiacciata. Piacenza conduce per i primi minuti e la tripla di Guyton vale il 4-7, ma l’OraSì reagisce immediatamente e con la schiacciata di Grant trova il primo vantaggio per 10-8. Il contro-sorpasso ospite è quasi immediato e l’Assigeco allunga sul 10-14 con il canestro di Fontecchio, chiudendo un primo quarto ben poco fluido a +4 sul 12-16.

In apertura di secondo periodo Ravenna alza ancora l’intensità difensiva e piazza il parziale decisivo, guidata da un ottimo Matteo Montano, che firma il canestro del 16 pari. Un libero di Chiumenti segna il sorpasso 17-16, mentre l’OraSì produce 3 palle recuperate nell’arco di un minuto, ma non concretizza in contropiede. La difesa dei padroni di casa è decisiva nel prolungare il parziale fino a 10-0, con gli ospiti che restano a secco di punti per 6’ abbondanti. La tripla di Rice e il canestro di Montano valgono il 24-16, prima che il canestro di Oxilia chiuda la striscia negativa dell’Assigeco. Ravenna non si ferma e i 5 punti in fila di Montano segnano il 32-20, prima che Grant arrotondi il parziale del secondo quarto a 22-4, con l’OraSì che torna negli spogliatoi avanti 34-20.

Al rientro dall’intervallo lungo la schiacciata a rimbalzo d’attacco di Grant scalda il pubblico del Pala De Andrè e lo stesso centro americano firma poco dopo il 38-20. Piacenza prova a rialzarsi con le triple di Guyton e Reati che valgono il 40-26, ma ancora Grant con un’altra schiacciata segna il nuovo +18 sul 44-26. Il massimo vantaggio per i padroni di casa arriva poco dopo sul +22 con le bombe di Masciadri e Sgorbati per il 54-32, poi un altro canestro dalla distanza di Guyton accorcia le distanze sul 54-37 con cui si chiude il terzo quarto.

Il quarto periodo è aperto dall’ennesima bomba di Guyton per il 54-40, ma è Rice a rispondere subito e a mettere in ghiaccio la partita per l’OraSì (57-40). Piacenza prova ancora a rientrare con i canestri dalla lunga distanza del solito Guyton e di capitan Infante per il 64-51, ma i padroni di casa gestiscono bene il vantaggio, con anche il giovane Vitale a portare il suo contributo con un canestro e fallo per il 70-53. Gli ultimi minuti si prolungano a causa dei molti falli e sia Chiumenti che Masciadri escono per 5 falli, ma l’OraSì mantiene abbastanza facilmente il vantaggio e chiude sul 71-56 con i tifosi ravennati in festa per il ritrovato successo.

OraSì Ravenna – Assigeco Piacenza 71-56 (12-16, 34-20, 54-37)

Ravenna: Scaccabarozzi ne, Montano 15, Sgorbati 3, Giachetti 5, Chiumenti 7, Raschi, Esposito, Masciadri 9, Cinti ne, Vitale 4, Rice 14, Grant 14. All Martino.

Piacenza: Guyton 20, Sanguinetti 4, Diouf 1, Fontecchio 2, Formenti 2, Infante 8, Dincic ne, Seye ne, Livelli ne, Arledge 10, Oxilia 6, Reati 3. All. Zanchi.

Fotogallery a cura di Daniele Ricci

Orasì Ravenna

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy