Ravenna soffre ma sorride nel finale, Legnano battuta al Pala De Andrè

Ravenna soffre ma sorride nel finale, Legnano battuta al Pala De Andrè

Ravenna trova la solita eccellente difesa (6-0 nei punti in contropiede) e grazie a un grande Deloach, MVP da 20 punti, 6 rimbalzi e 5 assist, con 9 falli subiti, porta a casa la partita anche in una giornata non di grazia al tiro.

OraSì Ravenna – Europromotion Legnano 69-62 (17-19, 43-39, 50-50)

Ravenna: Smith 13, Deloach 20, Malaventura 2, Casini 13, Molinaro 3, Rivali 11, Raschi 3, Manetti, Montaguti ne, Masciadri 4, Seck ne, Salari. All. Martino.

Legnano: Navarini 7, Guidi ne, Maiocco 5, Palermo 5, Fattori 4, Sacchettini, Gastoldi ne, Pacher 24, Raivio 15, Laudoni 2. All. Ferrari.

Al termine di una partita combattuta e sudata, una non perfetta OraSì Ravenna porta comunque a casa i due punti contro l’Europromotion Legnano. Non bastano agli ospiti le ottime prestazioni dei due americani Raivio(15 punti e 6 rimbalzi) e soprattutto Pacher (24+10), e una solida difesa, il roster giallorosso si dimostra troppo superiore (27-13 il contributo dalla panchina). In una giornata offensivamente da dimenticare, Ravenna trova la solita eccellente difesa (6-0 nei punti in contropiede) e grazie a un grande Deloach, MVP da 20 punti, 6 rimbalzi e 5 assist, con 9 falli subiti, porta a casa la partita anche in una giornata non di grazia al tiro. Da segnalare anche le prestazioni del solito Smith, che sfiora la doppia doppia (13 e 8), e di Casini, decisivo con 3 triple su 4 tentativi (13 punti anche per lui).

LA PARTITA

Alla palla a due Coach Martino sceglie il quintetto con Raschi da 4, Malaventura e Casini esterni, Capitan Rivali playmaker e ovviamente Taylor Smith sotto i tabelloni. Per Coach Ferrari solito startingfive con Capitan Maiocco e Pacher esterni, Sacchettini centro, Raivio e Palermo nel backcourt. Ravenna parte forte soprattutto grazie alla difesa e sfruttando il non fluido gioco offensivo degli ospiti. Taylor Smith firma la schiacciata del 9-4, ma dopo il timeout richiesto da Coach Ferrari, Legnano serra le fila e il canestro di Pacher appena dopo metà quarto vale il pareggio a quota 9. L’OraSì è un po’ molle e concede troppi rimbalzi d’attacco (4 nel primo quarto) e l’Europromotion si eleva fino al 12-17 ancora grazie a Pacher che segna la tripla dall’angolo. I giallorossi continuano a faticare ma grazie alla tripla da centrocampo di Casini sulla sirena chiudono sotto solo di 2 sul 17-19 il primo periodo.

Il secondo quarto è il regno di Deloach e della panchina romagnola che guida il parziale che vale prima il soprasso e poi l’allungo ai padroni di casa. Segnano da tre ancora Casini e Masciadri, mentre la guardia americana firma l’assist per la schiacciata di Smith in contropiede e due giochi da 3 punti che valgono il 33-26. Legnano deve ricorrere nuovamente al duo Raivio-Pacher che tiene vivi gli ospiti, rispondendo colpo su colpo alla sfuriata di Capitan Rivali (8 punti consecutivi con 2 bombe). 7 punti a testa nel quarto per i due americani che permettono agli ospiti di andare all’intervallo a contatto sul 43-39, dopo un secondo quarto in cui sono gli attacchi a prendere il sopravvento sulle difese.

Le difese tornano protagoniste a inizio secondo tempo, per 2’ non si segna prima che Raschi con la tripla riporti i suoi a +7 sul 46-39. La risposta di Maiocco sempre dalla lunga distanza è però pronta prima che per altri 2’ abbondanti il tabellone resti fermo sul 46-42. Appena dopo metà quarto si riaccende Pacher che segna la bomba e un libero pareggiando a 46. Ravenna fatica terribilmente a costruire attacchi fluidi, ma è fortunata e Casini su un gioco rotto trova la tripla del 49-46. Legnano è però solida e con Fattori e Navarini trova di nuovo la parità dopo un libero di Molinaro, fissando il 50-50 di fine terzo quarto.

Il quarto e decisivo periodo è aperto da una tripla di Deloach per il 53-50, ma per i successivi 3’ gli unici punti che vanno a tabellone sono gli ennesimi 2 di Pacher. I padroni di casa faticano a trovare il canestro ma serrano le fila in difesa e il contropiede con schiacciata di Casini vale il nuovo +3, prima che 3 liberi conquistati e segnati da Deloach valgano ai padroni di casa il 58-52 di metà quarto. Sono ancora i rimbalzi offensivi a tenere a galla gli ospiti, che continuano a produrre una grande intensità difensiva e tornano a -2 con i soliti Raivio e Pacher, costringendo al timeout Coach Martino.Navarini trova il 58 pari e dopo un libero di Rivali, Fattori sbaglia la tripla del sorpasso a poco più di 2’ dalla sirena. L’OraSì tiene botta in difesa e allunga nuovamente fino al 63-58 grazie al gancio di Taylor Smith e a altri due liberi di Rivali. Nell’ultimo minuto sale in cattedra Deloach che, dopo un’eccellente difesa su Raivio, segna prima da sotto, poi la bomba del massimo vantaggio 68-58, e infine un libero della staffa che fissa sul tabellone il punteggio finale di 69-62.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy