Mantova lotta ma non basta, Montegranaro corsara alla Grana Padano Arena

Mantova lotta ma non basta, Montegranaro corsara alla Grana Padano Arena

di Alberto Carmone

Gli Stings steccano l’ultimo appuntamento casalingo del 2018 venendo sconfitti 70-65 con Montegranaro. Si interrompe così la striscia di due vittorie consecutive di Mantova.

Avvio di gara ad alti ritmi con Mantova e Montegranaro che si danno battaglia a viso aperto. Capitan Ghersetti firma i primi punti dei biancorossi che vengono però puniti in alcune disattenzioni difensive da Corbett e Amoroso. Gli Stings perdono continuità in attacco e l’XL Extralight può così acquisire ritmo in attacco andando sul +8. Veideman suona la carica e ricuce il passivo riportando gli Stings vicini ai marchigiani fino al -1. Coach Pancotto fa ruotare tutta la sua panchina e con un quintetto più fresco torna sul +6. Sempre Veideman e Ghersetti sono però bravi a recuperare fino al -1 con una schiacciata dell’estone (23-24 al 10’).

Secondo quarto più tosto a livello fisico col gioco molto spezzettato dai falli. La gara si innervosisce anche se vede gli Stings tenere il vantaggio con Visconti. Montegranaro spreca tanto in attacco, ma Mantova non ne approfitta e il parziale di 6-3 dopo 6 minuti la dice lunga. La bomba di Treier ridà slancio ai gialloblù che passano in vantaggio sfruttando anche qualche decisione controversa degli arbitri contro gli Stings. Veideman (13 punti nel primo tempo) inventa il canestro del -1, ma Corbett sulla sirena del primo tempo realizza da 8 metri abbondanti il +4 con cui si va al riposo lungo (35-39 al 20’).

Nel terzo periodo di gioco parte meglio Montegranaro con Simmons e Palermo andando al +8 (39-47 al 23’). Veideman e Raspino ridanno però slancio a Mantova trovando il pareggio con un parziale di 8-0. Gli Stings si sentono in fiducia e lottano su ogni pallone rendendo difficile ogni attacco di Montegranaro. Gli ospiti faticano a costruire azioni offensive grazie alla difesa tosta di Ferrara e Visconti. La difesa aggressiva però sovraccarica di falli una Mantova dalle rotazioni molto ridotte. Gli Stings limitano Corbett e con un Morse in palla a livello di punti e rimbalzi offensivi chiudono il terzo quarto in vantaggio 53-52.

L’ultimo quarto vede Mantova ancora più in difficoltà nella situazione falli con Raspino e Morse a quota 4. Montegranaro avrebbe l’occasione per far male agli Stings ma fallisce tanti canestri facili con Simmons e Negri. Una Pompea affaticata non riesce a sbloccarsi e la situazione continua così a rimanere in equilibrio. Col passare dei minuti anche Veideman e Ferrara raggiungono 4 falli e questo limita la difesa dei biancorossi. Montegranaro raggiunge il +4 con Raspino che non trova la bomba che potrebbe riaprire la partita. Mastellari punisce così gli Stings firmando il 59-66 a 80 secondi dalla fine. Sembra finita ma due giocate di Visconti e Maspero rimettono Mantova in gioco. Sul -4 Mantova sbaglia il canestro del -2 e ai liberi Montegranaro è più lucida per siglare il 70-65 finale e portare a casa la sesta vittoria in sette trasferte.

Comunque ottima partita da parte della Pompea che però paga anche le scarse percentuali ai liberi (12/22).

Pompea Mantova – XL Extralight Montegranaro 65-70 (23-24, 12-15, 18-13, 12-18)
Pompea Mantova: Rain Veideman 20 (5/13, 2/6), Riccardo Visconti 13 (1/2, 3/4), Mario jose Ghersetti 10 (3/7, 1/4), Anthony Morse 9 (3/9, 0/0), Tommaso Raspino 9 (3/8, 1/3), Lorenzo Maspero 3 (1/4, 0/2), Matteo Ferrara 1 (0/0, 0/1), Giovanni Poggi 0 (0/0, 0/0), Alessandro Tosi 0 (0/0, 0/0), Andrea Albertini 0 (0/0, 0/0), Francesco Guerra 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 12 / 22 – Rimbalzi: 41 16 + 25 (Anthony Morse 12) – Assist: 12 (Rain Veideman 4)
XL Extralight Montegranaro: Valerio Amoroso 18 (0/2, 5/5), Jeremy Simmons 13 (6/11, 0/0), Matteo Palermo 9 (1/3, 2/4), Lamarshall Corbett 8 (1/5, 2/9), Andrea Traini 6 (2/5, 0/1), Kaspar Treier 5 (1/3, 1/2), Matteo Negri 4 (1/3, 0/1), Martino Mastellari 4 (0/0, 1/3), Filippo Testa 3 (0/0, 1/1), Danilo Petrovic 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 10 / 18 – Rimbalzi: 34 7 + 27 (Jeremy Simmons 10) – Assist: 13 (Matteo Palermo 4)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy