A2 Playout G3– Roma sbanca il PalAmico e si salva. Omegna saluta la serie A

Roma trova la vittoria al PalAmico di Castelletto e si salva, battendo Omegna 3 a 0 nella serie. Alla Paffoni non sono bastati i 18 Cappelletti e i 16 di Galloway. Per la Virtus invece, grande prestazione di Olasewere con 21 punti, 11 rimbalzi e 4 assist.

Commenta per primo!

 

Roma trova la vittoria al PalAmico di Castelletto e si salva, battendo Omegna 3 a 0 nella serie. Alla Paffoni non sono bastati i 18 Cappelletti e i 16 di Galloway. Per la Virtus invece, grande prestazione di Olasewere con 21 punti, 11 rimbalzi e 4 assist

Coach Faina, allenatore della Paffoni Fulgor Omegna schiera Zanelli play, Galloway guardia, Casella ala piccola, Vildera ala grande e Iannuzzi centro. Gli ospiti rispondono con il quintetto formato da Meini play, Voskuil guardia, Maresca ala piccola, Olasewere ala grande, Callahan centro.

Inizio di partita praticamente perfetto per Omegna che deve aspettare quasi due minuti prima di segnare il primo canestro, tripla di Galloway, ma poi si sblocca e piazza un parziale di 9 a 0 (compresi i 3 della guardia americana) grazie ad 1/ 2 dalla lunetta di Iannuzzi e tiro di Cappelletti (grazie ad un fallo antisportivo fischiato a Olasewere),e ancora Cappelletti con un gioco da tre per il 9 a 0. Dopo quasi 4 minuti, arrivano i primi due punti di Roma, grazie ad un 2/2 dalla lunetta di Olasewere (9-2). Omegna piazza ancora un mini parziale di 4 a 0 grazie ai canestri di Casella e Marusic (14-2), ma Roma cerca di reagire anche se continua a segnare solo dalla lunetta con Maresca 2/2 e Casagrande 1/ 2 per il 14 a 5. Due triple di Galloway allungano addirittura il vantaggio di Omegna a +15 (20-5). Due tiri dall’arco dei 6.75 di Bonfiglio e di Flamini allo scadere, accorciano lo svantaggio (20-11). nel mezzo anche un 1/ 2 dalla lunetta di Galmarini per il 21 a 11 finale. Pesano in questo primo quarto di Roma le pessime percentuali al tiro con 2/14 e 14%; infatti, 5 degli 11 punti degli ospiti sono arrivati dalla lunetta. Buone invece le percentuali di Omegna con 7/13 e 54% dai tiri totali.

Nel secondo quarto, entrambe le squadre faticano a segnare, ma ci pensa Galmarini con un gioco da tre punti a sbloccare il risultato di Omegna (24-11). Callahan riporta due volte Roma a -10 (24-14 e 26-16), ma per due volte Gurini allunga sul +12(26-14 e 28-16). Meini accorcia ancora, ma questa volta è Marusic con un reverse ad allungare sul +12 (30-18). Olasewere da sotto il canestro riduce lo svantaggio a 10 punti (30-20), ma un gioco da tre punti di Cappelletti porta la Paffoni sul +13 (33-20). Chiude il quarto un parziale di Roma di 6 punti, grazie ai canestri di Casagrande, Olasewere (1/ 2) e di Voskuil per il 33 a 26 finale.
Da segnalare, le pessime percentuali al tiro di Roma, 8/32 ai tiri totali, di cui 4/ 12 da due e 4/ 20 da tre. Da questo deriva anche il fatto che nessuno dei giocatori ospiti è arrivato in doppia cifra. Per Omegna invece, spiccano i 9 punti di Galloway e gli 8 di Cappelletti.

Dopo la pausa lunga le squadre rientrano in campo con gli stessi quintetti dell’inizio, Zanelli play, Galloway guardia, Casella ala piccola, Vildera ala grande e Iannuzzi centro per Omegna, Meini play, Voskuil guardia, Maresca ala piccola, Olasewere ala grande, Callahan centro per Roma.

Dopo l’intervallo , l’inizio per Omegna è pessimo, tanto che subisce un parziale di 9 a 0, grazie a 5 punti di Voskuil (3 a causa di un fallo tecnico fischiato alla panchina di Omegna), 2 di Maresca e di Callahan. Gli ospiti trovano così il pareggio al minuto 6’40 e il primo vantaggio qualche secondo più tardi (33-36). La Paffoni reagisce subito e piazza un mini parziale di 4 punti grazie a Cappelletti e Galloway, risorpassando nuovamente gli ospiti (37-36). Olasewere trova il pari con un 1/ 2 dalla lunetta (37 pari), ma Gurini trova ancora il vantaggio rossoverde (39-37). Casagrande accorcia con un 1/ 2 dalla lunetta (39-38), ma è ancora il capitano Gurini ad allungare il vantaggio della sua squadra a +3(41-38). Roma però piazza un parziale di 5 punti a 0, grazie ai canestri di Olasewere e di Callahan e si riporta in vantaggio di 2 punti (41-43). Chiudono il quarto un 2/4 dalla lunetta di Cappelletti per il 43 pari finale.

L’ultimo quarto di gioco si apre con un mini parziale di 4 a 0 per Omegna grazie ai canestri di Galloway e Marusic (47-43). Roma però reagisce subito e piazza a sua volta un contro mini parziale di 4 a 0, grazie a Callahan e Olasewere, quest’ultimo con un 2/2 dalla lunetta, per il 47 pari. Cappelletti ritrova il vantaggio rossoverde (49-47), ma un parziale di 7 a 0 per Roma grazie ai canestri di Callahan e Olasewere, per il + 5 (49-54). Galloway spezza il parziale con un 1/ 2 dalla lunetta (50-54), ma Olasewere segna ancora per il +6, 50-56 quando mancano meno di quattro minuti alla fine. Dal tiro libero aggiuntivo sbagliato di Olasewere, Roma trova il rimbalzo e Voskuil allunga sul +9(50-59). Un canestro in penetrazione di Galloway prova a rianimare Omegna (53-59), ma 4 punti di Olasewere, di cui 2 grazie ad una schiacciata, provano a chiudere i conti (53-61) quando mancano meno di 2 minuti alla fine. Nel tempo che manca infatti, si susseguono i canestri da ambe le parti. Casella prima e Maresca poi, Cappelletti e ancora Maresca per il 58 a 67. Chiudono la partita i due tiri liberi messi a segno da Olasewere per il 58 a 69 finale. 

Paffoni Omegna-Acea Virtus Roma 58-69 (21-11, 33-26, 43-43)

Paffoni Omegna: Zanelli, Iannuzzi 1, Vildera, Cappelletti 18, Galmarini 4, Marusic 6, Casella 5, Banach ne, Gurini 8, Galloway 16. All. Faina
Acea Virtus Roma: Olasewere 21, Meini 2, Maresca 8, Leonzio ne, Callahan 16, Flamini 3, Benetti, Voskuil 12, Casagrande 4, Bonfiglio 3. All. Esposito.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy