Roseto dà lezioni di basket al PalaSassi, Bawer asfaltata

Roseto dà lezioni di basket al PalaSassi, Bawer asfaltata

Gli Sharks ottengono in scioltezza la loro 16^ vittoria in campionato contro una Bawer apparsa demotivata. Unica nota positiva per i lucani il quarantello di Jiri Hubalek.

Al PalaSassi di Matera – ancora una volta aperto gratuitamente al pubblico la Bawer ultima in classifica ospita, per la 25^ giornata di regular season, una Mec-Energy Roseto reduce dalla sconfitta di misura rimediata tra le mura amiche contro Treviglio. Si tratta dell’ultimissima spiaggia per i padroni di casa, che vedono il proprio futuro in A2 appeso ad un filo.

Coach Ponticiello decide di schierare il quintetto composto da Chase, Mastrangelo, Lestini, Corral e Hubalek. Coach Trullo risponde con lo starting five formato da Moreno, Allen, Papa, Weaver e Bryan.

PRIMO QUARTO

Buon avvio della Bawer che mette subito a segno un parziale di 7-0, ma gli ospiti rispondono portandosi subito sul -1. Lestini e Hubalek mettono a segno due triple ma gli Sharks mettono la freccia e sorpassano i padroni di casa sfruttando il gioco in transizione e la fisicità di Bryan che mette in difficoltà Diego Corral. Il centro passaportato continua ad imporsi sotto le plance e realizza il suo ottavo punto personale che vale il 13-16 a 3′ dal termine. Ancora Hubalek trova il canestro all’altezza del gomito, ma il quintetto materano non torna prontamente in difesa e viene punito dalla tripla di Allen. Roseto prova ad allungare portandosi sul +7 (15-22) e coach Ponticiello chiama il primo timeout del match ad un minuto e mezzo dal primo mini-intervallo. Chase sbaglia un semplice layup, Allen è più concreto e conclude con due punti la buona transizione abruzzese, ma Hubalek risponde in schiacciata. Il primo periodo si chiude sul 19-26 a favore degli uomini di coach Trullo.

SECONDO QUARTO

Una tripla di Moreno vale il primo vantaggio in doppia cifra per gli Sharks. Nei primi due minuti le difese si allungano e ciò favorisce il gioco in transizione degli ospiti, con Allen che trova l’ennesima tripla da smarcato. Il prodotto di George Mason continua a mostrare le sue doti realizzative e porta i suoi sul massimo vantaggio di +15, costringendo coach Ponticiello a chiamare timeout (21-36 dopo 3′). La musica però non cambia: Roseto continua a dare lezioni di gioco in transizione con il professor Bryon Allen che sale in cattedra. Chase realizza i due punti del -19 ma la Bawer sembra non avere l’energia per tenere il ritmo degli ospiti e fatica a costringerli ad attaccare contro la difesa schierata. Ciò è musica per le orecchie degli Sharks che in scioltezza toccano quota 60 punti grazie alla precisione dall’arco ed alla lucidità con cui riescono a mettere a referto punti veloci. Si va negli spogliatori sul 38-63 per Roseto.

TERZO QUARTO

Il ritmo del match si abbassa sin dai primi minuti del secondo tempo, con Roseto che ha ormai messo i due punti in cassaforte. Questa volta è Kyle Weaver a dare lezioni di tiro in isolamento ed incrementa il proprio bottino personale. Una giocata di Bryon Allen in contropiede vale il +30 abruzzese (51-81 a 3′ dal termine), mentre in tribuna si sente solo la voce dei tifosi rosetani. Il punto esclamativo viene bissato da Sylvere Bryan, che schiaccia indisturbato e realizza i punti finali del terzo periodo, che si chiude sul 57-85.

ULTIMO QUARTO

L’ultimo periodo è una pura formalità, si gioca solo per aggiungere punti nei tabellini personali. Hubalek sembra l’unico in grado di reggere la corazzata abruzzese e raggiunge il trentello. Gli ospiti mantengono alta la percentuale dall’arco con la bomba di Marulli, mentre dall’altra parte Hubalek continua a trovare il canestro. Roseto sfonda il muro dei 100 punti con la tripla di Marini e coach Trullo offre minuti al giovane Trevisan. Hubalek tocca quota 40, si guadagna l’applauso del PalaSassi e lascia spazio a Santarsia. Finisce 85-105, Roseto trova la sua 16^ vittoria mentre Matera sembra essere ormai prossima alla retrocessione.

MVP Basketinside: Bryon Allen (24 pts, 3 rb, 4 ast, 11/20 dal campo), Jiri Hubalek (40 pts, 8 rb, 14/18 dal campo)

BAWER MATERA – MEC-ENERGY ROSETO 85-105 (19-26; 19-37; 19-22; 28-20)

MATERA: Chase 8, Mastrangelo 11, Corral 8, Cantagalli 2, D’Agostino n.e, Santarsia, Lestini 15, Bertocco 1, Zaharie, Hubalek 40. Coach: Ponticiello.

ROSETO: Allen 24, Borra 12, Ferraro n.e, Papa 4, Marini 16, Mariani, Trevisan 2, Bryan 12, Marulli 10, Moreno 11, Weaver 14. Coach: Trullo.

Arbitri: Pepponi di Spello (PG), Capozziello di Brindisi, Chersicla di Oggiono (LC).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy