QF G2 – Vittoria corale di Treviso, Rieti soccombe anche in gara 2

QF G2 – Vittoria corale di Treviso, Rieti soccombe anche in gara 2

Con cinque giocatori in doppia cifra Treviso si porta sul 2-0.

di Gianmarco Tonetto

DE’ LONGHI TREVISO BASKET – ZEUS ENERGY GROUP RIETI 80-63 (24-19, 45-33, 68-50)

TREVISO BASKET: Tessitori 17 (6/9, 1/2), Burnett 15 (2/2, 3/5), Sarto 3 (1/4 da 3), Alviti 4 (1/5, 0/5), Saladini, Barbante, Imbrò 11 (1/2, 3/7), Chillo 15 (6/7, 1/2), Uglietti 10 (4/6 da 2), Severini 5 (1/6 da 3).

RIETI: Finco, Jackson 16 (4/12, 2/3), Tomasini 11 (3/7, 1/2), Casini 3 (0/2 da 2), Toscano 6 (1/3 da 2), Vildera 8 (4/6 da 2), Conti (0/4 da 2), Jones 9 (2/4, 1/6), Carenza 8 (2/2, 1/2), Nikolic (0/2 da 3), Bonacini 2 (1/2, 0/1).

NOTE: pq 24-19, sq 45-33, tq 68-50. Tiri liberi: Treviso 10/11, Rieti 14/19. Rimbalzi: Treviso 40 (Severini 4+4), Rieti 30 (Jones e Toscano 5). Assist: Treviso 16 (Burnett e Uglietti 4), Rieti 10 (Jackson 4).

Archiviata gara 1 con la netta vittoria trevigiana, è già ora di ritornare a calcare il parquet del Palaverde per la seconda disputa della serie. Chiave della prima uscita è stata la grande energia e l’intensità difensiva dei ragazzi di Menetti, sapranno i padroni di casa ripetere una prestazione a quel livello? Sicuramente Rieti vorrà riscattarsi, in particolare i due americani che domenica hanno messo a referto 3 punti complessivi con 1/16 dal campo. L’unico punto di domanda per Treviso è sulla presenza di David Logan, infatti l’americano è ancora in fase di recupero dal problema alla coscia sinistra, vedremo se il coach azzarderà un suo utilizzo. L’interrogativo viene chiarito al momento delle presentazioni, anche per oggi Logan è in borghese insieme a Lombardi e Tomassini. La partita parte un po’ diversamente rispetto a gara 1, l’imperativo di coach Rossi è di non farsi sopraffarre e di lottare su ogni pallone, cosa che i suoi ragazzi eseguono alla lettera, ma già a metà del secondo quarto il match parla trevigiano. Il gap decisivo viene messo a segno nella terza frazione con una De’ Longhi più cinica e concreta, la Zeus non rientra più e il resto garbage time a ciapa no dato che nel quarto quarto i canestri restano quasi inviolati. Vince la De’ Longhi che in questo turno si affaccia alla trasferta con due match point, vedremo se stavolta saprà sfruttarli o se servirà un’altra gara 5.

PRIMO PERIODO: i quintetti iniziali dei due coach sono gli stessi di gara 1 e vedono in campo per Treviso Imbrò, Burnett, Alviti, Severini e Tessitori, mentre per Rieti Jackson, Tomasini, Toscano, Vildera e Jones. La musica è un po’ diverso rispetto a domenica, soprattutto tra le fila laziali, gli ospiti inftti non partono sopraffatti e anzi mettono grande energia sin dalla palla a due, ne è testimonianza il punteggio che a metà quarto è sul 6-9 per i ragazzi di coach Rossi. Ma è proprio in queto momento che Jones è costretto a lasciare il campo causa un infortunio alla spalla che lo costringe a terra per qualche minuto. La De’ Longhi riesce ad approfittare dell’assenza dell’americano e in 3 minuti piazza un parziale di 14-4, che costringe coach Rossi al time out discrezionale in seguito alla bimane in contropiede di Burnett (20-13, 2:00). Al rientro in campo la Zeus Energy tenta il riaggancio anche ributtando nella mischia un acciaccato Jones, e dopo essere finita a -9, la squadra laziale torna a -5, alla prima sirena il punteggio è sul 24-19 per Treviso.

SECONDO PERIODO: la De’ Longhi apre la seconda frazione col bottoe nei orimi due minuti grazie a Sarto e Uglietti fa registrare il parziale che la porta a +10 obbligando lo staff tecnico rietino a interrompere il gioco (31-21, 8:00). Ripresa la contesa TVB non rallenta e porta il proprio parziale sul 11-2 prima che jackson in entrata regali una boccata d’ossigeno ai suoi (35-23). Il secondo quarto è una vera e propria battaglia con una spettacolare cornice di tifo sugli spalti, il Palaverde è caldissimo e i tifosi non smettono nemmeno per un secondo di cantare, la De’ Longhi gestisce bene il vantaggio non permettendo mai agli ospiti di rientrare sotto la doppia cifra di svantaggio e così va negli spogliatoi in vantaggio di 12 lunghezza sul 45-33.

TERZO PERIODO: la Zeus prova la partenza a sorpresa dando tutto fin dall’inizio per tentare quanto meno di accorciare il gap, la squadra di coach Rossi riesce però soltanto ad arrivare a -9 prima del recupero di Tessitori che galvanizza squadra e pubblico. TVB assorbe bene la nuova veemenza di Rieti e si riporta a +14 sulle ali di un ottimo Tessitori, mentre i laziali si affidano alle prodezze di Tomasini, che da solo però non può nulla contro la coralità trevigiana. In questa serie il terzo periodo sta tornando ad essere il marchio di fabbrica dei biancocelesti, cosa che era mancata contro Trapani, e anche in gara 2 piazzano la zampata che li porta a +18 all’alba degli ultimi dieci minuti, col tabellone sul 68-50.

QUARTO PERIODO: l’ultima frazione dura appena un paio di minuti, il tempo necessario a Treviso per scavallare il ventello di vantaggio, il resto è vero e proprio garbage time: basso ritmo, pochi canestri e molte interruzioni. Vince la De’ Longhi per 80-63, Treviso si aggiudica anche gara 2 portandosi sul 2-0 in vista della trasferta Rietina, ciò che sperano i tifosi è sicuramente di non ritornare al Palaverde prima delle semifinali.

MVP BASKETINSIDE: Lorenzo Uglietti 10 punti, 4 rimbalzi, 3 recuperi, 4 assist e 33 di plus/minus.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy