Ravenna spreca troppo, gli Stings non perdonano e chiudono il 2015 con una vittoria

Ravenna spreca troppo, gli Stings non perdonano e chiudono il 2015 con una vittoria

Commenta per primo!

Ultima gara dell’anno per Dinamica Generale Mantova e Orasì Ravenna, la prima reduce da 4 sconfitte nelle ultime 5 partite, un’emorragia di punti interrotta solo dal successo interno contro Imola di due settimane fa, la seconda con 14 punti in classifica e uscita vincente sette giorni fa contro la tosta Mec-Energy Roseto all’overtime. Stings chiamati a vincere sia oggi che domenica prossima contro Recanati, e a sperare contestualmente nei passi falsi delle rivali, per continuare a coltivare le proprie speranze di accesso alla Coppa Italia.

Buon avvio degli Stings che mettono subito tre punti col 2+1 di Ndoja. Pareggio immediato di Ravenna firmato in tutto e per tutto da Masciadri e partita sul 5-5 dopo 4 minuti. Dinamica non bella da vedere, ma che sembra concreta lì davanti e presente in partita dal punto di vista fisico nel fermare le ripartenze di Ravenna. Deloach e Smith sono impalpabili, è il solo Masciadri che tiene a galla i romagnoli. Tre bombe degli Stings portano i biancorossi sul 18-9, complici anche diversi palloni persi dalla squadra di Martino. Il primo quarto si chiude molto bene per i virgiliani, con un punteggio simile a quello di sette giorni fa a Treviso, 25-12.

Nel secondo quarto le percentuali si abbassano e Ravenna aumenta la densità offensiva, oltre a migliorare la propria presenza in fase offensiva. Fumagalli, dopo aver messo di personalità una bomba, si intestardisce da tre e non risponde al mini-break di Ravenna di 9-4. Gli Stings perdono un po’ di lucidità sotto canestro, ma i romagnoli non ne approfittano, con percentuali ai liberi pessime intorno al 45%. Deloach comincia ad entrare in gara mettendo due punti e facendo segnare i compagni. Dall’altra parte risponde molto bene Hurtt con una bomba. I biancorossi sembrano decollare, ma sul più bello Ravenna rientra e con Deloach sulla sirena termina il primo tempo sotto solo di 5, 42-37.

Avvio scoppiettante per Mantova che infila un break di 10-0. L’Orasì è in bambola totale e subisce la grande presenza di Simms, autore di 6 punti in meno di 90 secondi. I primi punti giallorossi arrivano solo al 26′ dopo due timeout di Martino e dopo numerose palle perse e incomprensioni tra i giocatori romagnoli. Agli Stings mancano gli occhi della tigre e Ravenna ne approfitta per rientrare sul -10, 61-51, al 30′.

Nel finale Deloach entra definitivamente in partita: segna e fa segnare (alla fine saranno 23 punti e 6 assist, oltre a ben 9 falli subiti). I romagnoli fanno paura al PalaBam andando addirittura sul -3 con una bomba di Raschi. La Dinamica sembra aver perso lucidità in attacco, con la palla che non si muove più in maniera fluida come prima e due infrazioni di 24 secondi. Ravenna però non concretizza la rimonta sprecando tanti tiri e perdendo numerosi palloni in maniera ingenua, facilitando i contropiede in solitaria di Moraschini, Ndoja e Simms, accompagnati da altrettante schiacciate. Proprio quest’ultimo regala nel finale, con altri quattro punti, la vittoria alla Dinamica. La partita si chiude sui due punti di Malaventura, dopo 4 tentativi sotto canestro andati male, in risposta al 2/2 di Amici.

Gli Stings chiudono bene il 2015 con una vittoria che li proietta a quota 18 punti. Simms MVP dell’incontro con 23 punti e 10 rimbalzi in 28 minuti sul parquet.

Dinamica Generale Mantova – Orasì Ravenna 75-69 (25-12; 42-37; 61-51)

Dinamica Generale Mantova: Di Bella 5, Moraschini 11, Ndoja 12, Simms 23, Hurtt 12, Fumagalli 3, Gandini 2, Amici 7. Gergati DNP, Masenelli DNP, Maiorino DNP, Alviti DNP. Coach: Alberto Martelossi.

Orasì Ravenna: Smith 4, Malaventura 9, Casini 8, Rivali, Deloach 23, Cicognani 2, Raschi 9, Smorto, Manetti DNP, Seck DNP, Salari DNP. Coach: Antimo Martino.

Fotogallery a cura di Marco Brondi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy