Recanati immensa: superata Treviglio, ci sono i playoff

Recanati immensa: superata Treviglio, ci sono i playoff

Basket Recanati 101 – Remer Treviglio 94 (23-23, 27-13, 21-27; 18-26; 12-5 )

Basket Recanati: Sykes 24, Zanelli 14; Pierini 18, Gurini, Lauwers 18; Terenzi, Galmarini, Eliantonio 4; Mosley 19, Gueye 4. All. Sacco.

Remer Treviglio: Sabatini 10; Marusic, Kyzlink, Slanina 5, Gaspardo 14, Marino 20, Beretta, Carnovali 16, Rossi 25, Turel 3. All. Vertemati

Il Basket Recanati vola ai play off da seconda battendo in uno spareggio al cardiopalma, risolto all’over time, la Remer Teviglio. Una gara per cuori forti con Recanati che passa da un +18 ad un -10 e che nei cinque minuti supplementari tira fuori quelle giocate che faranno la differenza trascinata da un pubblico oggi più che mai il sesto uomo in campo.

Primo periodo testa a testa con un timido accenno di Treviglio a mettere la testa avanti, mentre Recanati tenta un allungo che non va oltre le quattro lunghezze. Si gioca basket ad alto livello, più che uno spareggio per la seconda posizione, gara da play off autentici. Gaspardo e Rossi in gran spolvero per gli ospiti, Sykes/Lauwers/Mosley per Recanati ad alzare il tasso tecnico del confronto.

Secondo periodo con Recanati che con il terzetto di cui sopra dilaga con Treviglio frastornato e che accusa parziali importanti da 7-0 e 11-0. Treviglio va al riposo lungo sotto di 14.

Terza frazione che vede Recanati lentamente smarrirsi dopo un avvio 5-0 che la portava a +18 dopo appena 60”. Un break 0-5 di Treviglio ma tante azioni capitalizzate qua e là e il periodo vede i bergamaschi rivedere la luce recuperando 12 punti e solo 8 da recuperare.

Recanati accusa questa ricucitura, si incaponisce in soluzioni forzate, “subisce” qualche interpretazione arbitrale di una terza che nel complesso è stata una delle migliori viste a parte due minuti della fase centrale de quarto periodo. Periodo in cui succede di tutto, fino alla caduta nel baratro di Recanati, l’espulsione di Sacco, i 18 tifosi trevigliesi in brodo di giuggiole per l’impresa che stanno compiendo i loro beniamini. Ma i 700 del PalaCingolani diventano il sesto uomo quando arriva il momento di scuotere la squadra che cede sotto i colpi di Carnovali e Rossi che portano Treviglio a +10 con 2’ 29” dalla sirena finale.

Recanati sta giocando senza l’apporto di coach Sacco, espulso al 5’ per avere vivacemente contestato l’arbitraggio. Squadra in mano a Pozzetti. Si toglie la giacca il ds Chiodoni e si rimbocca le maniche pure lui. La “marea giallo blu” (oggi tifosi vestiti a tema) fa sentire tutto il proprio sostegno ed il messaggio arriva in campo. Mosley, Sikes, Pierini piazzano un 7-0 che fa sbandare le convinzioni di Treviglio quando mancano 55”. Sul parquet e sugli spalti è il finimondo quando con 43” sul cronometro il canestro di Zanelli viene annullato per uno sfondo di quello impossibili. E’ Treviglio che torna a gestire la palla ed ultimi secondo che diventano un duello Marini-Pierini. Centra da due Marino e Treviglio avanti di 5 a 32”. Capitani Pierini mette dentro da tre per il -2 a 27”. Marino in lunetta fa 1 su 2 con 23” e tre punti di margine. Capolavoro di Lauwers che mette nelle mani di Pierini la palla del pareggio a 17” dalla fine. Treviglio ha in mano la palla del ko con Sabatini che in area pitturata si fa arpionare la palla da Mosley. Ed è over time

Un 4-0 subito in apertura di Zanelli e Recanati dopo minuti in ambasce rimette la testa avanti. Solo Slanina e Carnovali centrano la retina mentre i padroni di casa controllano la gare e vanno a canestro con Sykes, Pierini, Zanelli e Lauwers.

Grande spettacolo di basket, senza dubbio più una gara da play off che una da regular season. Recanati doveva vincere di 7 e lo ha fatto blindando a questo punto la seconda piazza favorita anche dalla serie di scontri diretti con le potenziali concorrenti in caso di sconfitta venerdì a Scafati.

Treviglio una delle migliori formazioni viste al Palacingolani, forse anche più di Treviso.

Per Recanati 35 di valutazione e 24 punti il migliore è Sykes, sulla sponda Treviglio Rossi con 25 in pagella mentre miglior realizzatore Carnovali, 25. Recanati nettamente avanti anche nella valutazione di squadra, 121-86.

La serata al Palacingolani si era aperta con l’esposizione di un lungo striscione polemico da parte della tifoseria (oggi grande coreografia con tanto di fuochi artificio a coriandoli) in cui si rimarcava la vicenda delle sorti della società: “Via da Recanati per colpa di chi …??!!”. Un secondo striscione invece era dedicato a coach Sacco: “Con noi per sempre”. Sacco che è stato premiato quale miglior allenatore del mese di Marzo. E’ oramai assodato che il Basket Recanati emigrerà nella prossima stagione: Ancona o Macerata le possibili destinazioni pur mantenendo il nome della cittadina leopardiana. Semprechè arrivi uno sponsor, ma stasera il presidente Pierini, prima di essere portato in trionfo, sembrava fiducioso. Intanto l’obiettivo play off è stato raggiunto smentendo chi mal profetizzava alla vigilia del campionato sul valore tecnico di Recanati.

Fotogallery a cura di Simone Regini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy