Petrovic e Treier danno manforte a Corbett, imbarcata Mantova a Montegranaro

Petrovic e Treier danno manforte a Corbett, imbarcata Mantova a Montegranaro

Taglia le gambe alla Pompea il 46-20 della ripresa.

di La Redazione

XL Extralight Montegranaro – Pompea Mantova 75-48 (16-11, 13-17, 21-10, 25-10)

XL Extralight Montegranaro: Danilo Petrovic 17 (5/8, 1/2), Lamarshall Corbett 13 (1/2, 3/6), Kaspar Treier 12 (1/3, 3/5), Martino Mastellari 10 (2/2, 2/6), Valerio Amoroso 9 (1/4, 2/5), Matteo Palermo 4 (1/3, 0/1), Jeremy Simmons 4 (2/2, 0/0), Matteo Negri 3 (1/3, 0/1), Andrea Traini 3 (1/3, 0/2), Filippo Testa 0 (0/0, 0/2)
Tiri liberi: 12 / 17 – Rimbalzi: 32 9 + 23 (Kaspar Treier 7) – Assist: 16 (Martino Mastellari, Andrea Traini 4)

Pompea Mantova: Tommaso Raspino 13 (6/8, 0/4), Mario jose Ghersetti 6 (3/7, 0/2), Rain Veideman 5 (1/8, 0/2), Lorenzo Maspero 5 (1/2, 1/4), Giovanni Poggi 5 (2/4, 0/0), Nika Metreveli 5 (1/3, 1/1), Anthony Morse 4 (2/3, 0/1), Riccardo Visconti 3 (0/2, 1/3), Luca Vencato 2 (1/4, 0/1), Francesco Guerra 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 5 / 11 – Rimbalzi: 25 8 + 17 (Nika Metreveli 6) – Assist: 7 (Lorenzo Maspero, Luca Vencato 3)

Missione compiuta. La XL EXTRALIGHT® fiacca alla distanza la resistenza della Pompea Mantova e blinda quantomeno il terzo posto in classifica, che significa fattore campo favorevole almeno nei primi due turni di playoff. Una partita che la Poderosa fa sua con il determinante apporto della panchina, capace di firmare ben 42 dei 75 punti gialloblu e di tenere fuori dai giochi il temuto asse Veideman-Morse (appena 9 punti con 3/14 dal campo in coppia). E se Petrovic con i suoi 17 punti è l’uomo copertina che ruba la scena a Simmons, non sono meno preziosi i 12 punti (con due triple cruciali) di Treier, i 10 (conditi da 4 rimbalzi e 4 assist) di Mastellari, i guizzi di Traini (3 punti, 5 rimbalzi e 4 assist) e la difesa di Testa su Veideman.
In avvio, però, ad instradare i veregrensi sono i soliti noti: pronti via e due triple di Corbett, seguite da una di capitan Amoroso, lanciano il 9-0 gialloblu quando non sono passati neanche 2’ di gioco. Mantova entra in partita piano piano, la fisicità delle due difese costringe gli attacchi ad una marea di errori (alla fine le palle perse saranno in totale ben 32) e così la Pompea, rosicchiando punto su punto, rientra anche a -1 poco prima dell’intervallo lungo (29-28). La partita cambia drasticamente al rientro dagli spogliatoi. Corbett e Negri rilanciano la Poderosa in avvio di terzo quarto, poi ci pensano i giovani ad azzannare il match: Traini imbecca ripetutamente Petrovic, Mastellari colpisce dall’arco e quando Treier infila due triple in fila sul finire del terzo quarto la XL EXTRALIGHT® è scappata oltre la doppia cifra di vantaggio (50-38 al 30’). Con Vencato e Veideman annullati dalla difesa gialloblu e Morse fuori partita, il solo Raspino non può bastare per tenere in piedi gli Stings e allora la Poderosa dà il colpo di grazia: il 10-2 che apre il quarto periodo mette le ali ai gialloblu, che scappano via senza voltarsi più indietro.
La vittoria mette al riparo almeno il terzo posto con due giornate ancora da giocare, ma i gialloblu non si vogliono fermare: la volata con Treviso per la seconda piazza andrà avanti fino all’ultima giornata.
Queste le parole degli assistenti allenatori Vanoncini e Squarcina in sala stampa: «E’ stata una partita in cui abbiamo potuto misurare una fisicità importante, quella che troveremo nei playoff. Mantova è una squadra che ha taglia fisica, esperienza e soprattutto con grande attitudine difensiva. Noi, forse anche a causa di un primo minuto di gioco che sembrava ancora l’ultimo di Piacenza, abbiamo avuto un avvio sin troppo facile ma poi abbiamo trovato il duro davanti a noi. Ci siamo assestati, abbiamo trovato ritmo e poi siamo venuti fuori grazie ad una prestazione importante della panchina. Domenica scorsa abbiamo dovuto usare in maniera estensiva il quintetto base, oggi la panchina ha spaccato la partita e ha condotto la gara in porto nella maniera migliore».
Queste le parole di Petrovic in sala stampa: «Abbiamo giocato una partita tosta e determinata. Siamo stati quelli che dovremmo essere sempre. Devo ringraziare i miei compagni per avermi dato la possibilità di segnare parecchi canestri oggi, ma sono davvero contento per tutti».

XL EXTRALIGHT® MONTEGRANARO-POMPEA MANTOVA 75-48
MONTEGRANARO: Treier 12, Testa, Mastellari 10, Simmons 4, Palermo 4, Petrovic 17, Negri 3, Corbett 13, Amoroso 9, Traini 3. All.: Pancotto.
MANTOVA: Guerra ne, Vencato 2, Veideman 5, Morse 4, Poggi 5, Metreveli 5, Raspino 13, Visconti 3, Ghersetti 6, Maspero 5. All.: Finelli.
PARZIALI: 16-11, 13-17, 21-10, 25-10.

FONTE: Uff. Stampa Poderosa Pall. Montegranaro

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy