Paffoni, vittoria su Ravenna e primato

Paffoni, vittoria su Ravenna e primato

Commenta per primo!

Grande vittoria per la Paffoni, la compagine di coach Di Lorenzo si crea un po’ di sofferenza, ma porta ugualmente a casa due punti e primato in classifica su Ravenna, comunque meritevole degli applausi del PalaBattisti (89-70). Decisive la gestione dei falli ma soprattutto le percentuali dal campo (46% contro 33% dell’Acmar), i primi 10′ sono un vero e proprio fuoco di paglia, e oltre ai mattatori d’oltreoceano James e Shepherd (46 punti e 18 rimbalzi in due, 14 assist e 16/29 dal campo), servirà tutta la mano degli italiani (Saccaggi 16 + 4 rimbalzi con 4/6 da 2 e 3/4 da 3; Masciadri 13 +6 rimbalzi con 3/3 da 2 e 2/4 da 3; Paci 6 + 7 carambole) per piegare una Piero Manetti che pur risentendo di un handicap forte con il 5/20 al tiro dopo il primo parziale (e un Adam Sollazzo da 1/6), esce alla distanza (ma troppo tardi) tenendo a rimbalzo nonostante l’assenza di Charlie Foiera, e con la vecchia guardia: capitan Amoni (doppia doppia pulita con 4/14 al tiro), Eugenio Rivali (2/8 dal campo con 5 palle perse), Luca Bedetti (14 ma 4 palle perse e 5/15 dal campo) e Giorgio Broglia (8 in 24′).

Il tutto in supporto ad un Adam Sollazzo che fatto tesoro degli errori, piazzerà in 23′ 18 punti con 6/13 al tiro, 3/5 dalla lunga; fuori dai giochi invece Matteo Tambone (che pare fuori condizione già nel primo quarto, chiuderà 0/5 dal campo in 22′), il giovane di serata è Andrea Locci: classe ’93, cresciuto nel settore giovanile della Pol.2000 Cesenatico ed ha debuttato a livello senior prima grazie a coach Cesare Ciocca e poi grazie a Lanfranco Giordani, suo allenatore anche nel settore giovanile, stupisce tutti con un 2/3 nel primo quarto, mettendo una pezza agli errori dei grandi, per poi darsi da fare sotto le plance con 8 punti in 18′, 4/6 dal campo e 8 rimbalzi.

Cerca punti pesanti la Paffoni in casa contro la capolista Ravenna, parte forte Omegna che con la tripla di James (9 punti, 3 rimbalzi e 5 assist) chiude avanti i primi dieci minuti 30-14, Ravenna prova la rimonta trascinata dalle triple di Sollazzo che riportano gli ospiti sul -2 (34-32), ma stavolta è Shepherd a ricacciarla indietro fino al 47-36 punteggio con il quale le due compagini vanno all’intervallo lungo di meta’ gara.

Dopo l’Intervallo di meta’ gara e’ James a ricacciare indietro Ravenna, sul -12 si fa male Borra che va negli spogliatoi ed entra Paci, ma viene perso Bedetti e Ravenna si porta sotto 6 (56-50), Amoni per il -4 (56-52), Paci per il 58-52, Bedetti fino in fondo 58-54, il terzo quarto finisce con il punteggio di 60-56 Paffoni.

Il quarto e ultimo periodo si apre con un canestro per parte 62-58, alzata di James al vetro e schiacciata di Shepherd 78-66 con Ravenna che chiama time out, poi e’ saccaggi manda i titoli di coda 83-66,la Paffoni vince 89-70.

L’Agenda Paffoni ora prevede un possibile bis casalingo contro Firenze, poi due trasferte insidiose a Recanati e Lucca, intervallate da un possibile tappeto rosso contro una Bari però in crescita, viste le ultime uscite lontano dal PalaFlorio. Ravenna invece imbocca un novembre di fuoco, con fattore campo sì favorevole, ma anche avversari pesanti: Matera, Ferrara e Agrigento tra le mura del PalaCosta, si andrà a Firenze tra 15 giorni per ripetere il colpaccio promozione dello scorso anno.

Paffoni-Ravenna 89-70 (30-14)-(47-36)-(60-56)

Paffoni: Lasagni 3 , James 23 , Borra 5 , Farioli , Saccaggi 16, De Nicolao , Shepherd 23 , Bianchi ne, Masciadri 13 , Paci 6 , All : Di Lodenzo

Ravenna: Amoni 10, Cicognani , Rivali 7, Bedetti 14 , Ricci , Tambone 2, Foiera ne , Broglia 8 , Locci 8, Solazzo 21 , All: Giordani.

Tiri Totali: Paffoni 31-67: Ravenna 24-72

Tiri liberi 15-22 Paffoni, Ravenna 14-21

Rimbalzi: 47 Paffoni, 41 Ravenna

Assist: Paffoni 21, Ravenna 11

Valutazione 118 Paffoni (39 James), Ravenna 63 (14 Rivali)

Fotogallery a cura di Alberto Caldani

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy