Matera affonda nel match senza domani, Jesi espugna il PalaSassi

Matera affonda nel match senza domani, Jesi espugna il PalaSassi

La Bawer non riesce ad interrompere il suo periodo nero e inciampa anche nella partita fondamentale per le sorti della stagione. Jesi porta a casa il match grazie ai 18 punti del capitano Santiangeli

Al PalaSassi di Matera va in scena una partita decisiva in chiave salvezza, fra i padroni di casa della Bawer e l’Aurora Basket Jesi, terzultima in classifica con 12 punti. Una partita senza domani, soprattutto per i biancazzurri, che sono reduci da una settimana turbolenta che ha visto l’arrivo di Federico Lestini – convocato per la partita contro Jesi – e il secondo cambio della guida tecnica, con Dimitri Patella che è subentrato al posto di Luigi Gresta.

Coach Patella schiera dal primo minuto il quintetto composto da Chase, Cantagalli, Okoye, Corral e il nuovo innesto Lestini. Risponde coach Lasi con il classico starting five formato da Greene, ex di giornata, Santiangeli, Gueye, Hunter e Paci. Da segnalare uno striscione contro l’esonero di Luigi Gresta, esposto dalla tifoseria materana.

PRIMO QUARTO

Palla a due vinta da Neiko Hunter, ma è lo stesso prodotto di Middle Tennessee a trovare l’errore, mentre dall’altra parte non sbaglia Stan Okoye, che inchioda a canestro l’alley-oop alzato da Cantagalli, dando un chiaro segnale alla partita, ma Josh Greene risponde segnando il tiro in sospensione. Ritmo alto sin dalle prime battute, soprattutto da parte dei materani, che trovano altri punti importanti con Diego Corral, che piazza da solo un break di 6-0 che costringe coach Lasi a chiamare il primo timeout dell’incontro, sul punteggio di 8-2. Il solito Corral mette a referto altri due punti in semigancio, salendo subito in doppia cifra. Un’altra schiacciata di Okoye vale la doppia cifra di vantaggio, con Jesi che appare sorpresa dall’avvio dei lucani. Ma negli ultimi minuti è brava l’Aurora a piazzare il break di 7-0 che le permette di rientrare in partita: il primo periodo si chiude sul 14-11 a favore della Bawer.

SECONDO QUARTO

Chase in sospensione firma il +5 della Bawer, mentre dall’altra parte Maganza fa 1/2 dalla lunetta. I materani trovano ancora il canestro, questa volta con Daniele Mastrangelo, ma in difesa pagano le leggerezze a rimbalzo che consentono agli ospiti di mettere a segno tre punti sfruttando tre extrapossessi (18-15). Jesi mette la freccia grazie all’ennesimo errore dall’arco di Lestini e ad un mini-parziale di 4-0. Rugolo riporta la Bawer al comando con due liberi messi a segno, ma arriva il controsorpasso da parte di Maganza, un’altro ex di giornata. Lestini continua a trovare nient’altro che il ferro, mentre Ousmane Gueye non sbaglia da tre. È ancora Corral a sbloccare i suoi con il suo solito semigancio. Il jumper di Greene dalla media vale il 22-26, cui segue la tripla segnata da Neiko Hunter. Coach Patella richiama i suoi in panchina per un minuto di sospensione. Negli ultimi due minuti arriva un mini-break di 5-0 grazie alla tripla di Lestini ed ai due punti di Okoye (33-34). Si va negli spogliatoi per l’intervallo lungo sul 37-39.

TERZO QUARTO

L’Aurora Jesi parte bene e raggiunge la doppia cifra di vantaggio con Paci, Hunter e Santiangeli, mentre la Bawer non riesce a trovare la via del canestro. Dopo addirittura cinque minuti arrivano i primi punti materani, con i canestri di Corral e Lestini. A tre minuti dalla fine del quarto la Bawer si avvicina faticosamente, portandosi sul 47-51. Lestini trova il -2 dalla lunetta, Hunter trova l’errore mentre dall’altra parte Chase innesca Okoye che inchioda la schiacciata e sfoga la frustrazione che teneva con sé, firmando il 51-51 e costringendo coach Lasi al timeout. Al rientro in campo arrivano i due punti di Bertocco, ma la bomba di Hunter fa calare il silenzio nel PalaSassi. Silenzio che però scompare in un amen grazie a Lestini che trova la tripla. Si va all’ultimo mini-intervallo sul punteggio di 56-54.

ULTIMO QUARTO

La Bawer si porta sul +5 grazie ad Okoye e Lestini, ma Gueye mette a segno una tripla da casa sua. L’Aurora è alle prese con i problemi di falli, con Greene che raggiunge il suo quarto personale. Maganza e Santiangeli firmano un 5-0 di parziale che vale il +1 a 5′ dal termine. Bravo Zaharie a segnare sulla sirena dei 24”, ma il solito Santiangeli firma da solo un break di 7-0 che vale il +6 a 2’30” dal termine (64-70). Matera riesce a tornare in partita soltanto a 29” dal termine, quando Okoye innesca Corral che appoggia i punti del -3. Okoye prova inutilmente a tenere a galla i suoi, ma Jesi la chiude segnando i tiri liberi. Finisce 74-77, Jesi trova il suo quattordicesimo punto in classifica, mentre il periodo nero della Bawer continua, con l’ambiente materano che teme che l’incubo della retrocessione possa diventare una realtà.

MVP Basketinside: Marco Santiangeli

BAWER MATERA – AURORA BASKET JESI 74-77 (14-11; 23-28; 19-15; 18-23)

MATERA: Chase 11, Mastrangelo 2, Corral 14, Okoye 23, Cantagalli 2, Rugolo 2, Santarsia n.e., Lestini 13, Bertocco 5, Zaharie 2. Coach: Patella.

JESI: Greene 8, Hunter 13, Battisti 2, Lucarelli n.e., Maganza 13, Janelidze 2, Paci 4, Santiangeli 18, Picarelli n.e., Gueye 17. Coach: Lasi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy