Mantova batte una coriacea Treviso e vola in testa all’A2 Est

Mantova batte una coriacea Treviso e vola in testa all’A2 Est

Dopo una partita intensa e fisica Mantova supera la De Longhi grazie ai 21 punti del capitano Klaudio Ndoja. Ai veneti non basta un grande Agustin Fabi da 22 punti.

Commenta per primo!

Nella splendida cornice di pubblico del PalaBam (circa 3000 tifosi, di cui 600 trevigiani) si affrontano le regine dell’A2 Est, Mantova e Treviso appaiate in testa alla classifica a quota 40 punti. Indisponibili Fumagalli per la Dinamica e Fantinelli per la De Longhi che all’andata fu protagonista con una tripla doppia da 25 punti, 11 assist e 11 rimbalzi nella gara vinta 91-87 dopo 55 minuti dai veneti.

I primi canestri sono tutti di firma mantovana con Hurtt, la bomba di Ndoja e altri due liberi del lungo albanese. Il timeout di Pillastrini accende Treviso che si scatena con un contro-break di 8-0 che fa passare in vantaggio i veneti che soffrono sotto i tabelloni a causa anche della rinuncia forzata di Ancellotti (2 falli dopo 90 secondi di partita). Le difese concedono molto allo spettacolo, soprattutto Mantova che soffre in transizione le conclusioni di Fabi (già a quota 11 dopo 10 minuti). Nel finale Busetto accorcia con una tripla sul 20-19 prima che Gergati a fil di sirena risponda con una bomba a sua volta che fissa il punteggio sul tabellone sul 23-19.

Fabi e Powell portano nuovamente avanti Treviso sul 24-23. La Dinamica in attacco fatica a concretizzare vista la giornata no di Hurtt e Moraschini, impreciso sotto canestro e distratto in difesa nelle coperture su Abbott e Fabi. Mantova mette la freccia due volte grazie alle triple di Amici e Gergati, ma Treviso non molla e mantiene il distacco al minimo. 4 punti consecutivi di Gandini allungano il vantaggio sul +5. I biancorossi volano sul +7, ma vengono ripresi sul finale dalla tripla di Abbott prima che il libero di Di Bella chiuda i conti del primo tempo sul 44-39.

Il terzo periodo è traumatico per gli Stings che subiscono una serie di canestri di fila che portano la firma di Fabi e Abbott. Tanti i tiri aperti concessi proprio all’ex Forlì e Chieti e lo spazio lasciato al capitano trevigiano. In pochi tiri Treviso raggiunge, supera e si porta sul 52-47 prima che Martelossi fermi tutto chiamando un timeout. Il minuto di sospensione fa bene ai padroni di casa che in pochi secondi trovano la bomba di Di Bella per il 50-52. Il finale di quarto è punto a punto con Simms che negli ultimi secondi trova un canestro da sotto firmando il 56 pari.

Nell’ultimo quarto salgono i decibel per le due tifoserie nell’impianto mantovano. La battaglia per il vantaggio si protrae per 5 minuti abbondanti con le squadre che si rispondono colpo su colpo senza risparmiarsi colpi duri (Fabi è out per una botta al ginocchio, Ancellotti si prende un colpo in faccia involontario su un tagliafuori). L’equilibrio viene spezzato improvvisamente dalla bomba dall’angolo di Di Bella (65-63 al 36′). I due minuti successivi trascorrono con intensità e fisicità, ma senza che le due squadre segnino. A far esplodere il PalaBam è la tripla di Ndoja e i successivi 2 punti di Simms dalla media distanza (grande protagonista l’americano con 12 rimbalzi, 6 stoppate e 8 punti). Treviso non è doma e con 4 punti di Moretti torna a -2. Doppio timeout per i due allenatori con Mantova che gestisce l’ultimo possesso. La De Longhi decide di non commettere fallo e lascia la palla ai padroni di casa che la mantengono, pur con qualche brivido, fino alla sirena finale che sancisce la vittoria 21esima vittoria stagionale dei biancorossi.

Bel clima a fine gara coi tifosi delle due squadre che cantano all’unisono e concludono nel migliore dei modi una serata di grande sport al PalaBam.

IL TABELLINO DELLA GARA

Dinamica Generale Mantova – De Longhi Treviso 70-68 (23-19; 44-39; 56-56)

Dinamica Generale Mantova : Di Bella 10, Ndoja 21, Simms 8, Hurtt 5, Amici 12, Moraschini 4, Gandini 4, Gergati 6, Masenelli DNP, Alviti DNP, Fumagalli DNP, Battistini DNP. Coach: Alberto Martelossi.

De Longhi Treviso: Abbott 13, Moretti 6, Fabi 22, Powell 8, Ancelotti 2, Malbasa, Busetto 3, Rinaldi 10, Negri 4, De Zardo DNP, Spessotto DNP, Gatto DNP. Coach: Stefano Pillastrini.

Fotogallery a cura dei nostri inviati

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy