Ravenna, il cuore non basta: al PalaCosta la spunta Treviglio

Ravenna, il cuore non basta: al PalaCosta la spunta Treviglio

Commenta per primo!

Acmar Ravenna – Remer Treviglio 65-67
(14-17, 28-32, 43-53)

Ravenna: Brighi ne, Cicognani 5, Rivali 2, Bedetti 5, Ricci ne, Tambone 5, Foiera 11, Broglia 12, Locci, Sollazzo 25. All. Giordani

Treviglio: Alessandri 1, Carnovali 6, Kyzlink 6, Marino 19, Flaccadori ne, Spatti, De Paoli 3, Ihedioha 6, Rossi 10, Gadson 16. All. Vertemati

Arbitri: Borgo di Dueville (Vi), Fabiani di Altopascio (Lu), Maschio di Firenze.

Esordio sfortunato in LegaDue Silver per l’Acmar Ravenna, che cede solo al 40’ contro una Treviglio mai doma e che alla fine porta a casa una vittoria meritata. I bergamaschi hanno condotto praticamente per tutta la gara, incrementando in particolare il proprio vantaggio fino al +11 in prossimità della fine del terzo quarto, salvo poi subire nell’ultimo la rimonta della squadra giallorossa, sospinta da un PalaCosta pressochè esaurito. Negli ultimi 10 minuti, però, la squadra giallorossa ha messo in campo tutto il proprio cuore fino all’impatto a quota 64 a 3 minuti dal termine, regalando un finale thriller deciso dalla tripla di uno splendido Marino a 40 secondi dalla fine, mentre Ravenna spreca il match-point con la tripla sbagliata dall’americano Sollazzo appena prima del suono della sirena.
Ravenna esce tra gli applausi dei propri sostenitori con il rimpianto di una mancata vittoria che sarebbe stata importantissima ed avrebbe dato morale e convinzione ai romagnoli. Treviglio si dimostra invece squadra solita soprattutto mentalmente, avendo avuto la capacità prima di controllare i ritmi della partita per tutti i primi tre quarti, e poi di non mollare quando sembrava che l’Acmar potesse prendere il sopravvento una volta completata la rimonta.

Questa la cronaca: primo quarto caratterizzato da parziali e contro-parziali da parte delle due franchigie. Si parte con un 5-0 Acmar firmato da Cicognani e Foiera, ma Treviglio risponde un 10-0 firmato Marino che segna e regala assist ai propri compagni. Coach Giordani è costretto al time-out, dal quale i giallorossi escono con un nuovo 5-0 tutto opera dell’americano Sollazzo. TIme-out Treviglio e 7-0 per i lombardi, con il quarto che si chiude poi 14-17 grazie ad un paio di canestri di Ravenna sul finire del quarto. Da segnalare in questo primo periodo la bassissima precisione di Treviglio ai liberi, che tira 1/8 dalla lunetta.

Il secondo quarto invece è un botta e risposta tra le due compagini, che per la verità tirano con basse percentuali e mettono in risalto due difese che in generale sono parse assolutamente positive. Il quarto si chiude con i canestri di Marino e di Rossi per Treviglio che fissano il punteggio sul 28-32.
La terza frazione si apre con un 5-0 Acmar firmato tutto Giorgio Broglia, che di fatto segna sul 33-32 l’ultimo vantaggio per Ravenna fino agli ultimi minuti di partita. Qui infatti Treviglio passa a zona, mettendo in difficoltà la squadra di casa che tira male da 3 punti ed invece regala molti contropiedi e tiri non contestati ai bergamaschi, che volano rapidamente sul +11 e costringono al time-out coach Giordani. In uscita dal time-out l’Acmar aggiusta le percentuali al tiro, ma la Remer risponde colpo su colpo fino al 43-53 che chiude il terzo quarto.
Ravenna, con carattere, non demorde e infila un micidiale 9-0 in apertura di quarto quarto firmato Broglia e Rivali che costringono al timeout coach Vertemati. Treviglio serra la difesa e mette a segno un paio di triple importantissime con Marino, aprendo  un ennesimo parziale, questa volta di 8-0, al quale Ravenna è costretta a rispondere chiamando l’ennesimo time-out. Siamo 54-61, l’Acmar torna in campo ed a sua volta chiude tutte le porte in difesa e risponde in attacco con due canestri di Sollazzo e di Foiera, tornando sotto prima della tripla di Carnovali che vale il nuovo +5 per la Remer, 59-64. Qui sale in cattedra Foiera, che prima con un paio di stoppate e poi con un canestro dalla media seguito da un’altra tripla di Sollazzo fissano il punteggio sul 64 pari.
Ancora Foiera in lunetta a circa 2 minuti dalla fine, che segna solo il secondo e porta l’Acmar avanti per l’ultima volta nella partita. Non si segna più per circa un minuto, poi Marino tira fuori dal cilindro una tripla pazzesca sullo scadere dei 24 secondi che riporta la sua squadra sul +2. Ravenna prima sbaglia da 2 con Rivali, poi difende forte costringendo Treviglio all’infrazione dei 24 secondi. 17 secondi dalla fine, palla a Rivali che a 5 secondi dal suono della sirena mette la palla in mano a Sollazzo in uscita dai blocchi per il tiro che sarebbe valso la vittoria. Il tiro però è storto, la lotta a rimbalzo premia Treviglio che poi sfrutta il vantaggio di aver subito un solo fallo durante tutto l’ultimo periodo per non concedere più neanche una possibilità ai giallorossi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy