Roseto vince contro Omegna: super Sowell, decisivo Marini

Roseto vince contro Omegna: super Sowell, decisivo Marini

Commenta per primo!

Gran pubblico al Palamaggetti (circa 2500 presenze), i tifosi si radunano sotto la curva Nord per scoprire una targa in onore a Simone Marini, un giovane tifoso scomparso prematuramente circa un mese fa in un incidende stradale, il minuto di silenzio per le vittime di Lampedusa è dedicato anche a lui e il silenzio è profondo al palazzo ma subito dopo i cori in onore di Simone scaldano il pubblico e la partita comincia.

Roseto scende in campo con Stanic in regia, Sowell e Legion a completare il pacchetto esterni, Genovese con 4 atipico e Bisconti sottocanestro. Omegna risponde con James, De nicolao, Sheperd, Masciadri e il gigante Borra.

Apre il match un tiro a “pallonetto” di James che riproporrà questa specialità durante il match. Dopo circa 4 minuti dall’inizio le cose si fanno dure per gli Sharks, Bisconti commette il secondo fallo personale e il pacchetto lunghi rosetano orfano dell’infortunato Leo viene messo a dura prova dal lungo piemontese Borra che infila 10 punti nel quarto senza essere molto ostacolato. Ma Roseto riesce a tenere a galla la disputa e il quarto si chiude 17-16 per i locali.

Masciadri prima e Farioli poi portano subito avanti Omegna nella seconda frazione, risponde il Rosetano Marini con una bomba da tre punti (20-20) ma la Mec-Energy soffre in difesa e la Paffoni a 34 secondi dalla fine è in vantaggio di 7 punti (33-40) Legion accorcia con un lay-up ma a 2 secondi e mezzo dallo scadere Bisconti commette il suo terzo fallo e manda dalla lunetta Borra che sigla un uno su due. Ma è Marini che ricevendo un assist di Sowell, dall’angolo, allo scadere piazza una tripla che fa esplodere il Palamaggetti e porta le squadre al riposo sul punteggio di 38-41 in favore degli ospiti.

Al rientro in campo apre le danze Sowell a cui risponde prima Masciadri e poi un Borra solo in schiacciata. Omegna va sul +6 ma Sowell infila un tiro fuori dall’arco e successivamente Bisconti fa canestro subendo fallo da Borra e realizza il tiro libero aggiuntivo impattando il punteggio sul 49 pari. Da qui in poi la partita sembra cambiare e Borra che fin’ora insieme a James era stato il migliore dei suoi si spegne. Nel finale del terzo quarto protagonisti gli Americani, Sowell e Legion da una parte e James dall’altra. De Nicolao commette fallo su un incontenibile Stanic che però quest’oggi è impreciso dai liberi e con un ½ chiude la terza frazione sul 58-56 in favore degli Abruzzesi.

Nell’ultimo quarto le squadre inizialmente sono molto imprecise e il punteggio si sblocca solo dopo due minuti con una penetrazione che va a buon fine di Legion, continuano gli errori, in particolare Omegna questa sera con percentuali bassissime dal tiro da tre, Sowell segna dal pitturato ma Sheperd risponde con un 2/2 dalla linea della carità. Roseto dà la scossa al match e piazza un break di 10-0 sotto le triple di Sowell Legion e un chirurgico Marini (3/3 da tre) che svoltano l’inerzia dell’incontro a favore di Roseto con il punteggio sul 72-61. I Piemontesi tentano di accorciare, si rivede Borra che subisce fallo e non sbaglia dalla lunetta, poi Sheperd appoggia a tabellone sul 77-69 a 2 minuti dal termine coach Melillo chiama time out e spezza il piccolo break dei rosso-verdi. Ormai è tardi per Omegna che ricorre al fallo sistematico, gli Abruzzesi sbagliano poco e il match si chiude con un tiro da due di James che può solo accorciare il divario sul -8. La partita finisce con il punteggio di 87-79 in favore dei locali sotto la sciarpata della curva Nord che dedica l’incontro al compianto Simone.

Qui Roseto: ottima difesa, Stanic è un grande play anche in questa categoria e gli americani, in particolare Sowell fanno sognare, da registrare i problemi sottocanestro amplificati in partita dai falli prematuri di Bisconti, lo staff spera di recuperare Leo, molto importante per le rotazioni tra i lunghi

Qui Omegna: James può diventare uno dei migliori giocatori della lega ma deve migliorare soprattutto in fase difensiva, le percentuali dal tiro da tre devono aumentare e Sheperd deve entrare un po’ più nel gioco.

Roseto 87 – Omegna 79 (17-16, 38-41, 58-56,87-79)

Roseto: Sowell 29, Legion 18, Stanic 15, Genovese 4, Bisconti 8, Antonini n.e., Marini 11, Papa n.e., Pomenti 2, Gloria 0.

Omegna: James 25, Borra 19, De Nicolao 2, Sheperd 17, Masciadri 8, Lasagni 0, Farioli 4, Sacchettini n.e., Bianchi 4, Paci 0.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy