Lucca batte Treviglio al supplementare, esordio thrilling per Mecacci

Lucca batte Treviglio al supplementare, esordio thrilling per Mecacci

Commenta per primo!
Arcanthea Lucca – Remer Treviglio 100-97 dts
ARCANTHEA: Deloach 28, Panzini 11, Sgobba, Valenti 4, Santarossa 4, Motta, Banti 19, Parente 23, Conger 11, Di Giacomo. All. Mecacci
REMER: Alessandri 6, Carnovali 11, Kyzlink 11, Marino 13, Flaccadori, Spatti, De Paoli 3, Ihedioha 12, Rossi 15, Gadson 26. All. Vertemati
ARBITRI: Canestrelli, Perciavalle, Mottola
NOTE: parziali 24-20, 46-45, 60-61, 85-85. Spettatori 900 circa. Fallo tecnico a Valenti al 19’27”, alla panchina lucchese al 28’03”. Fallo antisportivo a Panzini al 32’18”, Uscito per 5 falli Marino a 39’52”

L’era Mecacci inizia con un successo ai supplementari di fronte a un PalaTagliate in festa. Un successo fortemente voluto dal gruppo, dalla squadra e da tutto l’ambiente contro un’ottima formazione, capace di giocare a viso aperto per tutto l’incontro e di presentarsi avanti di 5 punti a 2 minuti dalla fine. Ma a prevalere alla fine è stata la voglia di vincere. Più forte dei due falli tecnici – uno per simulazione a Valenti e uno alla panchina – e un fallo antisportivo fischiato a Panzini in avvio di ultimo quarto.
Il nuovo coach sceglie di lanciare Valenti in quintetto per prendersi cura di Rossi ma l’incontro si rivela ben presto una partita a scacchi tra due allenatori che si conoscono e alternano le difese a ripetizione. Il primo strappo lo danno gli ospiti con un break messo a segno da Gadson, ma Lucca è viva e in uscita dal time-out pesca Deloach ispiratissimo in penetrazione. La risposta – da applausi – si concretizza con un pick and roll tra Deloach e Banti, poi nel secondo quarto i biancorossi aumentano il ritmo, prendono le misure alla zona di Vertemati e volano prima sul 29-21 e poi sul 39-29. La reazione di Treviglio però non tarda ad arrivare e, con la complicità di un fallo tecnico (dubbio) per simulazione fischiato a Valenti, gli ospiti vanno al riposo sotto di un punto.
Dallo spogliatoio si esce in perfetto equilibrio con punteggi bassi e l’incontro che si trasforma in una partita a scacchi dalla quale Treviglio esce avanti nonostante un canestro di Deloach sulla sirena del terzo quarto. Ma è nell’ultimo periodo che le emozioni si sprecano perché Alessandri, Gadson e Marino riportano i lombardi sul 64-70 ed è a quel punto che Deloach prende per mano i suoi e recupera punto su punto. A 42 secondi dalla fine, Marino segna la tripla dell’80-84 e l’impressione è che abbia chiuso tutti i giochi, ma Parente non è d’accordo e risponde dall’arco e quando subito dopo Marino fa 1/2 dalla lunetta, Banti dall’altra parte segna in semigancio e porta tutti al supplementare.
Ed è nell’extratime che si concretizza il capolavoro dei biancorossi con Parente che veste i panni del protagonista assoluto, Deloach che in penetrazione fa quello che vuole e l’alley-oop tra Conger e Deloach che sul 100-95 chiude tutti i giochi e infiamma il Palatagliate.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy