Matera, la cura Gresta fa effetto: battuta Bologna

Matera, la cura Gresta fa effetto: battuta Bologna

Commenta per primo!

Al PalaSassi di Matera va in scena per la prima volta nella storia Bawer-Fortitudo Bologna. Pubblico delle grandi occasioni, con un buon numero di tifosi bolognesi, per assistere ad un incontro fra due compagini in condizioni di forma molto diverse, con i padroni di casa che sono alla ricerca del primo referto rosa dell’era Gresta mentre gli ospiti sono reduci da due vittorie consecutive.

Coach Gresta schiera il quintetto base composto da Guarino, Mastrangelo, Okoye, Hamilton e Corral. Coach Boniciolli risponde con Candi, Flowers, Raucci, Daniel e Quaglia.

PRIMO QUARTO: Primo possesso, primi due punti per la Bawer firmati da Ashley Hamilton. Nelle prime battute di gioco sono le due difese a prevalere, tanto che il punteggio rimane invariato fino al terzo minuto a causa dei primi quattro punti bolognesi realizzati da Jonte Flowers, ai quali risponde Stan Okoye. Buona difesa dei materani che riesce a forzare le palle perse fortitudine, dalle quali poi è Guarino ad innescare il contropiede materano. La Bawer si porta sul 14-9 grazie ai punti realizzati da Mastrangelo e Corral. La Fortitudo accorcia ad un massimo possesso di distanza con due punti di Italiano, ma arriva un mini-break di 4-0 firmato dalla coppia Corral-Cantagalli che consente alla formazione locale di andare sul +7 alla fine del primo parziale (18-11). Un primo parziale in cui Matera ha svolto un buon lavoro (finalmente) in fase difensiva, tanto da limitare a 11 i punti subiti nei primi dieci minuti.

SECONDO QUARTO: Due punti dell’ex Mens Sana Carraretto apre il secondo periodo, ma la Bawer è brava a rispondere, mettendo a segno un altro break di 5-0 (Cantagalli, Okoye e Zaharie) che porta alla doppia cifra di vantaggio per i locali. Un altro stop difensivo dei bianco-azzurri consente loro di allungare dall’altra parte sul +12 ancora con Zaharie. Di nuovo Carraretto prova ad accorciare, ma questa volta sono Rugolo e Corral a segnare 7 punti consecutivi, con i quali la Bawer raddoppia gli avversari sul 32-15. Continua anche la buona prova in fase difensiva dei padroni di casa che costringono Ed Daniel allo sfondamento, mentre nell’azione successiva è ancora Corral a mettere punti a referto. Vantaggio che viene mantenuto costante fino all’ultimo giro di lancette, quando sul 38-23 Raucci segna due triple di fila che riducono il divario alla singola cifra. Infine è Hamilton a segnare il 40-29 per la Bawer sul finire del secondo parziale.

TERZO QUARTO: Per la prima volta i lucani si trovano in difficoltà in attacco, perciò i bolognesi ne approfittano a farsi sotto con Raucci e Quaglia. La Fortitudo riesce a riaprire il match sul -5 con la tripla di Montano, ma viene nuovamente allontanata dalla coppia Hamilton-Okoye. Punteggio basso per la Bawer in questo periodo (12 punti), a causa delle parecchie palle perse, con Guarino che sembra aver perso le redini della regia materana. Terzo parziale che si chiude sul 52-45 Bawer.

ULTIMO QUARTO: Hamilton e Guarino riportano i lucani alla doppia cifra di vantaggio, ma i bolognesi, trascinati dai loro tifosi instancabili, sono duri a morire grazie a Montano e Raucci. Nonostante ciò Guarino e compagni riescono a conservare con intelligenza il vantaggio in doppia cifra, resistendo al pressing disperato degli avversari, conquistando una vittoria che non arrivava dal lontano 4 ottobre (prima giornata di campionato). Finisce 71-59.

Dai numeri emerge tutto sommato una buona prova difensiva dei ragazzi di coach Gresta, concedendo solo 59 punti agli avversari con il 39% dal campo. L’esordio casalingo di “Gigio” Gresta si conclude positivamente.

Prossime tappe: Trasferta a Recanati per la Bawer, in casa contro Treviso per la Fortitudo.

BAWER MATERA-ETERNEDILE BOLOGNA 71-59 (18-11; 22-18; 12-16; 19-14)

MATERA: Hamilton 21, Guarino 4, Mastrangelo 8, Corral 16, Okoye 9, Cantagalli 4, Rugolo 5, Santarsia ne, Bertocco ne, Zaharie 4. Coach: Luigi Gresta.

BOLOGNA: Daniel 12, Quaglia 8, Candi 3, Raucci 12, Flowers 6, Iannilli ne, Campogrande ne, Montano 5, Sorrentino 2, Carraretto 7, Italiano 4. Coach: Matteo Boniciolli.

Fotogallery a cura di Roberto Linzalone e Galileo De Iudicibus

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy