Proger, buona la prima: Jesi battuta 82-77

Proger, buona la prima: Jesi battuta 82-77

Commenta per primo!

Buona la prima per la Proger Chieti versione 2015-16, vincente per 82-77 ai danni di un’Aurora Jesi mai doma, caduta solo nei secondi finali. Un incontro equilibrato, nonostante Chieti abbia avuto anche 22 punti di vantaggio. Ottima la prestazione per la squadra di Galli, che vede in Monaldi (20 punti) e Allegretti (18) i migliori interpreti del solito gioco veloce, frizzante e divertente. Buone anche le prestazioni dei due nuovi americani Abott (10) e Armwood (16), che ben fanno sperare per la stagione ventura.
Da applausi la prestazione dell’Aurora Jesi che, dopo un’arrembante e deciso inizio,  si è sgretolata nel secondo quarto e nella prima parte del terzo quarto, ma ha avuto la forza di rialzarsi e mettere pressione alle “Furie” (77-75 a 1 minuto e 31 secondi) grazie alle giocate del play ex Matera Josh Greene, 28 punti proprio come lo scorso Gennaio quando con la maglia del Matera vinse qui al PalaLeombroni, e dell’ala Santiangeli, 21 punti a referto a fine partita.
Domenica prossima, la Proger Chieti sarà di scena in Lombardia, ospite della Remer Treviglio.

CRONACA

A palla a due, Chieti schiera Monaldi, Abbott, Sergio, Allegretti, Armwood; rispondono i marchigiani con Greene, Hunter, Gueye, Santiangeli e Paci.  Primo quarto equilibrato, ma di marca teatina nonostante un Inizio arrembante degli jesini con Greene e Hunter protagonisti, mettendo in seria difficoltà la difesa biancorossa
e sfoderando un parziale di 0-6 iniziale. Chieti si sveglia dal torpore trascinata da Allegretti (7 punti nel quarto) e dal play Diego Monaldi (10 punti nel quarto). La Proger prende bene le misure, contiene le sortite offensive degli arancioblù i quali vanno via via spegnendosi col
passare dei minuti e si ritrovano sotto allafine dei primi 10 minuti avanti per 23-18, con una tripla allo scadere del centro americano
Armwood.
Secondo quarto senza storia, con Jesi che prova ad accorciare con Picarelli (23-20), aumentando centimetri e pressing, anche se dal punto di vista offensivo è confusionaria e sfortunata; lo stesso non si può dire della Proger, attenta in difesa e cinica in attacco, chiudendo sul 37-25, con Monaldi top scorer delle “Furie” con 12 punti a referto, seguito da Marco Allegretti (8).  Nelle file marchigiane,  Santiangeli guida la top scorer con 11 punti, seguito da Josh Greene (8).

Al rientro dall’intervallo lungo, Chieti e Jesi si presentano sul parquet con lo stesso starting five. I marchigiani tornano più determinati e cinici offensivamente, sebbene i biancorossi hanno iniziato il quarto n maniera decisa. Grazie agli attacchi di Greene e Santiangeli (18 punti ), il terzo quarto si chiude con Chieti avanti di 9 punti (57-48).
Il quarto quarto si apre con una tripla di Abbott, che porta Chieti sul +12 (60-48), ma Janelidze prende letteralmente per mano gli aurorini, sfoderando un parziale di 7-0 che avvicina vertiginosamente i marchigiani (60-55). Coach Galli chiama timeout per riordinare le idee, Armowood si prende tiro più fallo supplementare che riporta la Proger sul + 8 (63-55), ma sul successivo capovolgimento di fronte Gueye dai 6.75 gela il PalaLeombroni. Dopo una serie di batti e ribatti, è la Proger Chieti ad avere la meglio e a passare sull’82 a 77.

PROGER CHIETI 82- AURORA JESI 77

TABELLINO

PROGER CHIETI: Abbott 10, Piazza 2, Allegretti 18, Marchetti NE, Sipala NE, Piccoli , Vedovato 3, Sergio 13, Monaldi 20, Armwood 16

AURORA JESI: Greene 28, Hunter 6, Battisti 3, Lucarelli, Janelidze 5, Leggio, Paci 9, Santiangeli 21, Picarelli 2, Gueye 3

Fotogallery a cura di Giampaolo Rosati

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy