OF G5 – NPC, Treviso ti aspetta! Nel segno di Jackson demolita Forlì

OF G5 – NPC, Treviso ti aspetta! Nel segno di Jackson demolita Forlì

Prestazione straordinaria dei ragazzi di coach Rossi, fondamentale lo strappo del primo tempo in cui Jackson e Jones indirizzano la partita verso gli amarantocelesti. Ottima prova anche di Jones, non basta all’Unieuro un buon Giachetti. Decisamente più opachi Lawson e Marini.

di Gianmarco Imperatori

STARTING FIVE:

ZEUS:
Jackson, Tomasini, Toscano, Jones, Vildera.                     Allenatore: Rossi
UNIEURO:
Giachetti, Marini, Lawson, Di Liegro, Donzelli.      Allenatore: Nicola

PRIMO QUARTO- La gara 5 è la partita dei campioni e infatti la sbloccano con 2 grandi giocate due grandi giocatori: da una parte Giachetti in penetrazione, e Jones dall’altra da oltre l’arco. Rieti inizia a giocare subito sulle ali dell’entusiasmo del proprio pubblico, si carica e dopo 4’ è sopra di 9 lunghezze(15-6) guidata dai suoi USA Jackson e Jones costringendo Nicola a spendere il primo timeout della serata.
Anche dopo la sospensione non cambia il copione: Rieti difende fortissimo e in attacco è sempre trascinata dai due a stelle e striscie che la portano sul +14(20-6) dopo 7 minuti di gioco.
Probabilmente per gli arbitri cambia il metro che non permette a Rieti di difendere con la stessa intensità: non a caso Forlì in 1 minuto di gioca va 8 volte in lunetta e riesce a rosicchiare 5 punti.
Negli ultimi due minuti si segna solo dalla lunetta, eccezion fatta per un appoggio di Toscano a fine quarto u grande assist del solito Jones. Le due squadre vanno al primo riposo sul 23-13.
SECONDO QUARTO- Rieti continua quanto di buono fatto nel primo quarto, Jackson si veste da Kyrie Irving, ben 13 punti in soli 10 minuti e spiccicioli,  e mette due triple consecutive che aprono la frazione. Nicola dopo appena 39’’ di gioco decide di giocarsi l’ultimo timeout del primo tempo.
Il coach ospite sembra aver toccato le giuste corde con i suoi giocatori nel minuto di sospensione, tanto che l’Unieuro torna anche sul -12(31-19) con un grande canestro di Lawson. Il problema probabilmente per gli emiliani è che anche coach Rossi ha toccato le giuste corde tra gara 4 e gara 5 perché gli amarantocelesti giocano ad una intensità difensiva fuori dal normale tanto che i suoi si riportano nuovamente sul +19(37-19).
Forlì sbaglia davvero tanti tiri liberi, ben 6 sui 16 a disposizione, che permettono a Rieti di mantenere un ottimo break di vantaggio che si aggira tra i 14 e i 19 punti. Jackson è sempre più indemoniato, l’intensità difensiva mostruosa fa il resto e la NPC vola sul +21(50-29).
Negli ultimi 3’ di gioco si segna davvero poco e Rieti chiude avanti di ben 20 punti il primo tempo(53-33).
TERZO QUARTO-
Alla ripresa del gioco sembra che Rieti abbia un approccio troppo molle a rimbalzo, concedendo diverse seconde opportunità all’attacco Unieuro che prima con Giachetti e poi con Lawson trovano il fondo della retina. Coach Rossi si gioca anche la carta Bonacini, dato che Toscano è gravato di 3 falli mentre Nicola si gioca la carta Flan in marcatura su Jackson.
Le cose sembrano funzionare male perché Rieti dopo un attimo di  sbandamento si riporta sul +23(63-40) costringendo Nicola a chiamare all’ordine i suoi per la prima volta nel secondo tempo quando mancano 5’ e 28’’ alla fine del quarto.
La NPC continua il proprio parziale e si porta sul +29(69-40) quando viene fischiato un tecnico a Jones. Forlì non riesce praticamente mai a trovare il canestro, emblematico l’errore da sotto di Donzelli che la dice lunga sulla condizione mentale più che fisica della Unieuro. Tuttavia la NPC non sfrutta a pieno 2/3 attacchi perdendo banalmente il pallone permettendo agli emiliani di tornare sul -23(72-49) a 1’ dall’ultimo miniriposo.
La NPC riesce comunque a tornare sul +28, prima dell’ultimo appoggio di Forlì con Giachetti che chiude il quarto 77-51.
QUARTO QUARTO-
L’ultima frazione può essere considerato praticamente una formalità, serve più di un normale miracolo a Forlì per riprendere la partita. La Unieuro comunque prova a metterci qualcosa e con l’appoggio al vetro di Marini torna sul -22(81-59) a 7’ e 25’’ dalla sirena finale.
Rossi chiama timeout perché di rimonte la NPC quest’anno ne ha subite tante e vuole evitare questa che avrebbe del clamoroso.
Non si prospetta,però, una rimonta all’orizzonte:gli ultimi minuti sono solo per le statistiche e per stabilire il risultato finale. C’è solo un bellissimo PalaSojourner in festa.
Rieti si porta a casa partita e serie col punteggio di 95-67. La NPC affronterà Treviso.

PARZIALI:
23-13;53-33;77-51;95-67

TABELLINI:

RIETI: Finco, Berrettoni, Jackson 23, Tomasini 8, Casini 13, Toscano 4, Vildera 15, Conti 12, Jones 16, Carenza , Nikolic, Bonacini 2
FORLI’:
Di Liegro 8, Giachetti 20, Marini 7, Donzelli 9, Bonacini 4, Dilas, Signorini, Flan 2, Lawson 9, De Laurentiis 6, Johnson 2

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy