Ravenna supera Roseto e si consolida in zona playoff

Ravenna supera Roseto e si consolida in zona playoff

Prova monumentale di Tommaso Marino e Luca Gandini, ma prestazione convincente ancora una volta a livello difensivo

di Luca Bolognesi, @lucabolla33

ORASI RAVENNA – CIMOROSI ROSETO 85-72
ORASI RAVENNA: Smith 18, Cardillo 1, Masciadri 6, Hairston 13, Montano 5, Marino 21, Jurkatamm 9, Gandini 12, Rubbini. Ne: Montigiani, Baldassi, Tartamella. All. Mazzon.
CIMOROSI ROSETO: Nikolic 2, Person 7, Eboua 9, Akele 19, Sherrod 19, Bayehe, Rodriguez 16, Ianelli. Ne: Pierich, Giordano, Cocciaretto. All. D’Arcangeli.
Parziali: 20-17, 36-30, 59-48.
Arbitri: Brindisi, Raimondo, Azami.
Note. Spettatori 2200. OraSì: tiri da due 18/30, da tre 10/23, liberi 19/24, rimbalzi 33. Cimorosi: tiri da due 22/43, da tre 5/22, liberi 13/22, rimbalzi 38. Usciti per falli Jurkatamm, Nikolic ed Eboua.

MVP Basketinside: Tommaso Marino (21+7 e 32 di valutazione)

Coach Mazzon conferma il quintetto di 6 giorni fa con Jurkatamm e Gandini, ma è Marino a partire fortissimo, con le triple che fanno volare l’OraSì sul 6-4 prima e sull’11-4 poi. Roseto ricuce fino all’11-8 dominando a rimbalzo d’attacco, ma i padroni di casa impongono il loro ritmo e fanno girare bene la palla in attacco, producendo la tripla di Jurkatamm per il 16-10 e il canestro e fallo di Masciadri per il 19-12. Eboua con la bomba tiene a contatto gli ospiti, che chiudono sotto solo di 3 grazie al tapin allo scadere di Akele per il 20-17.

Il canestro e fallo di Rodriguez impatta il match nel primo possesso del secondo periodo, ma Ravenna, sfruttando una solidissima difesa e sfidando al tiro gli avversari, non subisce punti per i successivi 6’. Il conseguente parziale di 16-0, griffato ancora Marino, vale il primo allungo: il playmaker toscano apre e chiude con un canestro più fallo, e segna anche un altro canestro in contropiede, mentre Masciadri e Montano puniscono da dietro l’arco. Sull’ultimo canestro dell’allungo Marino pesca anche il terzo fallo di Nikolic, ma Roseto a sua volta riesce a stringere le maglie in difesa, sfruttando al meglio le sue caratteristiche di squadra da corsa in contropiede. Gli ospiti piazzano un contro-parziale di 0-12 continuando a fare la voce grossa a rimbalzo d’attacco e chiudendo sotto solo 36-32 un primo tempo non giocato al meglio.

Al rientro dagli spogliatoi un Gandini superlativo propizia una nuova fuga giallorossa fino al 43-32 (7-0 il parziale). La tripla di Jurkatamm vale il 50-36 e Ravenna continua a giocare un ottima pallacanestro sapientemente orchestrata da Marino, che piazza anche la bomba del 59-45. Ancora una volta Roseto tiene aperti i giochi stringendo le maglie in difesa e chiude il quarto sotto 59-48, con l’OraSì che compie qualche disattenzione di troppo.

Nel quarto periodo il parziale si allunga a 0-7 e gli ospiti tornano sotto sul 59-52, mentre Ravenna fatica moltissimo in attacco, rimanendo a secco di punti per quasi 3’. Ci pensa ancora Marino con una tripla da 7 metri e l’assist per il canestro e fallo di Hairston a rompere il digiuno giallorosso per il 65-54. Il play è in serata di grazia sia come realizzatore che come passatore e fornisce a Jurkatamm la comoda tripla del 70-54 che chiude sostanzialmente il match. L’OraSì vola fino al +21 grazie ai canestri di Smith, che cerca e trova gloria personale nel finale, che vede i romagnoli portare a casa la vittoria per 85-72, rovesciando anche il doppio confronto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy