Roseto trionfa in volata, Smith ne mette altri 31

Roseto trionfa in volata, Smith ne mette altri 31

Partita al cardiopalma al PalaMaggetti, vinta dai padroni di casa dei Roseto Sharks 78-71 sull’Andrea Costa Imola, ancora sconfitta in volata e bloccata a quota 0 in classifica. Sontuoso ancora una volta Adam Smith, autore di 31 punti. Decisivo nel finale anche Casagrande.

ROSETO SHARKS – ANDREA COSTA IMOLA 78-71

Parziali: 17-25; 35-40; 60-56; 78-71

ROSETO: Smith 31, Cantarini n.e, Marini n.e, D’Emilio n.e., Fultz 11 , Radonjic 10, Fattori 3 , Mariani, Mei 9 , Casagrande 2 , Amoroso 8 , Paci 4 . Coach Emanuele Di Paolantonio

IMOLA: Pelliconi n.e, Cohn 15, Cai, Maggioli 6, Borra 8, Ranuzzi 8, Prato 12, Preti, Hassan 19, Norfleet 3. Coach Giampiero Ticchi

Arbitri: Terranova, Marton, Furlan

Spettatori: 2700

Usciti per 5 falli: Norfleet

Roseto degli Abruzzi. Partita al cardiopalma al PalaMaggetti, vinta dai padroni di casa dei Roseto Sharks 78-71 sull’Andrea Costa Imola, ancora sconfitta in volata e bloccata a quota 0 in classifica. Sontuoso ancora una volta Adam Smith, autore di 31 punti. Decisivo nel finale anche Casagrande. Ottima performance fra i romagnoli per Hassan, che ha però fallito il canestro del sorpasso a 15”dalla fine. Norfleet inguardabile, come riconosciuto anche da coach Ticchi, che ha ammesso le difficoltà dell’americano alla prima esperienza fuori dagli States.

Pronti-via e Paci si beve Maggioli, segnando i primi due punti del match. Botta e risposta in due occasioni fino al primo vantaggio ospite al 4’, sul 6-7’, grazie alla tripla di Cohn. Due bombe di Radonjic rimettono avanti Roseto sul 14-11. Imola non ci sta e replica con due siluri, di Hassan e Norfleet, e con Maggioli da sotto: 14-19 e Di Paolantonio chiama time-out con 2’50” da giocare nel primo quarto. Gli Sharks però capitolano nuovamente con Cohn e l’ex Borra (al rientro da un infortunio), prima che Fultz da 3 interrompa lo 0-12 di parziale romagnolo. Due liberi di Prato fissano il punteggio della frazione iniziale sul 17-25.

Imola tocca il +10 (20-30) con la tripla di Hassan a cui replica Fattori un paio di minuti più tardi. Al 15’ospiti in vantaggio 23-32. Si sveglia Amoroso, che trova cinque punti in attacco e chiude la saracinesca in un paio di situazioni difensive. Dopo essere sprofondata sul -11, Roseto torna sul 30-36 ad 1’56”dall’intervallo, quando Ticchi chiama il primo time-out a sua disposizione. Smith si incarta, perdendo palla e commettendo fallo antisportivo: Imola sfrutta i liberi con Prato ma nella successiva azione offensiva è ancora bravo Amoroso a tamponare l’attacco ospite. Roseto torna -5 con la bomba di Mei ed in chiusura di quarto, dopo un’ottima difesa di Casagrande, Radonjic non riesce a trovare il tap-in vincente. Si torna negli spogliatoi sul 35-40. 9 di Smith e 7 di Fultz per gli Sharks, 8 di Hassan e 7 di Cohn per l’Andrea Costa, che sta trovando un valido apporto da tutti i ragazzi schierati da Ticchi.

Al ritorno in campo, Cohn corregge da sotto per il 35-42, prima di commettere il suo terzo fallo. Ranuzzi firma il +9 ma Roseto replica con Smith e due superlative giocate di Fultz, riaffacciandosi sul -3. Dopo il time-out ospite, Smith sigla il -1. Al 25’ punteggio sul 45-49. Amoroso sbaglia la tripla del possibile 54-54, sul capovolgimento di fronte invece Prato non perdona. Amoroso e Smith da 3 rimettono gli Sharks sul 53-54. 2/2 dalla lunetta per Borra e Radonjic, che poi recupera palla favorendo la giocata più bella della gara, lo schiaccione di Smith, che garantisce il sorpasso ai padroni di casa. Ancora lo statunitense a segno dalla lunetta in due occasioni, Mei invece fa ½, ma il terzo periodo si chiude con Roseto avanti 60-56.

Dopo il 2/2 di Paci dalla linea della carità, Prato interrompe il 9-0 rosetano con una tripla. Hassan con un’altra conclusione dalla lunga distanza impatta sul 62-62. Time-out Di Paolantonio a 7’28”dalla fine.

A bersaglio Cohn e Borra, Imola si riporta avanti di 4. 64-69 al 35’ grazie alla nuova bomba di Hassan. Smith, servito da Casagrande, inventa una magica parabola per il 67-69. 1 su 2 di Amoroso dalla lunetta, poi realizzano Cohn da una parte e Smith dall’altra. Al termine di un’azione rocambolesca, l’uomo che non ti aspetti, Casagrande firma il nuovo sorpasso allo scadere dei 24” ad 1’30”dal termine. L’ex Virtus Roma è poi bravissimo anche in difesa ad indurre Cohn all’errore ed a catturare il rimbalzo offensivo dopo un errore di Amoroso. Smith però si addormenta incredibilmente con la palla tra le mani a 33” dalla conclusione. Hassan sbaglia la tripla del sorpasso e Smith subisce fallo antisportivo a 14” secondi dalla fine. L’americano segna quattro liberi consecutivi ed il canestro del 78-71 finale, mettendo a referto anche oggi 31 punti. Domenica nuovo impegno casalingo per gli Sharks, arriva Udine.

Fotogallery a cura di Andrea Cusano – Giulia Gombac

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy