QF G1 – Zeus fulminata da Alviti, De’ Longhi vittoriosa in gara 1

QF G1 – Zeus fulminata da Alviti, De’ Longhi vittoriosa in gara 1

Il miglior Alviti dell’anno toglie le castagne dal fuoco di una Treviso incerottata, a Rieti non basta un super Vildera per la corsarata in quel di Villorba.

di Gianmarco Tonetto

DE’ LONGHI TREVISO BASKET – ZEUS ENERGY GROUP RIETI 73-51 (21-12, 36-27, 54-35)

TREVISO BASKET: Tessitori 11 (4/7, 1/3), Burnett 12 (2/4, 2/3), Sarto 5 (1/1, 1/3), Alviti 8 (2/3, 1/1),Saladini 2 (0/1 da 2), Barbante 2 (1/1 da 2), Imbrò 9 (2/4, 1/7), Chillo 6 (2/2 da 2), Uglietti 9 (3/6, 0/1), Severini 9 (3/3, 1/7).

RIETI: Jackson 3 (1/3, 0/3), Tomasini 2 (0/2, 0/5), Casini 8 (2/3, 1/1), Toscano 5 (1/6, 1/1), Vildera 19 (8/16 da 2), Conti 6 (2/2, 0/1), Jones (0/6, 0/4), Carenza 8 (1/1, 2/4), Bonacini, ne: Finco, Nikolic.

NOTE: pq 21-12, sq 36-27, tq 54-35. Tiri liberi: Treviso 12/17, Rieti 9/14. Rimbalzi: Treviso 41 (Alviti 4+12), Rieti 34 (Casini 2+6). Assist: Treviso 15 (Alviti 6), Rieti 17 (Jackson 7).

Al Palaverde hanno inizio i quarti di finali e a far visita ad una Treviso rimaneggiate è la squadra rivelazione del girone Ovest: la Zeus Energy Group Rieti dell’ex Nikolic. Una Treviso rimaneggiata dicevamo, perché la De’ Longhi si trova priva fio a data da destinarsi di Lombardi, che si è rotto il tendine d’Achille in gara 5 vs Trapani, e stasera anche del proprio leader, David Logan, causa un risentimento muscolare accusato nella partita di mercoledì. I favori del pronostico non sono più così netti e si prospetta una lunga serie dove la differenza la faranno le difese e la capacità di vincere in trasferta. La partita è fin da subito una lotta a ritmi elevatissimi, da un lato anche inaspettatamente visto la situazione infermieristica trevigiana. Rieti manca di cinismo e prova a stare aggrappata al match con la zone press, ma il rientro dalla pausa lunga è fatale per gli ospiti che chiudono la frazione a -19, gap fatale che Treviso sa gestire ed incrementare nel quarto periodo grazie all’apporto di un Sarto che non ti aspetti e alla gara perfetta su entrambe le metà campi di Davide Alviti. Treviso si aggiudica così il primo atto di questa serie per 73 -51 e difende il Palaverde nonostante una squadra con i cerotti.

PRIMO PERIODO: il quintetto base scelto per esigenza di coach Menetti vede in campo Imbrò, Burnett, Alviti, Severini e Tessitori, mentre coach Rossi schiera Jackson, Tomasini, Toscano, Vildera e Jones. Si parte con un parziale trevigiano di 5-0 chiuso da un bel semigancio di Vildera, poi è un botta e risposta di attacchi, anche vanificati per la fretta e la frenesia (8-4, 6:20). La De’ Longhi ha un impatto super su questa prima frazione e in quattro minuti fa registrare un altro parziale di 7-1 che cotringe la panchina ospite al time out (15-5, 2:20). Al rientro Rieti schiera una zone press a tutto campo per mettere in difficolt una TVB che al momento gioca con Uglietti, Burnett e Sarto; la quelta mette un po’ in difficoltà Treviso ma non raccoglie i dividendi sperati e il quarto si conclude con l’ottima difesa di Sarto su Casini che lancia una preghiera sul ferro, mantenendo invariato il punteggio sul 21- 12 per i padroni di casa.

SECONDO PERIODO: la Zeus Energy parte con più vigore e sembra aver preso le misure alla partita arrivando anche a -6 (28-22), ma qui scatta qualcosa nei ragazzi trevigiani che con un 6-0 di grande energia e di coralità costringono coach Rossi al time out discrezionale per riordinare le idee dei suoi (34-22, 3:40). Al rientro in campo è tripla immediata degli ospiti alla quale fa subito seguito il contro time out di Menetti (34-25, 3:15). Gli ultimi tre minuti sono un po’ di stanca, soprattutto per i padroni di casa che comprensibilmente non poteva mantenere ancora a lungo i ritmi elevatissimi dei primi 17 minuti, i laziali però non riescono a infilarsi in questa breccia e menetti decide sapientemente di abbassare il quintetto per essere più agile per l’ultimo giro di lancette. Alla pausa lunga il tabellone dice 36-27 per TVB, che fino ad ora è riuscita a riversare maggiore energia sul campo.

TERZO PERIODO: il rientro dagli spogliatoi ha raffreddato le mani dei giocatori e il primo canestro arrivo dopo quasi tre minuti ed è una tripla dalla punta di Imbrò, che rompe il ghiaccio della terza frazione. Dopo una prima metà sonnacchiosa ma in crescendo come intensità messa in campo, le squadre tornano definitivamente a regime per la seconda metà di frazione e anche il Palaverde si scalda sempre più. Rieti c’è, mette grande voglia ma manca un po’ del cinismo necessario a finalizzare una volta che sitrova a tu per tu con il ferro, la De’ Longhi invece è in controllo e nonostante una rotazione ridotta non rallenta e trova minuti importanti da Sarto, ottimo anche l’apporto di Alviti, oggi schierato più da 4 che da 3, e di Severini, che non fanno sentire la mancanza dellatletismi di Lombardi. La terza frazione si conclude con il canestro da 2 di capitan Imbrò per il nuovo massimo vantaggio a quota 19, 54-35.

QUARTO PERIODO: l’ultimo quarto non ha nulla da raccontare, se non l’uscita di Alviti anzitempo causa infortunio, apparentemente per una botta in zona anca/coscia, per il resto è puro garbage time, con Menetti a dare minuti anche a Barbante e Saladini. Gara 1 finisce con la netta vittoria della De’ Longhi

MVP BASKETINSIDE: Davide Alviti 8 punti (3/4 dal campo), 16 rimbalzi, 6 assist, 32 di valutazione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy