Recanati lotta ma cede nel finale, sesto ruggito di fila per la Leonessa Brescia

Recanati lotta ma cede nel finale, sesto ruggito di fila per la Leonessa Brescia

Commenta per primo!

Basket Recanati 66-Centrale del Latte-Amica Natura Brescia 70

Arbitri: Cappello, Lestingi, Gasparri

Parziali: 23-18; 13-15 (36-33); 13-19 (49-52); 17-18

Basket Recanati: Forte ne, Braida ne, Pierini 14, Lauwers 3, Nwokoye ne, Traini 11, Procacci, Bonessio 4, Maspero, Lawson 29, Sollazzo 5. All. Zanchi

Centrale del Latte-Amica Natura Brescia: Passera 2, Fernandez 19, Cittadini 14 (11 rimbalzi), Bruttini 6, Alibegovic 3, Bolis ne, Holmes, Bushati 4, Totè, Hollis 22. All. Diana

Finisce con i giocatori di Brescia che salgono quasi in tribuna ospiti a salutare la pattuglia di supporters che li ha sostenuti. Sull’altra sponda non manca l’abbraccio della tifoseria locale ai propri beniamini che con la partita giocata contro la capolista hanno non solo sfiorato un’impresa ma, pur perdendo, dimostrato che Recanati se la può giocare per la salvezza fino alla fine.

In una partita in cui di fronte c’erano una leonessa ed il leone rampante alla fine sono stati due graffi di Cittadini a regalare la vittoria ai bresciani che se lo sono dovuti sudare questo successo di fronte ad una formazione che non si è mai arresa ed è sempre riuscita a tornare in partita.

La fortuna questa volta non è stata prodiga con Recanati cui è mancata nei secondi finali la cinicità necessaria e la dovuta lucidità nel trovare soluzioni al tiro e un apporto prolifico di Sollazzo apparso molto lontano dalla prestazione incontenibile di Chieti.

Quando mancano 1’ 25” alla fine Traini porta sul 66-66 il risultato, Cittadini replica per il +2 ospite. Finale convulso con errori da ambo le parti. Recanati in forcing non trova spazi e Lawson non centra il canestro, sul rimbalzo Bonessio recupera una palla pesantissima che fallisce clamorosamente e commettendo un fallo più di frustrazione. Mancano 35”, Brescia non va al tiro, preferisce manovrare e con Cittadini concretizza il +4 a pochi secondi dalla fine. Recanati tenta la tripla che non entra e sul contropiede Brescia non infierisce e porta a casa due punti che valgono il primato.

Nella prima frazione Recanati mette subito paura a Brescia e va alla seconda frazione avanti di 5. Secondo periodo in cui i leopardiani vanno a +7. Brescia subisce il gioco locale ma Recanati nonostante abbia più di un’occasione per fare male non centra la retina. Anche i lombardi trovano difficoltà e la partita per circa 3’ è una saga degli errori. Coach Diana scuote i suoi e Brescia rientra in partita anche se al riposo lungo Recanati mantiene un punto di vantaggio. In evidenza Fernandez.

Terzo perioco che pesa per Recanati che in 5’ realizza solo due punti contro gli 11 dei bresciani che quando fanno arrivare la palla dalle parti di Hollis aggiornano il punteggio. Lawson non ci sta e rimette in scia Recanati che riprende i 10’ finali con tre lunghezze di svantaggio.

Avvio subito scoppiettante con un parziale 7-0 di Traini/Lawson che a metà frazione fa mettere avanti Recanati di 2. Inizia un testa a testa in cui un paio di decisioni arbitrali suscitano qualche dubbio. Recanati ha qualche difficoltà a concretizzare le sue azioni e arriva superato metà periodo uno 0-7 ospite a cura di Bushati/Hollis. Pierini riporta a -3 Recanati poi l’epilogo narrato in apertura.

Brescia veniva da 5 successi di fila e porta a sei la striscia positiva per un bottino di dieci vittorie e solo due sconfitte: una serissima candidata al salto in A1. Recanati sfiora l’impresa (e non è la prima volta), deve riflettere sulla gestione di qualche palla portata troppo al limite ma può guardare al futuro conscia che nelle mani ha la possibilità di evitare i play out. Lawson, 25 di valutazione, e Fernandez, 26 i migliori del match. Al tabellino 29 punti di Lawson e e 22 di Bushati.

Fotogallery a cura di Simon Regini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy