Roseto non completa una rimonta clamorosa, Mantova trionfa 81-84

Roseto non completa una rimonta clamorosa, Mantova trionfa 81-84

La Dinamica Mantova espugna il PalaMaggetti di Roseto battendo 81-84 la Mec-Energy. Il quintetto di Trullo non è riuscito a completare una rimonta clamorosa, dopo che a 7’dal termine si trovava sotto di 15 lunghezze.

MEC ENERGY ROSETO – DINAMICA GENERALE MANTOVA 81-84
Parziali: 18-21; 37-40; 52-66; 81-84
ROSETO: Allen 23, D’Emilio n.e, Borra, Ferraro 7, Papa, Marini 23, Mariani n.e, Trevisan n.e, Bryan 10, Marulli 2, Moreno 3, Weaver 13. All. Tony Trullo
MANTOVA: Ndoja 14, Alviti, Fumagalli n.e, Moraschini 12, Di Bella 7, Simms 8, Hurtt 16, Gandini 3, Amici 17, Gergati 3. All. Alberto Martelossi

ARBITRI: Belfiore, Ascione, Stoppa
Spettatori: 2800
Usciti per 5 falli: Ferraro, Amici

Roseto degli Abruzzi. La Dinamica Mantova espugna il PalaMaggetti di Roseto battendo 81-84 la Mec-Energy. Il quintetto di Trullo non è riuscito a completare una rimonta clamorosa, dopo che a 7’dal termine si trovava sotto di 15 lunghezze. I biancazzurri sono rientrati più volte sul -1, fallendo in più occasioni il canestro del sorpasso e sbagliando con Allen il canestro della vittoria allo scadere.

Di Bella segna i primi punti della gara dopo 90” di gioco. Rispondono all’ex Azzurro Weaver e Bryan. Di Bella sbaglia la rimessa offensiva ed Allen in contropiede segna il 6-2. Schiacciano Simms da una parte e Bryan dall’altra. Le triple di Ndoja e Hurtt riportano avanti Mantova ma un nuovo schiaccione di Bryan rimette in parità le due squadre al 5’ (10-10). Dopo due liberi di Marulli, Roseto non trova la via del canestro per oltre 3’ e Trullo chiama time-out sul 12-18. Un gioco da 3 punti di Gandini porta la Dinamica sul +9 ed è a questo punto che gli Sharks reagiscono, chiudendo sul 18-21 la prima frazione che annuncia per i padroni di casa un impegno molto meno agevole di quelli avuti negli ultimi tempi al PalaMaggetti. Amici colpisce dai 6,75, replica Bryan che va già in doppia cifra. Roseto fatica più del solito a ripartire in velocità e le percentuali dei suoi esterni ne risentono. Si sveglia Marini, che piazza la bomba del 24-26, Allen poco dopo pareggia. Amici però torna subito a colpire dalla lunga distanza. Simms si beve Borra sotto canestro, Moreno colpisce da 3. Al 15’ 29-31. La seconda tripla della serata di Marini è preceduta da tre liberi di Hurtt. Ndoja realizza due volte dalla lunetta, Marini una sola volta. Roseto insegue di tre lunghezze a 2’30”dall’intervallo lungo. Al gran canestro di Hurtt ribatte Marini con un 2/2 dalla linea della carità. Un lampo di Di Bella ci rinfresca la memoria riguardo alla sua brillante carriera. Marini è in questa fase l’unica insidia per la difesa mantovana ed il n°13 segna altre due volte dalla lunetta. Entrambi i quintetti sciupano un paio di possesso, tornando negli spogliatoi con il tabellone che sancisce il vantaggio dei ragazzi di Martelossi per 37-40.

Al ritorno in campo Mantova riallunga con due liberi di Hurtt ed una pregevole tripla di Di Bella. Ferraro recupera palla e deposita a canestro per il 39-45 ma Amici segna quattro punti in fila con Trullo che chiama time-out a 6’47” dalla fine del terzo quarto sul 39-49. La Dinamica si porta avanti di 11 (41-52), prima che Weaver trovi un gioco da 3 punti ed Amici commetta infrazione di passi. Martelossi interrompe immediatamente con un minuto di sospensione prima del 25’, sul 44-52. Allen si fa soffiare palla e Ndoja in contropiede rimette i suoi avanti di 10. In questa fase è Weaver a cercare di tenere in piedi i biancazzurri ma i risultati sono altalenanti. Al 28’ Mantova conduce 47-59. Moraschini segna sei punti nel finale di periodo, la Mec-Energy nel frattempo va a bersaglio con Weaver e due liberi di Marini. Prima del termine della terza frazione Gergati dalla lunetta fa ½, fissando il punteggio sul 52-66.

La tripla di Allen ed il successivo fallo in attacco ospite riaccende l’entusiasmo dei supporter biancazzurri, che si spegne parzialmente quando poco dopo Moraschini sigla altri due punti per i mantovani. Weaver recupera palla, serve Marini che spara la bomba del -10 (58-68). Il PalaMaggetti torna ad infuocarsi ma soltanto per qualche secondo perché Amici si inventa una tripla dal coefficiente non indifferente a cui dà seguito Ndoja, rigettando Roseto a 15 lunghezze di distanza.

Segnano Ferraro ed Allen e Martelossi saggiamente vuole spegnere ogni velleità di rimonta rosetana chiamando time-out, ma la sua scelta si rivelerà inutile. Una tripla di Allen e due canestri dello stesso americano e di Marini costringono il coach ospite ad arrestare nuovamente il gioco, sul 69-73 a meno di 5′ dalla conclusione. Ferraro porta gli Sharks addirittura sul -2, prima di commettere il 5°fallo a 3’57″dalla fine. La bomba di Hurtt conclude il 13-0 di parziale rosetano, ma Allen gli risponde con un siluro dei suoi, che vale il 74-76.

Il PalaMaggetti è una bolgia come non accade probabilmente da un decennio. Amici fa 0/2 dalla lunetta, Allen sbaglia la tripla del sorpasso. 5°fallo di Amici a 2’52”, va in lunetta Weaver che fa 1/2. Ad Hurtt replica Marini. Gran schiacciata di Moraschini ma Weaver va ancora a bersaglio: 79-80 ad 1’33” dalla fine delle ostilità. Simms segna il canestro più importante della sua gara, Roseto sbaglia a più riprese ma riesce sempre a catturare rimbalzi offensivi prima che l’indomabile Marini sigli l’ 81-82 quando mancano 45 secondi. Di Bella sbaglia a 24″ dalla fine, Roseto ha tra le mani la palla decisiva della gara. Bryan serve Allen sotto canestro ma proprio lui che in più occasioni ha regalato la vittoria ai biancazzurri questa volta fallisce il bersaglio, con Moraschini che allo scadere segna i due liberi che oltre a siglare il successo mantovano ribaltano anche la differenza canestri, Finisce 81-84 una partita fra due quintetti che diranno ancora loro fino al termine della stagione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy