L’Unieuro spegne la luce, Treviso vince lo scontro diretto

L’Unieuro spegne la luce, Treviso vince lo scontro diretto

Con un parziale di 10-0 negli ultimi due minuti del secondo quarto e una super terza frazione la De’ Longhi ha la meglio di una nervosa Forlì.

di Gianmarco Tonetto

DE’ LONGHI TREVISO BASKET – UNIEURO FORLI’ 84-52 (15-17, 38-28, 65-42)

DE’ LONGHI TREVISO: Tessitori 13 (6/8, 0/1), Burnett 8 (2/7, 1/1), Sarto, Alviti 6 (1/1, 1/3), Wayns 15 (3/8, 3/6), Antonutti 16 (5/6, 2/4), Imbrò 13 (0/1, 3/5), Chillo 6 (2/3, 0/1), Uglietti 1 (0/2 da 2), Lombardi 6 (3/4, 0/1), ne: Barbante.

UNIEURO FORLI’: Tremolada 2 (1/1 da 2), Marini 7 (1/4, 1/5), Donzelli 6 (2/4, 0/3), Bonacini 10 (2/3, 1/2), Piazza (0/1 da 3), Oxilia 2 (1/6, 0/1), Lawson 17 (6/10, 1/2), De Laurentiis 4 (1/1, 0/1), Johnson 4 (1/7, 0/4), ne: Dilas.

NOTE: pq 15-17, sq 38-28, tq 65-42. Tiri liberi: Treviso 10/13, Forlì 13/16. Rimbalzi: Treviso 33 (Tessitori 1+6), Forlì 35 (Lawson 1+8). Assist: Treviso 19 (Uglietti 5), Forlì 8 (Bonacini 3).

Il big match dell’undicesima giornata si gioca al Palaverde e vede contrapporsi la De’ Longhi alla Unieuro Forlì, a Treviso si respira aria di alta classifica e la vincitrice di oggi si proporrà come seconda forza del campionato all’inseguimento della corazzata Fortitudo. La partita è a punteggio basso sia per merito delle spigolose difese, che a causa di percentuali non adeguate e viaggia sui binari dell’equilibrio per 18 minuti, dopodiché la De’ Longhi dà una sterzata con un 10-0 di parziale che le permette di chiudere il primo tempo in vantaggio 38-28, al rientro Forlì non c’è proprio e di fatto Treviso la chiude in questa frazione, l’ultimo periodo serve solamente a sistemare le statistiche e a dare spazio ai giovani. Finisce con la larga vittoria dei padroni di casa per

PRIMO PERIODO: lo starting five trevigiano è costituito da Wayns, Burnett, Alviti, Lombardi e Tessitori, mentre i cinque scelti da coach Valli sono Bonacini, Marini, Donzelli, Oxilia e Lawson. Il ritmo è fin da subito forsennato, entrambe le squadre cercano la transizione e tiri nei primi quindici secondi dell’azione, ne consegue che le percentuali non sono molto alte e a metà frazione il risultato è sul 6-6 a testimonianza dell’attuale equilibrio. La musica non cambia nei successivi cinque minuti, Menetti ricorre alla propria panchina per tenere alti ritmo ed intensità, l’Unieuro è più corta ma anche Valli prova qualche cambio. Le percentuali si alzano ma per il momento resta una gara a punteggio basso con difese molto spigolose e alla prima sirena il tabellone dice 15-17 per gli ospiti.

SECONDO PERIODO: la seconda frazione comincia con tre minuti di autentico delirio con errori grossolani a pochi centimetri dal canestro da ambo le parti, c’è decisamente troppa frenesia in campo e coach Valli decide di chiamare un time out per riordinare le idee (20-19, 6:40). Il rientro in campo dei biancorossi non è dei migliori e dopo appena un minuto di gioco, Forlì si gioca la seconda interruzione tecnica (24-19, 5:40). Tornata in campo, la formazione forlivese mette a segno un parziale di 4-0 riportando di nuovo il punteggio in parità e costringendo Menetti al time out discrezionale (24-24, 4:25). Nei cinque minuti che restano prima della pausa lunga la De’ Longhi tenta l’allungo cominciando con una difesa alta a tutto campo, sale il conto dei recuperi e migliora anche la fluidità offensiva contro la difesa schierata e alla fine del primo tempo il punteggio dice +10 TVB sul 38-28.

TERZO PERIODO: in apertura Treviso si porta ulteriormente avanti e sembra avere preso saldamente in mano le redini della partita. Nella fase centrale della frazione l’Unieuro prova a rientrare con Bonacini, ma il playmaker da solo non può molto e così i padroni di casa all’alba dell’ultimo minuti trovano il massimo vantaggio a quota 21, per poi chiudere sul +23 grazie alla magia di Imbrò da centro campo sulla sirena. Si affronta così l’ultimo quarto con la De’ Longhi avanti 65-42.

QUARTO PERIODO: gli ultimi dieci minuti di partita hanno ben poco da raccontare e li possiamo definire poco più che garbage time. La De’ Longhi allunga ulteriormente arrivando fino al +34, per poi chiuderla 84-52.

MVP BASKETINSIDE: Michele Antonutti 16 punti (7/12 dal campo), 4 rimbalzi, 2 recuperi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy