Recanati lotta, ma il derby è di Jesi

Recanati lotta, ma il derby è di Jesi

Commenta per primo!

BASKET RECANATI 72

AURORA JESI 79

(14-18, 16-19, 23-20, 19-22)

Basket Recanati: Braida, Forte 3, Pierini 14, Lauwers 9, Obinna, Traini 17, Procacci 6, Bonessio 4, Amorese, Lawson 18, Gibson 1. All. Zanchi

Aurora Jesi: Greene 23, Hunter 14, Battisti 8, Lucarelli, Janelidze 3, Leggio, Paci 5, Santiangeli 25, Picarelli, Gueye 1. All. Lasi

Arbitri: Gagliardi, Fabiani, Scudiero

Esulta Jesi che centra la vittoria con una gara fisica e con una cifra tecnica superiore a tratti. Per Recanati non bastano cinque minuti giocati con il coltello tra i denti a far dimenticare una condotta di gara in cui si sono evidenziati dei limiti nella velocizzazione della manovra e nel cercare soluzioni semplici al tiro.

Greene e Santiangeli hanno giganteggiato mentre sulla sponda di casa il solo Lawson è emerso sorpa gli altri.

E’ stata anche una gara in cui Recanati ha manifestato un tasso nervoso troppo elevato subendo spesso “il mani addosso” degli avversari non sempre punito dalla terna arbitrale.

La formazione di casa è stata sempre costretta ad inseguire, e quando si è avvicinata l’ha fatto sempre con grande sofferenza.

Jesi attua una manovra veloce e dinamica con soluzioni premianti dalla lunga distanza. Recanati fatica a superare l’arcigna difesa ospite e si incaponisce in poco probabli tentativi.

Se il primo periodo non finisce con Jesi che ha preso già il largo lo si deve alla spettacolare carambola da tre di Lawson a fil di sirena. La seconda frazioen vede Jesi controllare i tentativi più che altro velleitari dei padroni dic asa che non trovano mai il guizzo necessario per ridurre quella forbice di -7.

Terza frazione che vede Pierini subire un fallo tecnico dopo che era stato lui a subirne uo dal suo avversario, non fischiato. Mancano 6’50”, la squadra si disunisce e arriva il -15 con Jesi che centra la retina da tutte le posizioni. Una prodezza di Traini da la scossa  alla squadra che tenta un disperato recupero. Dalla lunetta Pierini, ancora inviperito per il tecnico fa 0/2 per mettere dentro in rapida successione poi cinque punti che danno ossigeno a Recanati che affronta l’ultimo periodo con quattro punti di svantaggio.

Quarta frazione in cui Recanati si esalta fino a raggiungere il pari. La partita diventa un testa a testa. Recanati riesca anche ad andare avanti di 1 con Pierini che suona la carica. Improvvisamente però Recanati si spegne, mancano ancora 5′. Greene e Hunter non perdonano. Recanati reagisce, torna in partita con -4 e 2′ da giocare.

Jesi non molla la presa, marcatire asfissianti, il tiro da tre di Gibson che vale il -1 viene annullato per un dubbio fallo. Recanati subisce il colpo e Santiangelie Greene mettono il sigillo finale.

L’ultimo confronto tra Recanati e Jesi risale ad oltre 30 anni fa e le due società militavano in serie D. Di tempo ne è passato, l’Aurora Jesi è arrivata a calcare fino alla massima serie, il Basket Recanati in questi ultimi otto anni si è affacciato alla finestra della palla a spicchi che conta.

Oggi questa inedita partita è diventata prima il derby delle Marche (da anni due formazioni regionali non si affrontavano in A o A2), poi un vero e proprio “spareggio” già alla terza giornata dove Lasi e Zanchi cercano il primo successo stagionale.

Di fronte anche due roster completamente rimodellati e con un tasso giovanile elevato. Molti gli ex: per Jesi Bonessio, Procacci e Zanchi, Per Recanati Gueye.

Fotogallery a cura di Simon Regini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy