Proger Chieti in terra scaligera priva di Lilov ma con la salvezza in tasca

Proger Chieti in terra scaligera priva di Lilov ma con la salvezza in tasca

Tezenis Verona – Proger Chieti

A2 SILVER - GIORNATA 7 - CHIETI VS RAVENNA

Dopo la rocambolesca vittoria per 74-73 di domenica scorsa contro l’Europromotion Legnano che ha sancito la matematica permanenza in serie A2, la Proger Chieti si appresta a partire per l’ostica trasferta di Verona, nel terzultimo incontro del campionato di A2 gir. Est.

QUI CHIETI

In casa Proger c’è assoluto entusiasmo per la salvezza ottenuta con tre giornate di anticipo. Dopo un’annata altalenante, sono bastate 11 vittorie alla squadra di coach Galli per raggiungere il traguardo prefissato ad inizio stagione. Quindi, un ennesimo miracolo sportivo, con una squadra giovane che incarna lo spirito volitivo e battagliero del coach varesino. Ma è presto per ‘tirare le somme’. Ci sono altre tre partite da giocare e la Proger vuole continuare a stupire e divertire.
La tripla allo scadere di Monaldi, oltre ad aver fatto esplodere di gioia gli spettatori del PalaLeombroni, racchiude tutta la soddisfazione di un gruppo unito, solido, a volte criticato per lo scarso impegno mostrato sul parquet. Dal presidente allo staff tecnico non è mai mancato il supporto necessario per andare avanti in un campionato sicuramente più difficile rispetto a quello dello scorso anno.
Sul fronte mercato, nella giornata di giovedì ha fatto le valigie la guardia bulgara Ivan Lilov,destinato a Latina (ancora in corsa per i playoff), che chiude l’esperienza in terra teatina con 15.4 punti e 2.8 rimbalzi. Lo stesso Lilov in una nota pubblicata dalla società ha voluto ringraziare staff e tifosi per la bella esperienza vissuta con la casacca biancorossa. Radio mercato vedrebbe anche il centro americano Armwood in partenza, ma al momento sono solo voci.
Per il futuro è ancora presto per parlarne, ma in un’intervista rilasciata ad un’emittente locale, il ds Guido Brandimarte ha confermato la volontà di proseguire con coach Galli anche l’anno prossimo.

QUI VERONA

Morale completamente diverso in casa scaligera. La sconfitta per 66-52 nel derby contro Treviso ha messo momentaneamente la squadra di coach Crespi fuori dai playoff. Un incontro sofferto, dove Verona ha subito le sfuriate trevigiane, complice anche una prestazione sottotono degli scaligeri. Nessuno degli uomini presenti nel roster gialloblù è andato oltre gli 8 punti a referto. Le ultime tre partite saranno due in casa (Chieti e Jesi) e la sola trasferta di Imola di domenica 17 da affrontare. Se Verona vorrà vedere realizzato il sogno playoff, dovrà cercare di fare bottino pieno con tutti gli avversari e con la speranza di avere buone notizie dagli altri campi.
La squadra di coach Crespi, costruita per arrivare ai vertici della classifica e per sperare nella vittoria dei playoff per la massima serie nazionale, presenta un roster esperto e di grande caratura. Su tutti, spicca la presenza di un teatino doc: l’ala grande Giampaolo Ricci (6.3), cresciuto nelle giovanili teatini ma poi accasato alla Stella Azzurra Roma. Gli scaligeri possiedono una media di 69.8 punti a partita, tirando con il 47% dal campo e il 32% dall’arco dei 6.75. Best scorer per i gialloblù è la guardia americana Rayonte Rice (14.1) seguito dal play tutta esperienza Riccardo Cortese (11.8). Boscagin, Michelori e Da Ros completano il roster.
Dunque, vi saranno tutti gli ingredienti per assistere ad un incontro vibrante tra due squadre che mostrano un ottimo basket.
Palla a due ore 18 presso il PalaOlimpia di Verona

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy