Missione compiuta: Treviglio sconfigge Omegna e stacca il pass per la LegaDue Silver

Missione compiuta: Treviglio sconfigge Omegna e stacca il pass per la LegaDue Silver

Undicesimo successo casalingo consecutivo per la Co.Mark Treviglio (quindicesimo stagionale) che conquista anche l’ultima uscita stagionale sul parquet del PalaFacchetti con una vittoria contro i mai troppo amati rivali della Paffoni Omegna con il risultato di 65-54, staccando così il biglietto per la prossima LegaDue Silver; un match che i ragazzi di Vertemati hanno condotto dall’inizio alla fine portandosi avanti nei primi due quarti e mantenendo il vantaggio nonostante il negativo terzo quarto (5-12 il parziale a favore degli ospiti) e il tentativo di recupero della Fulgor negli ultimi 10 minuti.

Co.Mark che sale a 36 punti in classifica, a 2 punti dal gruppetto formato da Omegna, Agrigento, Castelletto e Casalpusterlengo che si giocheranno gli ultimi due posti per i playoff nell’ultima giornata.

Per Treviglio scendono in campo per la palla a due Cazzolato in cabina di regia, Reati e Pederzini sugli esterni, Raminelli e Perego sotto canestro; dall’altra parte Di Lorenzo deve fare i conti con le assenze di Masciadri e Paci e schiera sul parquet Mariani in regia, Villani e Saccaggi sugli esterni, Farioli e Metreveli sotto le plance.

Inizio di partita equilibrato con Perego e Reati a rispondere a Metreveli e Farioli; il primo allungo è targato Co.Mark con sempre il capitano biancoblù, la coppia di lunghi  e Cazzolato a spingere la squadra di casa sul +9 di metà quarto (15-6). Nonostante i molti errori, la Paffoni prova a scuotersi con il canestro dalla media distanza di Mariani e la tripla di Metreveli, ma Treviglio continua a rispondere colpo su colpo con i liberi di Pederzini e i canestri dei propri lunghi e chiude i primi 10 minuti sul +12 (25-13).

Il secondo quarto inizia con ancora la Co.Mark a condurre le operazioni con i canestri da due di Ferrarese e Reati, canestri che ricevono la risposta di Picazio che prova a contenere il passivo con 4 punti consecutivi, e sale fino al +15 con la tripla di un grande Perego (32-17). La Paffoni riesce a ritornare alla singola cifra di svantaggio con il canestro dall’area di un positivo Metreveli (34-26), a conclusione di un mini – parziale di 9-2 per i rosso – verdi che porta Vertemati a chiamare time out. Seconda parte di quarto più nervosa, che vede anche un fallo tecnico fischiato a Mariani, con diversi errori da entrambe le parti; la tripla del +10 Co.Mark (39-29) firmata Cazzolato costringe Di Lorenzo al time out, ma il minuto di sospensione non sortisce gli effetti desiderati per la formazione ospite che trova solo un 1/2 ai liberi di Toure a fronte del canestro da due di Pederzini e il 2/2 dalla lunetta di Ferrarese che mandano le squadre negli spogliatoi sul 43-30 per gli orobici.

Al ritorno sul parquet è Reati a riprendere le danze per Treviglio con un canestro dalla media distanza ma entrambe le squadre sembrano litigare più del dovuto con il canestro: il tabellone recita 45-34 a metà quarto, con la Co.Mark che non riesce a dare seguito ai due punti conquistati in avvio e Omegna che va a segno con Farioli e Mariani. Nei secondi 5 minuti la Paffoni si rende pericolosa rispondendo alla tripla di Reati con il tiro dalla lunga distanza di Picazio e il 5/6 ai liberi firmato Villani, Farioli e Jovancic, gli unici sussulti di un quarto anonimo che si conclude con i biancoblù avanti 48-42 e un parziale totale desolante per gli uomini di Vertemati di 5-12 a favore degli ospiti.

Gli ultimi 10 minuti sembrano essere la continuazione del desolante quarto precedente in termini realizzativi ma a parti invertite, con un parziale di 8-0 (56-42) per la Co.Mark firmato Raminelli e Pederzini che costringe Di Lorenzo a chiamare time out per non rischiare di lasciarsi scappare la partita a poco più di 6 minuti dal termine. La sfida s’innervosisce e a farne le spese è Farioli che si vede assegnare un fallo tecnico ed è costretto a lasciare il campo per falli, sanzione parzialmente capitalizzata dai bergamaschi che trovano un 2/2 ai liberi con Reati ma perdono palla nel possesso successivo. La situazione di svantaggio e il cronometro che volge al termine risvegliano l’orgoglio di Omegna che si riavvicina con l’1/2 ai liberi di Picazio e la tripla di Mariani, ricevendo in risposta i canestri dall’area di Reati e Ferrarese (62-46) e con il coach rosso – verde che chiama un nuovo time out per cercare una reazione devastante dei suoi che possa ribaltare il risultato; gli ospiti ci provano con le triple di Metreveli e Picazio e il 2/2 ai liberi di Toure, riportandosi a -8 (62-54) e mettendo molta pressione ai bergamaschi che, nonostante qualche errore e palla persa di troppo, trovano la tripla della sicurezza con Ferrarese e conquistano il match  con il risultato di 65-54.

Il titolo di MVP della partita va a Davide Reati che chiude la sua partita con 20 punti, 7 rimbalzi, 3 palle recuperate, 4/4 ai liberi, 5/6 da 2 punti, 2/5 da 3 e 28 di valutazione; in doppia cifra anche Pederzini (12 punti, 4 rimbalzi, 5 assist). Dall’altra parte non bastano i 14 punti di Picazio e Metreveli (oltre a 6 rimbalzi, 4/4 ai liberi e 2/2 da 3 punti).

Ultimo impegno della stagione a San Severo per i ragazzi di Vertemati, chiamati a concludere la stagione cercando di ritornare finalmente alla vittoria fuori casa ma con il morale alto dopo questa importantissima vittoria.

Co.Mark Treviglio 65–54 Paffoni Omegna (parziali: 25-13, 43-30, 48-42)

Co.Mark Treviglio: Carnovali , Maspero, Ferrarese 9, Reati 20, Perego 9, Raminelli 8, Cazzolato 5, Molinaro 2, Pederzini 12, Tomasini n.e. All. Adriano Vertemati

Paffoni Omegna: Metreveli 14, Farioli 8, Mariani 7, Picazio 14, Villani 1, Canali n.e., Toure 3, Jovancic 5, Saccaggi 2, Aralossi n.e. All. Di Lorenzo

Arbitri dell’incontro: Marco Pisoni di Gorgonzola (MI)e Nicola Mancini di Caserta (CE)

Fotogallery a cura di  Danilo Scaccabarossi e Alberto Ossola

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy