San Severo – Bari, vittoria barese all’ultimo secondo, 65-66

San Severo – Bari, vittoria barese all’ultimo secondo, 65-66

Il derby di Puglia incorona Bari vincitrice ma solo al suono della sirena.

 

Palla a due conquistata da Bari, il match inizia all’insegna del perfetto equilibrio, infatti fino al 3’ lo score è sull’11-11 generato principalmente da Iannilli e Gueye per San Severo e da Ruggiero e Bonfiglio per Bari, da qui, per un minuto intero, le due squadre non riescono a segnare sbagliando entrambe ripetutamente dall’arco dei 6.75, ma proprio dall’arco Di Donna, al 6’, segna l’11-14, Iannilli accorcia dal pitturato ma Laquintana riporta avanti Bari, Bisconti e Bonessio allungano ulteriormente fino alla fine del primo quarto, 16-22 alla sirena.

Nel secondo quarto Bari parte benissimo piazzando il +10 grazie ai liberi di Tommaso Laquintana ed ai punti pesanti di Bisconti, Scarponi cerca di spezzare il ritmo biancorosso con una tripla ma Barozzi si aggiunge ai già citati compagni ed in tre iniziano a bombardare la retina giallonera, al 14’ il punteggio è sul 19-33. L’egemonia barese dura fino al 19’, quando sul +9 ospite accorcia le distanze Gueye con un tiro da tre punti, allo scadere il punteggio è sul 32-38.

Nel terzo quarto si assiste ad una bella ed arrembante Cestistica, forse lo sprone dei gialloneri potrebbe essere stato una ramanzina negli spogliatoi di coach Millina oppure l’interruzione dello sciopero del tifo da parte della tifoseria organizzata “Black Devils”, fatto sta che Iannilli e Sirakov suonano la carica ed al 22’ San Severo prima pareggia (40-40) e poi al 24’ passa in vantaggio di 5 lunghezze (45-40), di qua le squadre restano a secco per due giri di lancette, la prima a sbloccarsi è la Liomatic Group Bari che al 28’ raggiunge la parità (48-48), ma al 29’ Centrone segna due punti sul buzzer che sanciscono il 50-48.

Ultima decade di minuti molto equilibrata, l’inizio è però menzognero, poiché Bari con Barozzi segna il +5 con un parziale di 0-7 (50-55 al 32’), ma ancora per un minuto le due squadre non trovano nuovamente in questo match la via del canestro, ma il giovane promettente Sirakov piazza un’importantissima tripla alla quale risponde con due punti l’altrettanto giovane e promettente Laquintana, due bombe consecutive di capitan Scarponi ed un canestro sotto le plance del terremoto Iannilli portano la EnoAgrimm sul 61-57 al 37’. Bonessio, Laquintana e Bisconti danno un nuovo scossone a questa gara al cardiopalma ed il CUS Bari torna avanti 63-66 quando mancano poco meno di 20” alla fine, Sirakov però poi subisce fallo in attacco, realizza i due liberi in lunetta, sulla rimessa dal fondo barese, a 5” dalla fine, Iannilli recupera palla dalla media e tenta il tiro che purtroppo sbaglia e che avrebbe potuto regalare meritatamente la vittoria alla propria squadra in questo incandescente derby di Puglia.

San Severo perde ancora, immeritatamente, complice il leggero acciacco fisico di Maggio e l’assenza forzata di Maioli, Bari continua a vincere, seppur senza Cardillo e coach Putignano continua a non perdere mai contro San Severo, onore ai vinti ed ai vincitori.

 

Parziali: 16-22, 32-38, 50-48, 65-66.

 

EnoAgrimm Cestistica San Severo: Cota, De Paoli, Centrone 2, De Letteris ne, Iannilli 22, Scarponi 12, Sirakov 15, Maggio 6, Gueye 8. All. Millina

 

Liomatic Group CUS Bari: Barozzi 8, Bonessio 12, Bonfiglio 12, Laquintana 12, Bisconti 13, Di Donna 3, Ruggiero 6. All. Putignano

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy