Playout Dna, Gara 2 – Altra vittoria per la Mobyt, salvezza ad un passo

Playout Dna, Gara 2 – Altra vittoria per la Mobyt, salvezza ad un passo

Commenta per primo!

Altro giro ed altro successo per Ferrara che batte ancora San Severo e vede la Silver League ad una sola vittoria di distanza; partita simile a gara 1 ma se possibile ancora più tesa e con il risultato meno in bilico di quello che può sembrare.

In un Palacarife traboccante di tifo ed entusiasmo i biancoverdi cominciano la gara dando palla a Benfatto sotto canestro ma la buona guardia di Iannilli limita molto il lungo estense, è Zampolli in entrata a siglare i primi punti della partita che però appare da subito molto bloccata. Ferrara sente la gara e perde molti palloni a causa della troppa foga agonistica e San Severo si affida a Gueye che però ha le polveri decisamente bagnate, ne risente quindi la spettacolarità della contesa che dopo 6 minuti vede ancora le squadre ferme sul 4 pari; Cortesi da una scossa con una tripla ma è San Severo ad allungare grazie a Zampolli e Maggio, coach Furlani gioca la carta Spizzichini ma anche il romano non riesce ad entrare in partita e regala il gioco da tre punti a Gueye che fa terminare il primo quarto con gli ospiti avanti per 9-16.

Anche il secondo periodo comincia sulla falsariga del primo: la zona degli ospiti imbriglia l’attacco biancoverde che fatica a trovare riferimenti offensivi, passano un paio di minuti prima che un tenace Benfatto sblocchi il tabellone, in successione lo seguono Campiello con un appoggio e Gazzotti con la tripla dall’angolo che impatta il punteggio sul 16 pari. La partita è fisica e sporca e Ferrara si adegua non lasciando spazio a San Severo che ha un Gueye in versione solista, il “colored” tira tutto quello che gli passa per le mani ma con pessimi risultati (0/7 da tre nei primi due quarti per lui); i biancoverdi ne approfittano e si portano avanti con i canestri di Campiello e Gazzotti. Servono 7 minuti agli ospiti per trovare il canestro grazie a De Paoli al quale risponde ancora Gazzotti in versione tuttofare, prima segna in penetrazione poi serve Circosta che dai 6.75 non sbaglia portando Ferrara a due possessi di vantaggio (26-20 al 18″). Ancora De Paoli prova a tenere San Severo in scia ma la Mobyt scappa via grazie al gioco da tre punti di Spizzichini ed al “buzzer beater” di Benfatto che manda le squadre al riposo prolungato con il punteggio di 33-22.

La ripresa vede Ferrara giocare più sciolta con Befatto e Campiello che colpiscono ripetutamente dalla loro “mattonella”, San Severo non si abbatte e, nonstante qualche tiro uscito per sfortuna, trova punti importanti dai propri giocatori migliori: un paio di piazzati di Iannilli e la tripla di Gueye avvicinano gli ospiti sul -6 (38-32 al 24″). La partita ora sale di tono con Benfatto e Iannilli che battagliano a suon di canestri, Ferrara soffre però la poca produzione dei propri esterni Ferri e Circosta che non trovano la via del canestro; San Severo si avvicina quindi ulteriormente con i liberi di Zampolli (44-39). La tensione si fa sentire e il pallone comincia a scottare, la sensazione è che l’inerzia della partita possa andare da una parte o dall’altra in qualsiasi momento; tra tanti falli e molti errori al tiro è Ferrara che indirizza la partita sui propri binari mandando a segno sue triple di importanza capitale con Ferri e Casati che chiudono il terzo quarto con i biancoverdi avanti 50-40.

L’ultima frazione vede entrambe le compagini cercare i propri centri sotto canestro, a Benfatto risponde Iannilli ma è Zampolli a dare un’ulteriore scossa alla gara con la tripla del -6 (53-47 al 35″); la tensione è palpabile ed è capitan Ferri a caricarsi i biancoverdi sulle spalle, prima manda a segno un jumper dalla media e poi si guadagna il fallo che fa arrabbiare Zampolli che viene sanzionato con un fallo tecnico finalizzato prontamente dal capitano biancoverde. Gli ospiti tentano il colpo di coda con Scarponi che ruba palla e segna ma è Ferrara a trovare i canestri che uccidono la gara: prima Ferri insacca una tripla in terzo tempo poi Spizzichini trova un’altra bomba incredibile dall’angolo allo scadere dei 24 secondi che fa esplodere il Palacarife mandando i biancoverdi sul +14 (65-51 al 38″). Nel minuto finale il fallo sistematico di San Severo su Ferri non fa tremare la mano del capitano della Mobyt, dalla lunetta non sbaglia e dall’altra parte i punti di Scarponi rendono il passivo meno pesante chiudendo la contesa sul 70-61.

Ferrara quindi non si fa sfuggire il fattore casa e ora potrà cercare il match point in Puglia; per la Mobyt bene Benfatto (doppia doppia da 15 punti e 13 rimbalzi) e Gazzotti (7 rimbalzi ma 3/11 al tiro) sotto canestro, Cortesi (8 punti e 8 rimbalzi) e Campiello (8 punti e 4 recuperi) sono i soliti mastini difensivi mentre Circosta (3 punti con 1/5 dal campo) è apparso fuori partita, a fasi alterne Spizzichini mentre ottima gara di Casati (3 punti e 3 rimbalzi) uscendo dalla panchina. San Severo mette più energia sul parquet rispetto a gara 1 ma non basta: sotto canestro discreta gara di Iannilli (12 punti e 5 rimbalzi) mentre De Paoli (6 punti, 8 rimbalzi e 3 recuperi) ha disputato una partita dura e tenace, bene anche Zampolli (14 punti e 4 assist) il migliore dei suoi mentre male Scarponi e Gueye (6/24 al tiro per il duo).

MVP Basketinside: Michele Ferri. 16 punti 8/8 ai liberi 2 rimbalzi, 2 assist e 5 recuperi. Si accende negli ultimi due quarti giocando da leader prendendosi tante responsabilità, quando la palla scotta lui non tradisce.

Mobyt Ferrara

Cortesi 8, Campiello 8, Spizzichini 8, Gazzotti 10, Ferri 16, Casati 3, Castelletta 0, Benfatto 15, Circosta 3

Enagrimm San Severo

Scarponi 10, Gueye 9, Zampolli 14, Iannilli 12, Maggio 7, De Paoli 6, Sirakov 2

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy