Mobyt, vittoria da brividi

Mobyt, vittoria da brividi

Commenta per primo!

Nonostante l’incredibile finale Ferrara batte la capolista Bari meritatamente e porta a casa una vittoria che, nonostante 35 minuti di ottimo basket, è rimasta in bilico nel concitato finale.

L’inizio di partita è equilibrato, Ferrara cerca subito Benfatto e Campiello sotto canestro mentre Bari si affida al talento offensivo di Ruggiero e Bisconti (12-15 al 7″); i biancoverdi perdono Cortesi autore di due falli frettolosi ma Spizzichini prende in mano la squadra con le sue efficaci penetrazioni, infine la tripla sulla sirena di Brandani sancisce il vantaggio ferrarese a fine primo quarto (22-17).

Nel secondo periodo i padroni di casa cavalcano l’inerzia a favore e si affidato a Benfatto che firma 12 punti dominando Bisconti e Didonna, gli ospiti perdono terreno non trovando soluzioni altarnative a canestri estemporanei di Ruggiero e Cardillo (32-22 al 15″). Entrambe le squadre infatti hanno bruttissime percentuali da tre e, dovendosi affidare al gioco interno, Ferrara sembra più a suo agio in attacco come in difesa; si arriva così all’intervallo lungo sul 39 a 32 per i padroni di casa.

La ripresa viaggia su ritmi più bassi ma con Ferrara intenzionata a fare la partita, l’attacco biancoverde riesce a coinvolgere tutti gli elementi del quintetto mentre Bari si affida sempre a Ruggiero e a qualche lampo di Laquintana (44-37 al 25″). Da qui i padroni di casa prendono il largo con un parziale di 14-6, merito di una difesa impeccabile e di un attacco che arriva sempre vicino a canestro guadagnando tiri liberi in quantità. Bari sembra mollare i da segni di nervosismo come testimonia il fallo tecnico fischiato a Bisconti che chiude il terzo quarto con Ferrara avanti 60-43.

L’inizio dell’ultima frazione vede Bari sempre imprecisa e arruffona in attacco e viene punita da Cortesi che mette in mostra tutto il suo repertorio fatto di recuperi, rimbalzi e contropiedi vincenti (73-53 al 36″). Partita finita? Nemmeno per idea, con il quinto fallo di Campiello da una parte e Bisconti dall’altra l’incontro prende una piega a tratti surreale; Bari schiera un quintetto piccolo che punta a canestri rapidi e pressing a tutto campo, Ferrara così si ritrova spaesata in difesa e a tratti suicida in attacco. In un amen i biancoverdi si trovano carichi di falli pesanti che costringono Cortesi e Spizzichini a terminare la partita; Bari ci crede e Ferrara perde palloni pesanti e si fa battere costantemente nell’uno contro uno, Ruggiero, Cardillo e Laquintana fanno ciò che vogliono raggiungendo addirittura il -3 al 39″ (73-70). Negli ultimi secondi due tiri liberi di Laquintana portano gli ospiti sul -1, nell’azione seguente Bari fa fallo su Castelletta che segna un libero su due (chiudendo un parziale irreale di 1-19) e, per fortuna di Ferrara, Bonessio sbaglia l’appoggio del pareggio facendo terminare l’incontro sul 74-72.

I biancoverdi incamerano quindi due punti prestigiosi e mantengono il Palacarife inviolato, i ragazzi di coach Morea però dovranno lavorare sulla tenuta mentale nell’arco dei 40 minuti e sul tiro da tre assolutamente deficitario quest’oggi (1/16); Ferrara per la prima volta in stagione inoltre perde il confronto a rimbalzo (31 a 41) nel quale spadroneggia incredibilmente Ruggiero (12 rimbalzi). Bari d’altro canto si rammarica per le tante palle perse (18 contro le 11 di Ferrara) e per i tanti liberi sbagliati (23/37); in generale poi i pugliesi si sono ostinati nel cercare un gioco sotto canestro che ha prodotto ben poco.

MVP: Michele Benfatto, (27 punti, 8 rimbalzi 8 falli subiti 7/11 ai liberi) si conferma uno dei migliori centri della Dna, fa quello che vuole in attacco sia fronte che spalle a canestro ed è uno dei pochi a non perdere la testa nel finale.

Mobyt Ferrara

Ferri 4 Benfatto 27 Campiello 10 Spizzichini 11 Cortesi 9 Fallucca 3 Castelletta 3 Brandani 3 Casati 4

Liomatic Bari

Ruggiero 18 Bonfiglio 9 Bonessio 11 Bisconti 15 Didonna 0 Laquintana 10 Cardillo 9 Barozzi 0

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy