Recanati, ancora un KO: la Fortitudo passa in un PalaCingolani stracolmo

Recanati, ancora un KO: la Fortitudo passa in un PalaCingolani stracolmo

Commenta per primo!

Basket Recanati 57 – Eternedile Fortitudo Bologna 63

(12-18, 12-19, 15-9, 18-17)

Recanati: Braida ne, Forte ne, Pierini 19, Lauwers 9, Nwkoye ne, Traini 4, Procacci 4, Bonessio, Amorese ne, Maspero, Lawson 13, Sollazzo 8. All. Zanchi

Bologna: Daniel 11, Quaglia, Errera ne, Candi, Iannilli, Campogrande ne, Montano 27, Sorrentino 13, Raucci 5, Carraretto 2, Italiano 5. All. Boniciolli

Arbitri: Grigioni, Buttinelli, Capotorto

Ancora una sconfitta nei palpitanti secondi finali cui il PalaCingolani (pieno in ogni ordine di posti con oltre 200 tifosi ospiti) sta oramai, purtroppo, abituando i tifosi del Basket Recanati che vede sfuggire un successo che avrebbe meritato soprattutto per avere annullato un gap di 19 punti ed essere andata avanti di due in un momento di grande sofferenza della Fortitudo Bologna.

Il primo periodo parte lentamente caratterizzato da 2’ senza punti e tanta imprecisione al tiro e nella manovra. Forse è in questa frazione che Bologna mette in cassaforte quei punti che alla fine faranno la differenza: lo 0-5 firmato da Montano, più quel solitario libero realizzato di tre da Bologna quando viene fischiato un antisportivo a Procacci.

Alla fine del secondo periodo Recanati ha un piede nella …. “fossa”, e fino a metà frazione Bologa fa vedere l’inferno ai leopardiani che non trovano più la retina, litigano con il ferro, propongono soluzioni improbabili e subiscono la difesa fisica ed arcigna dei felsinei che vanno al massimo vantaggio: +19. Motano e Daniel fanno la differenza che conta e le chiusure ermetiche su Sollazzo e Lawson limitano la capacità offensiva di Recanati.

Sugli spalti il tifo della “Fossa” quella vera del celebre tifo del PalaDozza sogna nella prima vittoria in trasferta dopo una serie di sei sconfitte di fila dall’inizio del campionato lontano della mura amiche.

Il terzo periodo nella fase iniziale non offre in vero tanto basket spettacolo tanto che Bologna e Recanati in quattro minuti fanno un misero 2-2 condito di confusione ed errori da ambi le parti con la palla però che per gli strani ed incerti scherzi del destino favorisce di più la Fortitudo.

Recanati si sveglia all’improvviso e lima lo svantaggio con Lawson e Pierini che non ci stanno e con della giocate prodigio risaltano il tifo dei supporters gialloblu fino al arrivare a -7 con tutto l’ultimo quarto da giocare.

Sugli spalti adesso è il tifo bolognese a nutrire qualche perplessità sulla gestione di gara dei propri beniamini .

Pierini apre subito il gran finale con una tripla per il -4 ma il capitano mentre Recanati sta dando la massina spinta è costretto ad uscire per 3’ lunghi minuti per una ferita al volto. Bologna riprova ad allungare con Sorrentino e Carraretti ma Recanati c’è è piazza un 9-0 per il pareggio 51-51 con più di 5’ a disposizione.

Adesso è Bologna che soffre con Recanati che inizia a difendere con maggiore determinazione ed arpionare palle importanti che però non si concretizzano in punti pesanti.

Inizia un testa a testa con prima Bologna, poi Recanati avanti di 1.

Con 3’ 40” da giocare Recanati ha un punto dì vantaggio, viene fischiato un fallo assai discutibile a Sollazzo in attacco, sul rovesciamento di fronte Montano non sbaglia dalla distanza, imitato subito da Pierini che ristabilisce il minimo vantaggio, 56-55 e 2’ 19”. Recanati spinge e costringe al fallo Bologna. Lawson fa 1 su due dalla lunetta e Recanati a 2’ dalla sirena gira a +2. Il pari arriva a 1’ 47” con Daniel. Recanati non riesce più a penetrare l’area e si muove prevedibilmente dal perimetro. Traini commette fallo in attacco e Bologna prima con Sorrentino dalla lunetta, poi con la coppia Daniel/Montano piazza lo 0-6 della differenza finake.

Per Recanati il secondo passo falso consecutivo in casa nei due turni di fila, tutti decisi sul fìnale ed una classifica con alle viste la trasferta di Roseto che torna precaria. Bologna incamera il primo colpo esterno. Finisce con i tifosi locali sotto la tribuna ospite a rendere omaggio al mitico tifo della Fossa che rende il saluto alla squadra locale. Per Recanati Lawson 17 di valutazione e 13 punti, sponda Bologna che evidenzia i 27 punti di Montano e il suo 25 di valutazione.

Fotogallery a cura di Simon Regini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy