Recanati firma un maxi recupero, Matera paga anche un arbitraggio non perfetto

Recanati firma un maxi recupero, Matera paga anche un arbitraggio non perfetto

Commenta per primo!

Ancora una vittoria verso i playoff per Recanati, ma soprattutto un brutto stop per la Bawer Matera: la sconfitta brucia. Anche per come  matura negli ultimi minuti.

A rompere il ghiaccio è Recanati con il canestro di Mosley, ma gli replica prontamente Migliori. Dopo un possesso per parte andati entrambi a buon fine, è ancora Migliori ad andare a canestro con una bomba da 3 a cui i marchigiani riescono a rispondere solamente dalla lunetta, ma nel possesso successivo Bonessio non sbaglia e tiene gli ospiti a distanza. Dopo 3 minuti di black out da ambo le parti ci pensa Fallucca a togliere le castagne dal fuoco e con la sua bomba porta i suoi sul +6, ma la Bawer non si ferma ed è ancora uno strepitoso Migliori a far esplodere il PalaSassi con la sua seconda tripla di giornata che sancisce il 16-6 a 3’ dal termine del quarto. Recanati prova a reagire ma la risposta della Bawer trascinata da capitan Bonessio, Migliori e Greene è a dir poco monumentale! Non sono riescono ad arginare gli attacchi degli avversari, ma addirittura riescono ad incrementare il vantaggio portandosi sul +14, poi Recanati sulla sirena trova il canestro del -12. Il primo quarto termina sul 28-16.

Secondo quarto che si apre ancora con un sigillo di marca biancoazzurra, con Richard che va a schiacciare in faccia a Mosley sul super assist di Bonessio, poi lo stesso Mosley non riesce a sfruttare al meglio il gioco da tre punti e ne porta a casa solo 2. Poi un piccolo momento di appannamento della Bawer favorisce a Gueye un break di 4 punti che riporta i marchigiani sotto la doppia cifra, ma è ancora una tripla, stavolta di Tagliabue, a mandare in delirio il PalaSassi. Poi pero’ a frenare la cavalcata della Bawer qualche valutazione arbitrale che non convince pubblico e panchina Olimpia, ma Bonessio non le manda a dire e firma il nuovo +12. Recanati in confusione totale, Tagliabue recupera palla e la scarica su Greene che viene letteralmente travolto, per l’arbitro stavolta è semplice fallo, e dagli spalti si elevano ancora boati di protesta. Quando manca meno di metà parziale alla sirena il punteggio dice 36-23. Ma da qui alla fine è Olimpia-Show: i biancoazzurri non si lasciano scalfire neanche dall’arbitraggio e in una vera e propria lotta serrata con gli avversari riescono a chiudere il quarto sul 48-32, andando al riposo lungo sul +16, avendo piu’ volte sfiorato addirittura il +20.

Al rientro dal riposo lungo è Gueye a riaprire le danze e lo fa nel migliore dei modi con un tiro dai 6.25, a cui però Greene risponde da 2, il copione è lo stesso nei due possessi successivi per parte. Poi l’arbitro chiama un doppio fallo antisportivo fischiato a Bonessio e Skyes, e per somma di falli antisportivi lo stesso Bonessio deve abbandonare il campo, la Bawer perde un tassello fondamentale: sarà dura da qui alla fine resistere all’arrembaggio di Recanati senza il capitano biancoazzurro. Gli arbitri a stretto giro fischiano un altro fallo ai danni di Fallucca, che sale a 4 personali, ed è costretto a tornare in panchina a scopo precauzionale, quindi viene annullata una tripla a Baldasso. Il pubblico del PalaSassi è una furia, nel trambusto generale Recanati si porta sul -10 alla metà del quarto, ma la Bawer prova nonostante tutto a non mollare. Altro fallo tecnico fischiato ai danni dell’Olimpia, Matera pero’ stavolta non lo accetta, e resta a galla, chiudendo il quarto sul +11, 64-53.

Ultima frazione,  che si apre con i 2 punti di Tagliabue, poi Zanelli gli replica, ma Migliori mette la tripla che fa esplodere il PalaSassi. Recanati pero’ si concede un break di 0-8 con Pierini, Mosley e Gueye che costringono Di Lorenzo a chiamare time out, quando il vantaggio si riduce sul -6 quando mancano poco meno di 7 minuti. Time out che non sortisce gli effetti sperati, Gueye realizza un gioco da 3 punti e Richard è costretto ad abbandonare il campo per 5 falli. Notte fonda in casa Bawer che vede pian piano volatilizzarsi il vantaggio acquisito in 34’ di gioco impeccabili. Recanati infatti raggiunge la parità quando mancano al termine 4’, 72-72, poi il +2, ma Baldasso replica quando se ne va un altro minuto. Matera pero’ non ne ha davvero piu’, Tagliabue commette il suo 5° fallo e Recanati si porta sul + 4 quando manca 1 minuto. Fino al termine per gli ospiti è una vera e propria passerella, un altro colpo per l’Olimpia che perde ancora una volta immeritatamente, forse anche con qualche scelta arbitrale non del tutto convincente. Intanto però l’Olimpia questa A2 dovrà ancora sudarsela per conquistarla.

Bawer Matera – Basket Recanati 79-89 (28-16, 20-16, 16-21, 15-36)

Bawer Matera: Cucco 0 (0/1, 0/1), Greene 21 (5/15, 0/1), Fallucca 11 (1/2, 3/3), Richard 5 (2/4), Baldasso 2 (1/2, 0/1), Bonessio 8 (2/4, 1/1), Caroldi 3 (1/3, 0/1), Tagliabue 11 (4/5, 1/1), Migliori 18 (3/15, 2/5) N.E.: Sacco, Paparcone, Dagostino

Tiri Liberi: 20/27 – Rimbalzi: 25 19+6 (Bonessio 7) – Assist: 11 (Greene 3) – Cinque Falli: Richard, Tagliabue

Basket Recanati: Rayshawn Sykes 9 (3/7, 0/1), Zanelli 12 (2/5, 2/3), Pierini 3 (0/1, 1/3), Lauwers 11 (3/3, 0/5), Terenzi 0 (0/1 da tre), Eliantonio 10 (3/5, 0/1), Mosley 25 (11/14), Gueye 19 (3/6, 4/9) N.E.: Gurini, Galmarini

Tiri Liberi: 18/23 – Rimbalzi: 39 29+10 (Mosley 16) – Assist: 15 (Zanelli, Lauwers 5) – Cinque Falli: Mosley

Fotogallery a cura di Roberto Linzalone & Galileo De Iudicibus

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy