Roseto sul velluto, Jesi asfaltata 96-70

Roseto sul velluto, Jesi asfaltata 96-70

La Mec-Energy Roseto batte 96-70 la Betulline Jesi. Partita vera per 15′, poi alla distanza il quintetto di casa ha via via allungato fino a superare anche le trenta lunghezze di vantaggio.

MEC ENERGY ROSETO –BETULLINE JESI 96-70
Parziali: 22-18; 51-34; 72-51; 96-70

ROSETO: Allen 34, D’Emilio, Borra 16, Ferraro, Papa 2, Marini 18, Mariani 2, Trevisan 2, Bryan 6, Marulli 11, Moreno 3, Weaver 2. All. Tony Trullo

JESI: Greene 15, Hunter 12, Battisti 5, Scali, Lucarelli, Maganza 9, Paci 6, Santiangeli 10, Picarelli, Gueye 13. All. Maurizio Lasi

ARBITRI: Noce, Radaelli, Mottola.
Spettatori: 2300
Uscito per 5 falli: Paci

Roseto degli Abruzzi. La Mec-Energy Roseto festeggia al meglio la Pasqua battendo 96-70 la Betulline Jesi. Partita vera per 15′, poi alla distanza il quintetto di casa ha via via allungato fino a superare a pochi minuti dal termine anche le trenta lunghezze di vantaggio.

Poca cosa la squadra di Lasi, immischiata nella lotta per non retrocedere. I locali non risentono minimamente dell’assenza di capitan Ferraro e possono permettersi un Weaver opaco che ha realizzato il suo unico canestro dopo circa 30′ di gioco. Anche perchè c’ha pensato Allen a fare il suo ed anche quello dell’ex Nba con 34 punti a referto.

Il primo canestro della gara lo firma proprio l’americano del Maryland ma al 3’ Jesi è avanti 4-5. La tripla del solito Allen riporta avanti Roseto. Papa commette tre falli e Trullo chiama immediatamente dopo sul cubo dei cambi Pierpaolo Marini. 9-7 al 5’ in favore dei biancazzurri. Jesi riesce a rimettere la testa avanti sul 12-13 grazie ad Hunter ma Allen gli risponde con cinque punti consecutivi. Dopo il time-out voluto da Lasi, Marini segna da tre punti. Hunter interrompe il parziale di 8-0 a favore del quintetto locale. La tripla ospite firmata da Battisti chiude la prima frazione sul 22-18.

Avvio del secondo quarto favorevole per i marchigiani che tornano a condurre 22-23 ma neanche il tempo di gustarsi il ritrovato vantaggio che Marini regala il nuovo sorpasso ai rosetani. Mec-Energy avanti 32-29 al 15’. Il divario tocca le dieci lunghezze grazie alla tripla di Moreno ed ai sigilli di Allen e Marulli. Trullo getta nella mischia il baby Mariani che lo ripaga immediatamente con i primi due punti stagionali. Nel finale di frazione Roseto inizia a dilagare, fino al 51-34 col quale le due formazioni rientrano negli spogliatoi. Tra i padroni di casa, sono già 20 i punti di Allen e 13 quelli di Marini.

L’intervallo non arresta la vena realizzativa di Allen, anche se di canestri nei primi 4 minuti se ne vedono pochi dall’una e l’altra parte. 57-40 al 25’. Borra come al solito talvolta lascia a desiderare in difesa ma in attacco è preciso, Allen continua a segnare con regolarità. Weaver realizza i primi due punti della sua gara poco prima del termine del terzo periodo, chiuso dal canestro di Greene. Si riparte per i dieci minuti conclusivi sul 72-51.
Marini delizia il pubblico di casa con una tripla ed il suo primo schiaccione. Nelle fila ospiti è Gueye il più brillante ma da solo può ben poco, così Roseto vola sull’88-57 a cinque minuti dalla fine. La partita ha sempre meno da dire sul campo, con lo spettacolo che si sposta sugli spalti, dove il pubblico fa la ola, intonando cori per i giocatori e coach Tony Trullo. La gara si conclude sul 96-70.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy